Mario Giammarinaro – Mare nero

Torino - 08/04/2015 : 30/04/2015

Tra i lavori proposti, riuniti sotto il titolo "Mare nero", due opere inedite a testimonianza della sua ricerca come punto di convergenza tra arte, natura e società.

Informazioni

  • Luogo: MUTABILIS
  • Indirizzo: Via Dei Mille 25/c - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 08/04/2015 - al 30/04/2015
  • Vernissage: 08/04/2015 ore 18
  • Autori: Mario Giammarinaro
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a venerdì 15.30-19.30 sabato 10.30-13.00/15.30-19.30

Comunicato stampa

Mercoledì 8 aprile 2015 dalle ore 18.00 s’inaugura da Mutabilis, in via dei Mille 25/c a Torino, la personale di Mario Giammarinaro. Una serie di installazioni accomunate dall'uso di una particolare materia che è il risultato della fusione di colle da legatoria, resine e pigmenti industriali. Tra i lavori proposti, riuniti sotto il titolo "Mare nero", due opere inedite a testimonianza della sua ricerca come punto di convergenza tra arte, natura e società



La mostra resterà aperta da mercoledì 8 aprile fino a giovedì 30 aprile 2015 e sarà visitabile nei seguenti giorni e orari: da martedì a venerdì 15.30-19.30, sabato 10.30-13.00/15.30-19.30, chiuso domenica e lunedì.

Testi critici

“Una spiazzante concezione del paesaggio contemporaneo nel crocevia tra natura, artificio e cultura. Questa la visione secondo le "lenti artistiche" di Mario Giammarinaro la cui ricerca è fortemente connotata dall'uso della materia per dare vita a un rinnovato espressionismo informale. Attraverso segni densi e concrezioni materiche dai toni cupi si sviluppa una poetica che racconta tutta la potenza della natura e il mistero del suo continuo rigenerarsi, nonostante le reiterate violenze perpetrate dall'uomo e dalla società contemporanea. Un tema decisamente attuale e molto caro all'artista, la ricerca di un'armonia tra uomo e natura, e il legame profondo con gli elementi primordiali, la terra e l'acqua”.
Federico Poletti

“In tutti i suoi manufatti, si notano la personalità plurima dell'artista: l'alchimista, lo sciamano, il ricercatore scientifico disciplinato e preciso che sperimenta nuove possibilità della materia tecnologica e la forgia esteticamente in modo innovativo. Conosce il segreto delle colle, dei leganti, delle amalgame sintetiche, dei pigmenti industriali, delle resine e dei polimeri plastici. Nel suo crogiuolo filtra, impasta, mescola, cuoce condensa e modella
derivati idrocarburici che con il suo intervento diventano nuove terre dai riflessi vitrei”.
Giovanni Cordero

“Il senso profondo della ricerca di Mario Giammarinaro si identifica con una pittura intensa, interiorizzata, modulata sulle cadenze di una personale visione della società contemporanea, delle vicende legate alle tragedie e alle attese dell'umanità, di quel ripercorrere incessantemente i percorsi della memoria, dell'ambiente della natura. I colori bituminosi, i cieli neri, il paesaggio roccioso, appartengono a una raffigurazione dove le paludi, i fossili, le nuvole bianche di vento esprimono la misura di un itinerario che travalica il solo dato reale per comunicare le sensazioni dell'artista, le angosce esistenziali, la consapevolezza dei mali che affliggono il mondo”.
Angelo Mistrangelo


Note biografiche

Mario Giammarinaro è nato a Torino nel 1951, vive e lavora a Moncalieri (TO). Presente nell'attività artistica nazionale e internazionale con mostre personali dal 1988, le sue opere si trovano presso Gallerie ed Enti Pubblici italiani ed esteri.
[email protected] http://mariogiammarinaro.wix.com/mariogiammarinaro