Massimo Sansavini – Passioni Fantastiche

Acqui Terme - 13/12/2014 : 31/01/2015

In mostra le opere di Massimo Sansavini.

Informazioni

  • Luogo: GLOBART
  • Indirizzo: Via Aureliano Galeazzo, 38 15011 - Acqui Terme - Piemonte
  • Quando: dal 13/12/2014 - al 31/01/2015
  • Vernissage: 13/12/2014 ore 18
  • Autori: Massimo Sansavini
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: sabato dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.30 e gli altri giorni su appuntamento

Comunicato stampa

Se Rosetta è atterrata da poco sulla Cometa 67P certo Massimo Sansavini già nel 2009 con il suo ciclo di opere Del Cielo e delle Stelle aveva “ preparato per noi ,” come ha scritto Orlando Piraccini “, un itinerario esplorativo nella dimensione dell’infinito, tutti dietro ad una cometa mai così luminosa , che vorrebbe raggiungere un improbabile pianeta terra “

Se dunque siamo noi ad aver raggiunto la cometa è innegabile che quel mondo fantastico dell’universo cosmico non finisce mai di affascinarci , di coinvolgerci in un viaggio tra la scienza e la fantascienza , tra la realtà e la fantasia ed è certo che Sansavini può proporsi come la nostra guida interstellare. Coinvolti da altrettanta poesia e magia ci addentriamo nei giardini di una natura inviolata, incantata , di una natura non ultima ma primigenia, attraversiamo siepi di foglie ed infiorescenze dagli insidiosi ed accattivanti titoli , ci perdiamo in cromatiche e lucidissime visioni proposte nel ciclo dei Kindergarten , mentre il coinvolgimento sentimentale in un mondo d’amore è proposto nel ciclo Softheart con la moltiplicazione di cuori , a volte vibranti nella loro instabilità, sospesi tra la tenerezza ed il sorriso e sempre realizzati con straordinaria precisione e perfezione. Questi i temi visibili nei puzzles esposti nella mostra Passioni Fantastiche tra quei cicli caratterizzanti e ricorrenti nella produzione artistica di Sansavini formatasi negli anni ’80, attraverso lo studio, la ricerca e l’esperienza personale, rivolta alla conoscenza e all’utilizzo del legno associato a lacche e resine industriali. Un percorso professionale il suo (Sansavini nasce a Forlì nel 1961), iniziato con il diploma presso il Liceo Artistico «P. L. Nervi» poi proseguito all’Istituto per il Mosaico «G. Severini» di Ravenna e all’Accademia di Belle Arti di Ravenna. Fra le tante esperienze maturate negli anni ha sicuramente lasciato il segno il soggiorno nel 1999 a San Paolo del Brasile, dove su invito di Fabio Maghalaes, Presidente del Parlamento Latinoamericano e direttore della Biennale di Arte di S. Paolo, ha creato direttamente sul posto sculture esposte poi al Museo Brasiliano di Scultura (MU.B.E). Questa esposizione di carattere itinerante è stata portata al Museo Nazionale di Belle Arti di Rio De Janeiro, per volontà dell’architetto Oscar Niemeyer, e successivamente esposta presso la sede dell’Ambasciata Italiana a Brasilia del Museo di Arte Contemporanea di Curitiba e a quello di Belo Horizonte, concludendo il suo percorso nel maggio 2003 nel «Museo de Ciencia e Tecnicas da Pontificia Universidade Catolica» di Porto Alegre. Tra le altre mostre si possono ricordare: 1992, Palazzo dei Capitani, Bagno di Romagna; Galleria Il Quadrato, Cesenatico (FC); 1993, Mostra Internazionale d’Arte Paola Petrini Cesenatico (FC); Premio Europa Bagno di Romagna (FC); 1994, Villa Prati Bertinoro (FC); 1996, Galleria Comunale - Cesenatico (FC); 1998, Galleria Stefano Forni, Bologna; 2001, Oratorio S. Sebastiano, Forlì Le Favole dell’Est; 2004, Castello degli Agolanti, Riccione Storie di Mare; Museo Civico, Arezzo Da Picasso a Botero; Allestimento di opere e scenografie negli studi televisivi di Rai Due per i programmi della stagione 2004-2005 In Famiglia e Piazza Grande dirette dal regista Michele Guardì; 2004, Maison Enrico Coveri, Galleria del Palazzo, Firenze Non solo favole; 2005, Collettiva all’Istituto Italiano di Cultura di Helsinki; Centro Internazionale di restauro «Alchimia» Cavezzo (MO); 2007 Kashogi Gallery, St. Augustine (Florida) Recent Works. Nel 2005 realizza il Palio Storico per la città di Gualdo Tadino (PG), mentre le immagini della mostra Storie di Mare sono state utilizzate per promuovere la manifestazione Incontri di Mare, curata dalla Regione Emilia-Romagna assieme al Ministero delle Attività Produttive.