Marilina Marchica / Roberto Pecoraro – TAg/Impronta

Agrigento - 05/01/2015 : 02/02/2015

Il progetto riguarda le architetture urbane e si sviluppa nella città dove viviamo e lavoriamo: l'Aquila ed Agrigento.

Informazioni

  • Luogo: OFFICINE DELLE ARTI
  • Indirizzo: Via Celauro 7 (92100) Agrigento - Agrigento - Sicilia
  • Quando: dal 05/01/2015 - al 02/02/2015
  • Vernissage: 05/01/2015 ore 18,30
  • Autori: Marilina Marchica, Roberto Pecoraro
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: dalle 17:00 alle 20:00 dal lunedi' al sabato.

Comunicato stampa

Progetto/Project
Il progetto riguarda le architetture urbane e si sviluppa nella città dove viviamo e lavoriamo: l'Aquila ed Agrigento.

L'impronta di un pezzo di architettura urbana si racconta e ci racconta come memoria del divenire.

L'architettura urbana determina il nostro accesso ad un luogo e influenza il nostro passaggio attraverso muri e vie.

Il muro è una barriera, è una linea di confine, è una frontiera, è una protezione, è memoria storica, è materia mutevole nel tempo.

Il nostro lavoro consiste nella realizzazione di una serie di calchi in silicone


Da questi si ricava un’impronta delle architetture che ci circondano.
E’ la nostra idea di “calco semantico”.

Noi cerchiamo un significato nuovo in un'oggetto inglobato in una membrana siliconica.

La nostra opera ha come fine l’indagine sulle qualità espressive della materia.
Abbiamo quindi deciso di adottare un calco bianco in ripetizione seriale il più possibile oggettiva.

La materia impressa in ogni calco determina la forma dell'opera.
L'opera/Impronta infine realizzata ed esposta all'osservatore esterno diventa un'altra memoria, ovvero la memoria della stessa opera d'arte e perde la sua funzione originale.

Il silicone è materiale elastico.
Il ferro è materiale durevole.

Le opere simulano attraverso i materiali adottati le strutture architettoniche immerse nel degrado (il reticolo metallico che avvolge l'Aquila terremotata, i puntelli che sostengono i muri di Agrigento)