Maria Lai – Dal Pane al Sasso-dal Segno allo Spazio

Ulassai - 04/02/2017 : 04/06/2017

La mostra ripercorrerà l’iter artistico di Maria Lai dal suo cogliere, sin da bambina, quasi con stupore, la manualità nella lavorazione del pane, fino alla maturazione di una poetica che gli storici dell’arte sogliono definire come “poetica dei sassi”. Il percorso ideale proseguirà, nella seconda parte, con i grandi Telai e le Geografie.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO STAZIONE DELL’ARTE
  • Indirizzo: Strada Provinciale 11 - Ulassai - Sardegna
  • Quando: dal 04/02/2017 - al 04/06/2017
  • Vernissage: 04/02/2017 ore 11
  • Autori: Maria Lai
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni dalle 9:30 alle ore 19:30.

Comunicato stampa

“Il 2017 sarà un anno di fondamentale importanza per La Stazione dell’Arte”. Così Gian Luigi Serra, Sindaco di Ulassai e Presidente della Fondazione che gestisce la struttura museale, si esprime relativamente alla prossima stagione espositiva del museo e all’inaugurazione della mostra


La nuova esposizione dal titolo “Dal Pane al Sasso – dal Segno allo Spazio” sarà inaugurata, presso i locali del museo, il 04 Febbraio 2017 alle ore 11:00, e ripercorrerà l’iter artistico di Maria Lai dal suo cogliere, sin da bambina, quasi con stupore, la manualità nella lavorazione del pane, fino alla maturazione di una poetica che gli storici dell’arte sogliono definire come “poetica dei sassi”. Il percorso ideale proseguirà, nella seconda parte, con i grandi Telai e le Geografie.
“Parallelamente a un’offerta culturale di altissima qualità - prosegue Serra - il nuovo CDA, porterà avanti un progetto di riorganizzazione del servizio finora offerto ai visitatori e degli spazi del museo, e sta programmando una serie di attività e collaborazioni dalle quali ci si auspica un incremento del numero dei visitatori ed una promozione ancora più ampia dell’artista Maria Lai, del museo stesso e del territorio”.
“Obiettivo del nuovo Consiglio di Amministrazione - precisa il vicepresidente Caterina Nieddu - è fondamentalmente quello di andare oltre la logica, ormai ampiamente superata, di museo statico, fisso ed immobile: esso deve divenire un luogo di ricerca e sperimentazione, che svisceri il potenziale artistico di Maria Lai in tutte le sue sfaccettature. Grazie, infatti, all’ampia disponibilità di opere in possesso della Fondazione Stazione dell’Arte, è possibile proporre esposizioni che mutano nel corso dell’anno, combinando le creazioni del genio dell’artista secondo tematismi di volta in volta nuovi, da approfondire e chiavi di lettura da scoprire”.