Massimo Allegro – Vietnam

Milano - 10/01/2013 : 27/01/2013

In esposizione 50 fotografie a colori 40x50, scattate da Massimo Allegro tra il 2006 e il 2010 nelle regioni rurali del Vietnam del Nord, al confine con la Cina: paesaggi agricoli e villaggi remoti dove vige una cultura di riso e bambù connotata dall’acqua e dai ritmi della natura.

Informazioni

  • Luogo: LA CASA DELLE CULTURE DEL MONDO
  • Indirizzo: Via Giulio Natta 11 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 10/01/2013 - al 27/01/2013
  • Vernissage: 10/01/2013 ore 18.30
  • Autori: Massimo Allegro
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: martedì-venerdì 10.00-18.30 / sabato-domenica 14.00-20.00 / lunedì chiuso
  • Email: g.bocca@provincia.milano.it
  • Patrocini: mostra promossa da Provincia di Milano/Assessorato alla cultura

Comunicato stampa

La Casa delle culture del mondo della Provincia di Milano ospita dall'11 al 27 gennaio 2013 la mostra fotografica “Vietnam, cultura di riso e bambù”, promossa dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Milano.
In esposizione 50 fotografie a colori 40x50, scattate da Massimo Allegro tra il 2006 e il 2010 nelle regioni rurali del Vietnam del Nord, al confine con la Cina: paesaggi agricoli e villaggi remoti dove vige una cultura di riso e bambù connotata dall’acqua e dai ritmi della natura


Nella selezione viene dato ampio spazio ai due mercati locali, al centro di tutte le attività economiche e sociali, dove si incontrano tutti i gruppi etnici della regione: il mercato di Sapa, dove si incrociano i Thai, i Muong, gli H-mong e gli Zao, e il mercato-ristorante di Bac-ha, a soli trenta chilometri dal confine cinese, popolato quasi esclusivamente dagli H-mong fioriti, un gruppo etnico emarginato e per questo nomade che, ciononostante, non rinuncia a recarsi al mercato una volta alla settimana.
Il 10% della popolazione vietnamita è costituita da “montagnard”, termine che indica i gruppi etnici di origine cinese delle aree di montagna vicine al confine con Cina e Laos, tra cui i più numerosi sono i Thai, i Moung, gli H-mong e gli Zao. Ogni gruppo possiede una propria tradizione letteraria e musicale e costumi tipici uguali per donne, bambini e anziane.

Massimo Allegro, milanese, 49 anni, realizza da anni reportage di viaggio in tutto il mondo, alla ricerca del lato emotivo che in ogni Paese ognuno mostra di sé. Membro attivo della FIAF/Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, i suoi lavori hanno ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Verona 2008, la piazza d’onore al Cupolone 2010 e la nomination tra i cinque finalisti della Foto dell’anno FIAF 2011.

Sabato 17 gennaio 2013, alle ore 17.00, Massimo Allegro incontra il pubblico in mostra e racconta la costruzione dei suoi scatti più significativi.