Massimo Listri

Torino - 11/11/2014 : 11/01/2015

L'occhio raffinato del fotografo mostra per la prima volta, in una sequenza appositamente realizzata, i luoghi del Polo Reale, progetto che verrà completato il 4 dicembre prossimo con l'inaugurazione della nuova Galleria Sabauda.

Informazioni

  • Luogo: MUSEI REALI
  • Indirizzo: Piazzetta Reale 1 10122 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 11/11/2014 - al 11/01/2015
  • Vernissage: 11/11/2014 ore 18.30
  • Autori: Massimo Listri
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: mart.-dom. 8.30-19.30 (ultimo ingresso ore 18.00), lunedì chiuso.
  • Biglietti: ingresso libero
  • Editori: ALLEMANDI

Comunicato stampa

In mostra a Palazzo Reale una rassegna di immagini di Massimo Listri. L’occhio raffinato del fotografo mostra per la prima volta, in una sequenza appositamente realizzata, i luoghi del Polo Reale di Torino, progetto che verrà completato il 4 dicembre prossimo con l’inaugurazione della nuova Galleria Sabauda. Il Palazzo Reale, la Biblioteca Reale, l’Armeria Reale, la Galleria Sabauda, ancora in allestimento, e il Museo Archeologico sono i soggetti di una ricerca visiva raffinata ed elegante che da sempre caratterizza il lavoro del fotografo fiorentino


Viaggiatore instancabile, Massimo Listri ha raccolto in fotografia i luoghi più belli del nuovo e del vecchio continente. Accanto alle immagini realizzate all’interno del Polo Reale, l’esposizione presenta quelle delle sue mostre più importanti. Oltre 45 immagini testimoniamo il lavoro svolto negli ultimi 20 anni.

La produzione di Massimo Listri si colloca sulla frontiera tra fotografia e pittura. Le sue immagini non sono una mera documentazione di luoghi pur straordinari per bellezza: offrono, infatti, un’interpretazione delle architetture condotta attraverso lo sguardo che è quasi quello di un pittore, tanto sono accurate le composizioni, il taglio, la scelta della luce, gli equilibri di forme.
Il rimando immediato è alla classicità elegante e composta degli studi di antica accademia. Soprattutto nell’individuazione del soggetto Listri esercita la sua scelta estetica: le architetture auliche del passato come lo scalone della Reggia di Caserta, Palazzo Pitti, Biblioteca dell’Abbazia di Kremsmunster, i Musei Vaticani sono alcuni dei luoghi scelti dall’artista, insieme a spazi meno aulici come un archivio in argentina o una sala minore di un museo o una chiesa abbandonata.

Massimo Listri è nato nel 1953 e ha iniziato la sua carriera di fotografo giovanissimo. All’età di 17 anni lavorava già per riviste di arte e architettura, ma è con l’editore Franco Maria Ricci che ha la possibilità di realizzare i primi grandi reportages per la rivista FMR. La prestigiosa pubblicazione è stata per più di 20 anni il maggior veicolo espressivo dei tributi fotografici di Massimo Listri ai più bei palazzi e interni e alle più straordinarie ville e opere architettoniche di tutti i tempi.
In 30 anni e in collaborazione con i più prestigiosi editori in Europa e negli Stati Uniti, ha pubblicato oltre 60 libri.
Massimo Listri ha realizzato mostre personali allestite in tutto il mondo. Le più recenti hanno trovato spazio nel Palazzo Reale di Milano, alla Morgan Library & Museum di New York, a Palazzo Pitti di Firenze, alla National Central Library di Taipei, all’Istituto di Cultura di Tokyo, al Museo dell’Università di Hong Kong, al Museo d’Arte Moderna di Bogotà, al Museo di Arte Italiana di Lima, al Museo di Arte Moderna di Buenos Aires, alla Biblioteca Angelica a Roma, alla “Galeria de Arte la Sala” di Santiago (Cile), al Palazzo delle Belle Arti di Santo Domingo, al Schusev State Museum of Architecture di Mosca, al Museo National San Carlos di Città del Messico, al Benaki Museum di Atene, ai Musei San Domenico a Forlì e ai Musei Vaticani.