Marilena Vita – Holy Garden

Reggio Emilia - 26/04/2014 : 25/05/2014

La Galleria 8,75 Artecontemporanea presenta in occasione del Festival Internazionale della fotografia Europea, l’esposizione personale dell’artista siciliana Marilena Vita.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA 8,75 - ARTECONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Corso Giuseppe Garibaldi 4 - Reggio Emilia - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 26/04/2014 - al 25/05/2014
  • Vernissage: 26/04/2014 ore 17
  • Autori: Marilena Vita
  • Curatori: Chiara Serri
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: Martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica ore 17-19.30, oppure su appuntamento; sabato 3 e domenica 4 maggio ore 10.30-12.30 e 17-19.30
  • Patrocini: promossa da Associazione Culturale 8,75 Artecontemporanea
  • Uffici stampa: CSART

Comunicato stampa

La Galleria 8,75 Artecontemporanea di Reggio Emilia (Corso Garibaldi, 4) presenta, dal 26 aprile al 25 maggio 2014, la personale dell’artista siciliana Marilena Vita, allestita in occasione di “Fotografia Europea”. Curata da Chiara Serri, la mostra sarà inaugurata sabato 26 aprile alle ore 17.00.
In esposizione, una quindicina di recenti autoscatti in cui l’attualità incontra la fiaba e il mito. Volto rigorosamente celato e luoghi non riconoscibili per una ricerca che, attraverso il corpo, veicola significati simbolici ed ancestrali. Sullo sfondo, mare e vento, linee d’orizzonte e dimore segnate dal tempo

Donne sospese in un giardino sacro (“Holy garden”), tempio di memoria e conoscenza.
Esito di un’azione performativa senza pubblico, fissata in una sola immagine, le fotografie di Marilena Vita prevedono un lungo periodo di gestazione, che va dalla ricerca della location alla scatto vero e proprio, attraverso la mise-en-scène e la scelta dei costumi, a volete realizzati a mano dall’artista, a volte recuperati dalla tradizione siciliana.
«Un gioco sottile tra verità e finzione - scrive la curatrice - che, se da un lato indica l’appartenenza ad una comunità, dall’altro apre a visioni fantastiche in cui l’immagine replica se stessa, eludendo esplicitamente criteri di verosimiglianza. Ottenute in postproduzione, a partire dal soggetto non manipolato, queste figure diventano silhouette, ombre, sfaccettature di un corpo che aspira a caratteri di universalità».
Artista e regista, Marilena Vita coniuga videoarte, fotografia, pittura e performace. Laurea all’Accademia di Belle Arti e all’Accademia Nazionale del cinema di Bologna, ha partecipato a mostre in Italia e all’estero (Miami, Città del Capo, Berlino, New York, Basilea). Vincitrice del Premio Ora (2013), insegna Storia dell’Arte Contemporanea all’Università di Catania. Vive tra la Sicilia e Milano.