Matteo Pugliese – Nelle tue mani

Lugano - 06/06/2019 : 14/09/2019

Imago Art Gallery ospita la produzione artistica più recente dello scultore Matteo Pugliese tra cui spicca l’opera “Nelle tue Mani”, personale interpretazione del cenacolo vinciano.

Informazioni

  • Luogo: IMAGO ART GALLERY
  • Indirizzo: via Nassa 62 - Lugano
  • Quando: dal 06/06/2019 - al 14/09/2019
  • Vernissage: 06/06/2019 ore 17
  • Autori: Matteo Pugliese
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dalle 10.00 alle 18.00 Lunedì chiuso
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

inaugura il 6 giugno presso la nuova sede della Galleria Imago in via Nassa a Lugano la personale di Matteo Pugliese (Milano, 1969) scultore tra i più interessanti e riconosciuti a livello internazionale.
Nel cinquecentenario della morte di Leonardo l’artista propone la sua personale interpretazione del Cenacolo con una grande installazione di oltre otto metri.

Pugliese punta alla sintesi del capolavoro vinciano concentrandosi unicamente sui personaggi e le loro mani. Ai primi, ritratti con una essenziale linea di contorno, l’artista affida l’immediata riconoscibilità dell’opera, alle mani, unico elemento scultoreo di tutta l’opera, l’enorme carica narrativa ed emotiva


Come Leonardo stesso sottolineava: “Lo bono pittore ha da dipingere due cose principali, cioè l’homo e il concetto della mente sua. Il primo è facile, il secondo difficile perché s’ha a figurare con gesti e movimenti delle membra”.

Il pathos del capolavoro leonardesco è infatti affidato quasi interamente al linguaggio delle mani, capace di manifestare le tante turbolenze degli animi dei protagonisti all’annuncio del tradimento: stupore, rabbia, incredulità, discolpa, angoscia, dubbio, professione d’innocenza.
Il processo di sottrazione di Pugliese lascia sorprendentemente intatto il tragico momento narrato e dunque l’essenzialità dell’opera.

Nel saggio “Il cenacolo di Leonardo” Johann Wolfgang Goethe racconta: “Ma prima di proseguire dobbiamo spiegare un grande espediente di cui Leonardo si è principalmente servito per animare questo dipinto: è il movimento delle mani, al quale però soltanto un italiano poteva ricorrere.
Nella sua nazione il corpo intero è pieno di spirito, e tutte le membra partecipano a ogni espressione del sentimento, della passione, persino del pensiero. Tramite la diversa posizione e il movimento delle mani l’italiano dice: “Che m’importa!” - “Vieni qui!” – “Quello è un furfante, guardati da lui”.





La Galleria Imago inoltre propone oltre venti opere della produzione più recente di Pugliese appartenenti alla serie Extra Moenia e dei Custodi
Gli Extra Moenia raffigurano uomini che tentano una dolorosa rinascita attraverso una lotta con una materia-muro che li imprigiona, che impedisce loro di vivere, di crescere, di esprimersi.
Sono lavori in cui è chiara la matrice classica e il tributo alla plastica rinascimentale ma che si distinguono per essere, al tempo stesso, straordinariamente attuali e contemporanei nella frammentazione del soggetto in più parti e nell’interazione con la parete che li sorregge e che diventa parte integrante dell’opera.

In risposta alla battaglia esistenziale degli Extra Moenia irrompono i Custodi, presenze imponenti e tondeggianti ispirate alle più diverse culture. Sono figure ieratiche dalla solida e rassicurante corporeità e in cui le armi e le corazze diventano la metafora di una raggiunta sicurezza interiore.

Catalogo con testo di Chiara Gatti. Edizioni Bandecchi e Vivaldi.


Matteo Pugliese. Note biografiche

Nato a Milano nel 1969, dopo gli studi classici consegue la laurea in Lettere Moderne. La sua formazione artistica è da autodidatta.
Durante gli ultimi anni ha tenuto oltre trenta personali in musei e gallerie di diversi paesi tra cui: Hong Kong, Londra, Bruxelles, New York, St. Moritz, Lugano, Roma, Anversa, L’Aja e Milano.
I suoi lavori sono presentati alle fiere d’arte nazionali ed internazionali di maggior rilievo tra cui: TEFAF (Maastricht), Hong Kong Art Fair, ARCO (Madrid), FIAC (Parigi), Art Miami (Miami), CI Contemporary Istanbul.
È sposato e ha una figlia. Vive e lavora tra Barcellona e Milano.