Massimo Sansavini – Touroperator. Diario di Vite dal Mare di Sicilia

Fasano - 09/12/2018 : 19/12/2018

Mostra “Touroperator”, diario di vite dal mare di Sicilia, di Massimo Sansavini

Informazioni

  • Luogo: LABORATORIO URBANO
  • Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele 80 - Fasano - Puglia
  • Quando: dal 09/12/2018 - al 19/12/2018
  • Vernissage: 09/12/2018 ore 18
  • Autori: Massimo Sansavini
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dalle 9 alle 13 per le scuole e dalle 16,30 alle 20,30 per tutti
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Domenica 9 dicembre, alle ore 18, si inaugura al Laboratorio Urbano di Fasano (BR) la mostra “Touroperator”, diario di vite dal mare di Sicilia, di Massimo Sansavini

la mostra è inserita nell'evento “Tempeste. Immagini, suoni, racconti dal Mediterraneo” che occuperà il mese di dicembre e di gennaio

Il Comune fasanese si è aggiudicato un finanziamento della Regione Puglia finalizzato alla promozione di politiche di pace, che ha poi permesso al consigliere comunale Donato Marino, in collaborazione con l’associazione “È ora”, di lavorare a un cartellone di dodici proposte di qualità tutte a ingresso libero

Partner di questa rassegna sono il Coordinamento nazionale enti locali per la pace e i diritti umani, a cui il Comune di Fasano ha aderito due anni fa, la cooperativa Radici Future Produzioni di Bari, le sezioni fasanesi del Centro Italiano Femminile e della Croce Rossa Italiana e l'associazione “Le Nove Muse”.

La mostra itinerante Touroperator, già accolta in vari musei italiani oltre che al Parlamento Europeo, presenta opere di Massimo Sansavini, realizzate con il legno degli scafi dei migranti, ed è accolta a Fasano (BR) con il patrocinio di Amnesty International.

Sansavini è l’unico artista ad aver ottenuto l’autorizzazione dal Tribunale di Agrigento per entrare nel girone dantesco del cimitero delle barche di Lampedusa, nell’ex-base americana Loran: qui accanto ai molti scafi, ormai abbandonati, sono rimasti molti degli oggetti personali che hanno accompagnato i viaggi della speranza attraverso il Mediterraneo verso la speranza di un futuro migliore.

Il legno prelevato dalle imbarcazioni abbandonate è stato trasformato dall’artista in sculture che raccontano i singoli naufragi. A ricordarceli il titolo dell’opera: la data in cui è avvenuto.

Il logo “Touroperator” trae ispirazione dalla scritta Arbeit Macht Frei che campeggiava sui cancelli dei campi di concentramento.

il matinée sarà riservato alle scuole dalle 9.00 alle 13.00, dalle 16.30 alle 20.30, invece, sarà aperta al pubblico fino al 19 dicembre.

La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Allemandi con testo di Pietro Bartolo, Davide Rondoni , Valeria Arnaldi e Daniela Brignone.


Massimo Sansavini, dopo gli studi all'Accademia di Belle Arti, dal 1999 è stato invitato in Brasile, per presentare i propri lavori. In seguito ha esposto in vari musei in Italia, Germania e Cina. Ha realizzato varie scenografie per la Rai. Dal 2009 collabora con la Maison Enrico Coveri, per la quale ha realizzato disegni per collezioni di moda e design. Negli ultimi anni ha iniziato ad occuparsi della questione dei migranti ideando la mostra Touroperator.

Sito della mostra http://mostratouroperator.sansavini.it
Catalogo online https://issuu.com/sansavinimassimo/docs/touroperator