Massagrande | Nielsen | Quaresima

Varese - 22/03/2014 : 03/05/2014

In mostra le tavole e le tele dei maestri Matteo Massagrande – uno dei più quotati artisti italiani figurativi viventi - e Paolo Quaresima – dal 2008 presente con le sue opere a tutte le edizioni di ArteFiera Bologna - insieme ai bronzi inediti di Johannes Nielsen, scultore svedese e residente in Cina, rappresentato in esclusiva in Italia dalla Galleria varesina dal 2011.

Informazioni

Comunicato stampa

Per la prima volta a Varese, presso la Galleria PUNTO SULL’ARTE, sarà possibile vedere dal vivo le tavole e le tele dei maestri MATTEO MASSAGRANDE – uno dei più quotati artisti italiani figurativi viventi - e PAOLO QUARESIMA – dal 2008 presente con le sue opere a tutte le edizioni di ArteFiera Bologna - insieme ai bronzi inediti di JOHANNES NIELSEN, scultore svedese e residente in Cina, rappresentato in esclusiva in Italia dalla Galleria varesina dal 2011



La grande mostra, una tripla personale, dal titolo ASSENZA ESSENZA, è curata da Alessandra Redaelli e sarà inaugurata sabato 22 MARZO dalle ore 18.00 alle 21.00 (con presentazione alle ore 19.00).

L’assenza come valore aggiunto, non come mancanza. L’assenza come spazio dove lasciar risuonare sussurri e voci profonde. Dove rintracciare l’essenza. Come nelle stanze di MATTEO MASSAGRANDE (Padova, 1959) scenari nei quali il vuoto inquadrato tra i muri vissuti, i pavimenti antichi e le grandi finestre si rivela vivo e denso. Pieno di echi lontani, di voci dimenticate, di memorie e nostalgie, di ombre e nebbie, di un passato che non vuole essere dimenticato. O come negli scorci di PAOLO QUARESIMA (Merano BZ, 1962) dove l’assenza dell’uomo si sostanzia nei segni del suo passaggio. Tracce che diventano giochi formali scanditi in cromature polpose, partiture di spazi dai perfetti equilibri armonici. O, ancora, come nelle sculture in bronzo di JOHANNES NIELSEN (Falkenberg, Svezia, 1979) intatte nella loro nudità, essenze di corpo ascetiche fino a diventare anima, tesa alla ricerca della pura spiritualità.
MATTEO MASSAGRANDE: Nasce nel 1959 a Padova. Inizia ad esporre nel 1973 partecipando a mostre collettive e a concorsi in tutta Italia, e ottiene fin da subito numerosi riconoscimenti. Parallela a quella pittorica sviluppa l’attività grafica iniziata già nel 1974, sottolineata dalla presenza in numerose collettive di prestigio. Recentemente alcune sue incisioni sono entrate a far parte del Gabinetto delle Stampe degli Uffizi di Firenze. Ha all’attivo oltre cento personali in Italia e all’estero. Le sue opere si trovano in numerosi musei, chiese, collezioni pubbliche e private. Vive a Padova e divide la sua attività tra lo studio di Padova e quello di Hajòs (Ungheria).
Courtesy Galleria d’Arte NINO SINDONI, Asiago e NUOVOSPAZIO Arte Contemporanea, Piacenza

PAOLO QUARESIMA: Nasce nel 1962 a Merano, BZ. Terminato il liceo classico si diploma nel 1988 all’Accademia di Belle Arti di Venezia e da allora si dedica interamente alla pittura. Negli ultimi anni al centro dell’indagine pittorica di Quaresima ci sono gli oggetti. Oggetti, più che nature morte, perché con questi dipinti lo sguardo si allarga agli strumenti feriali della vita, agli utensili delle giornate. A partire dal 1987 realizza numerose mostre personali e collettive e partecipa a fiere in tutta Italia e in Europa. Dal 2008 è presente a tutte le edizioni di Arte Fiera Bologna. Vive e lavora a Merano. Courtesy Galleria FORNI, Bologna

JOHANNES NIELSEN: Johannes Nielsen nasce nel 1979 a Falkenberg (Svezia). Nel 2001 si iscrive alla Scuola d’Arte di Lund. Nel 2003 si trasferisce a Dublino, dove diventa l’assistente del famoso scultore Patrick O’Reilly e affina la sua pratica scultorea. Ha partecipato a numerose fiere e mostre nei paesi scandinavi e in Asia. I suoi lavori fanno parte di collezioni pubbliche e private in Svezia, Londra, Singapore, Hong Kong, Pechino, Kalingrad, Hollywood, New York e Montreal. Recentemente una sua opera è stata esposta presso il ShangShang Art Museum di Pechino. Vive e lavora a Pechino (Cina) dal 2007.


Completa la mostra un Catalogo con testi critici di Alessandra Redaelli.