manUfatto in sitU 7

Foligno - 08/09/2013 : 08/09/2013

Si conclude la settima edizione del workshop MANUFATTO in SITU con la presentazione pubblica del lavoro svolto nel laboratorio residenza.

Informazioni

  • Luogo: PARCO PER L'ARTE IN CANCELLI
  • Indirizzo: - Foligno - Umbria
  • Quando: dal 08/09/2013 - al 08/09/2013
  • Vernissage: 08/09/2013 ore 18
  • Generi: presentazione

Comunicato stampa

Domenica 8 settembre 2013 si conclude la settima edizione del workshop MANUFATTO in SITU con la presentazione pubblica del lavoro svolto nel laboratorio residenza.
Il progetto, ideato e coordinato dall’associazione VIAINDUSTRIAE, in collaborazione con la Comunanza Agraria di Cancelli, con il patrocinio e contributo del Comune di Foligno, nasce dalla volontà di rivitalizzare il territorio montano e del Parco per l’Arte in Cancelli, fonte e luogo d’ispirazione per la ricerca creativa contemporanea, attraverso un laboratorio di progettazione artistica nel paesaggio

MANUFATTO in SITU si è svolto con intense sessioni di lavoro dei partecipanti guidati dai visiting professor dal 31 agosto all'8 settembre, proseguendo il percorso di rivitalizzazione umana e culturale di una vasta area montana dalle forti connotazioni storico-antropologiche.Il Parco per l'Arte in Cancelli di Foligno si è ripopolato per 9 giorni con i giovani artisti e curatori provenienti da tutta Italia e dall'estero, con la guida del collettivo croato di Zagabria WHAT, HOW & FOR WHOM.I partecipanti accuratamente scelti da una selezione a bando e provenienti dalle Scuole di Arti Visive, Accademie di Belle Arti e Università, vivendo il territorio, hanno svolto un percorso di ricerca attraverso l’approfondimento dei nodi sensibili del paesaggio sociale, spunto di una progettazione artistica “specifica” in sito. Anima del laboratorio è l'incontro fecondo di natura, arte e architettura, dove il contesto è lo spunto critico del momento creativo.Argomento proposto dai WHAT, HOW & FOR WHOM per l'edizione 2013 è un seminario che tratta i temi educativi universali basati sull'esperienza del socialismo nei territori dell'ex Jugoslavia. Il titolo della ricerca, che diventa poi nella presentazione finale dell'8 settembre una mostra tematica, è “On Nature and Society / Sulla Natura e la Società”.
What, How & for Whom (Zagabria, Croazia), visiting professor quest'anno di MANUFATTO in SITU, è un collettivo curatoriale formatosi nel 1999 e con sede a Zagabria e Berlino. I suoi membri sono Ivet Curlin, Ana Dević, Nataša Ilić e Sabina Sabolović, e il designer Dejan Kršić. WHW fa progetti di produzione, espositivi ed editoriali e dirige lo spazio indipendente Galleria Nova di Zagabria. Cosa, come e per chi? Queste domande sono anche il titolo del primo progetto di WHW dedicato al 150° anniversario del Manifesto del Partito Comunista, nel 2000 a Zagabria che divenne il motto del loro lavoro di WHW e il titolo della mostra collettiva. Altre mostre curate di recente includono: 11 ° Biennale di Istanbul What Keeps Mankind Alive, Istanbul, 2009; One Needs to Live Self-Confidently...Watching, padiglione croato a 54 ° Biennale di Venezia, 2011; Details, Bergen Kunsthall, 2011. Nel 2013-14 WHW sarà curatore della prossima edizione di Meeting Points,, un evento multidisciplinare internazionale che si svolge ad Anversa, Beirut, Il Cairo, Hong Kong, Vienna e Zagabria, e lavora su un progetto di collaborazione a lungo termine Beginning as well as we can (How do we talk about fascism?). Nel 2014 WHW curerà la mostra Really Useful Knowledge nel Museo Reina Sofia di Madrid.
MANUFATTOinSITU è nato nel 2007 proprio con l'intento di contribuire alla rigenerazione di un paesaggio sottoposto ad un forte spopolamento a seguito soprattutto degli eventi sismici del '97. La zona, riconosciuta quale Parco naturalistico e tematico nel Piano Regolatore Generale vigente, diventa luogo deputato per l'esperienza formativa della residenza, dell'incontro diretto con la natura e il contesto sociale e con la pratica artistica. Tutor nelle passate edizioni sono stati gli artisti Hidetoshi Nagasawa (2007), Mario Airò (2008), Tania Bruguera (2009), docenti vari (2010), A Constructed World (2011), Raqs Media Collective (2012).

manufatto in situ progetto di associazione VIAINDUSTRIAE a cura di Emanuele De Donno coordinamento Laura Colini, Emanuele De Donno organizzazione Giulia Filippi, Elisabetta Reali, Alice Mazzarella, Simonetta Mignano, Luca Pucci, Mael Veisse, Virginia Salini
direzione artistica e conduzione del workshop WHAT, HOW & for WHOM
artisti/curatori selezionati Silvia Colombo, Valeria Codara, Chiara Corica, Jule Korneffel, Giusy La Licata, Lorenzo Misia, Fabrizio Perghem, Valeria Raho, Giulio Scalisi, Nives Scotto, Giulia Spreafico, Hannah Stearn, Gabriel Stöckli.
ospiti e visite operatori nel workshop: Pietro Gaglianò (curatore), Franco Troiani (artista/operatore culturale: STUDIO A'87), Maurizio Coccia (curatore Palazzo Lucarini contemporary Trevi), Aldo Grazzi (artista, docente Accademia Belle Arti di Venezia), Myriam Laplante (artista), Franco Ariaudo Manuele Cerutti ( artisti/operatori culturali:Diogene, Torino).