Marco Monfardini – Marco Monfardini

Firenze - 25/09/2014 : 25/09/2014

Un progetto incentrato sul suono inudibile, suono generato da emissioni elettromagnetiche rilasciate da dispositivi elettronici (electrosmog) e inudibili all’orecchio umano.

Informazioni

Comunicato stampa

La Fondazione Lanfranco Baldi onlus ha il piacere di presentare nell’Oratorio/Sala della Musica del Complesso S. Filippo Neri, gia’ sede del Tribunale di Firenze, il progetto DETECT di Marco Monfardini.

DETECT è un progetto incentrato sul suono inudibile, suono generato da emissioni elettromagnetiche rilasciate da dispositivi elettronici (electrosmog) e inudibili all’orecchio umano. Riporta in evidenza l’antico quesito sul rapporto uomo/macchina, ricercando nell’inudibile, e percio’ inconsapevole, una delle possibili relazioni tra l’attuale massiccio impiego della tecnologia nel quotidiano e il nostro stato emotivo.

Il lavoro dell'artista si sviluppa in tre fasi distinte


La prima di monitoraggio, di rilevamento e di registrazione dei suoni generati da elettromagnetismo (wifi, bluetooth, gsm, umts, computer, fotocopiatrici, televisori, fonti luminose, ecc.). I rilevamenti e le registrazioni sono stati effettuati con un “electrosmog detector” e un rilevatore di alte frequenze, dispositivi che rendono udibili i suoni tra 50MHz e 3GHz generati dal flusso elettromagnetico e presenti negli edifici.
La seconda fase è dedicata al trattamento del suono e al processo di interfacciarlo con il video. I suoni catturati in precedenza vengono selezionati, processati, assemblati e simultaneamente interfacciati con un video software all’interno di un computer. La risultante sonora e visiva costituisce la base audio e video per gli interventi di Marco Monfardini nelle performance live.
Il progetto dell'artista prevede, infatti, una terza fase in forma appunto di audio video performance.

La Fondazione ha prodotto det:scan, un disco in vinile trasparente, in formato 10” e tiratura in 20 copie, di cui nel corso della presentazione Marco Monfardini offrirà un saggio unitamente ad un’anteprima della performance.

Coordinamento: Anna Lucia De Luca - Allestimenti: Rita Scrofani - Progetto grafico: Claudia Astarita
info: [email protected]; tel. +393398689547

L'iniziativa è stata realizzata grazie al contributo del Comune di Firenze nella edizione dell'Estate Fiorentina 2014.




Marco Monfardini (Pistoia, 1961) è compositore e media-artist e dalla metà degli anni ottanta dedica la propria attività principalmente alla musica e al video.
In ambito musicale dà vita ai progetti MINOX, TECHNOPHONIC CHAMBER ORCHESTRA, 4DKILLER, ONU-J, SCHNITT, e DRAMA, collabora con artisti nazionali e internazionali quali Steven Brown e Blaine Reininger di Tuxedomoon, Lydia Lunch, Nobukazu Takemura, Gentle People, Krisma, Murcof e Daedelus. Negli anni novanta crea le label SUITE inc. e SUITEQUE etichette discografiche indipendenti dedite alla promozione e diffusione di musica elettronica. Nel 2000 crea SUITEVISION visual-label indipendente dedicata alla produzione video. Nello stesso anno crea DRAMA un progetto multimediale che combina musica, video e fotografia. Con questo progetto partecipa negli anni successivi al Festival del Cinema di Venezia, Kulturama Festival in Belgio, Electronism Festival in Spagna e molti altri festival di importanza nazionale ed internazionale. Nel 2007 in collaborazione con Amelie Duchow dà vita al progetto SCHNITT un connubio artistico italo/tedesco incentrato su musica e video. Nel 2009 collabora per la parte audio e video con l’artista Arianna Carossa alla realizzazione di installazioni ed esposizioni toccando importanti gallerie e centri d’arte contemporanea. Nel 2010 Marco Monfardini i collaborazione con Luca Breschi cre SYNC, piattaforma per artisti visivi e sonori. www.site-sync.com (dossier 2013). Nel 2011 collabora per la parte sonora all’installazione “Trasfigurazione” di Emilio Cavallini presso Triennale di Milano e all’installazione luminosa “Growing by Numbers” di Architettura Attuale presso grattacielo Pirelli Milano.
Ha partecipato a importanti festivals nazionali ed internazionali quali: Elektra Festival di Montreal, Gogbot festival di Enschede in Olanda, Audiovisiva Festival al Museo della Scienza e Tecnologia di Milano, Robot festival al Palazzo Re Enzo a Bologna

La Fondazione Lanfranco Baldi onlus ha iniziato le sue attività nel 2000 ed ha sede nel Comune di Pelago che ne è membro permanente.
Ha quale scopo quello della valorizzazione delle pratiche operative e dei linguaggi, delle arti visive, dell'artigianato e degli strumenti di comunicazione di massa nel solco tracciato dall'artista Lanfranco Baldi scomparso nel 1990.
Ha ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato nel 2005 e organizza eventi e mostre d’arte con la partecipazione di artisti di fama nazionale e internazionale.