Making Together

Milano - 17/04/2012 : 22/04/2012

Con Making Together - mostra/evento, inserita nel circuito Ventura Lambrate, in occasione della Milano Design Week 2012 - Logotel, service design company italiana che accompagna la crescita delle imprese nei processi di innovazione di sistema, apre una finestra su uno dei temi più attuali del momento: la relazione tra design e partecipazione.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO LOGOTEL
  • Indirizzo: via Ventura 15 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 17/04/2012 - al 22/04/2012
  • Vernissage: 17/04/2012
  • Generi: design, arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Mar 17, Ven 20, Sab 21, Dom 22, 10.00 – 20.00 Mer 18, 10.00 – 22.00 Gio 19, 10.00 – 13.00
  • Sito web: http://www.makingtogether.it

Comunicato stampa

ilano, 21 febbraio 2012 - Esistono nuovi strumenti, approcci, processi e modi di condivisione creativa nel campo del design? Quali sono le possibili intuizioni progettuali messe in moto da una cultura di rete che ha imposto nuove parole chiave come connessione, community, crowdsourcing? Che cosa accade quando l’utente “x” è invitato a collaborare all’ideazione o alla realizzazione di un progetto?

Con Making Together - mostra/evento, inserita nel circuito Ventura Lambrate, in occasione della Milano Design Week 2012 - Logotel, service design company italiana che accompagna la crescita delle imprese nei processi di innovazione di sistema, apre una finestra su uno dei temi più attuali del momento: la relazione tra design e partecipazione.

Il focus della mostra è affidato a Tuft, una nuova macro-installazione da “abitare” a firma del collettivo rivelazione Numen / For Use, impegnato a indagare il concetto di relazione fisica tra spazio e pubblico come generatore potenziale di incontri e relazioni.

Accanto a Tuft, Making Together attiverà una sequenza di work in progress a cura di sei tra designer e collettivi, italiani e stranieri, chiamati a confrontarsi sul tema del “fare assieme”.

Il terreno d’indagine delle performance site-specific abbraccia uno sguardo multidisciplinare con la formula di “cantiere aperto”. Laboratori di sperimentazione e, al tempo stesso, officine di pensiero, i Lab di Making Together hanno come obiettivo il coinvolgimento attivo dello spettatore, chiamato a condividere l’esperienza “design” in prima persona.

Making Together è, dunque, Dominic Wilcox, designer britannico, impegnato nella realizzazione di Between your thoughts and mine, un oggetto/scultura con portata virale che crescerà in dimensioni grazie all’apporto del pubblico, mentre CriticalCity, pluripremiata startup web di gaming urbano, creerà sul campo una serie di missioni di design situazionista, attivando in mostra un hot point dove gli spettatori più coraggiosi potranno diventare “agents provocateurs” all’interno del sistema di eventi della zona Ventura Lambrate.

Nell’ambito del communication design, è stato affidato al graphic designer Demian Conrad il compito di sperimentare dal vivo un progetto editoriale estemporaneo. Il nome in codice è Fanatic Collaborative Magazine, una fanzine in sei numeri sotto forma di un'installazione-laboratorio, aperta all’ingaggio del pubblico. Il compositore/ricercatore torinese Andrea Valle presenterà, in prima assoluta, una nuova installazione sonora governata da un microprocessore Arduino, Macchina Logotetica, un’orchestra meccanica che esegue spartiti modificati da alcuni telefoni a disposizione dei visitatori della mostra.

Making Together è anche food design. Natascia Fenoglio, con la performance Mandala Chicle, sperimenterà un atto alimentare assolutamente innocuo e divertente come quello del masticare gomme americane per comporre un mandala collaborativo che trasforma in un progetto positivo un rifiuto alimentare spesso incivile e antiestetico.

Completa il percorso mostra Love Difference, il collettivo fondato da Michelangelo Pistoletto, che nell’intera giornata del 18 aprile darà vita a Barcamp Methods. Punto di partenza della nonconferenza collaborativa è la ricerca Methods-Processes of Change, un progetto condotto da Love Difference che esplora le metodologie dei processi creativi collettivi indirizzati alla trasformazione sociale responsabile. Il Barcamp prevede uno spazio d’incontro informale in cui designer, artisti, architetti, operatori culturali sono invitati a presentare in pubblico esperienze e progetti realizzati, al fine di riflettere sull'aspetto “spontaneo” della collaborazione. Mentre quattro gruppi con base a Milano – Snark Space Making, ZUP Zuppa Urban Project, Istituto Hoffman e Fondazione Munari - proporranno una sequenza di experiential activities aperta agli spettatori.

Responsabile del progetto è Cristina Favini.
La direzione scientifica è a cura di Susanna Legrenzi e Stefano Maffei.

SHORT BIO



NUMEN / FOR USE
Vienna, Austria
www.foruse.info
Numen / For Use è un collettivo di design attivo dal 1998 che lavora tra Austria e Croazia, occupandosi principalmente di arte concettuale, progetto di scenografie e design industriale. Fondato dai designer Sven Jonke, Christoph Katzler e Nikola Radeljković col nome di For Use, è diventato Numen un anno dopo andando a coprire più aree artistiche. La caratteristica principale del gruppo è la continua ricerca di sperimentazione di nuove forme e modi. La svolta concettuale del 2008 li ha spinti a ideare le “Tape Installation”, enormi strutture di nastro adesivo. L’ultima creazione è stata realizzata in Federation Square a Melbourne come parte del loro “Creative Program”, un programma focalizzato su arte pubblica sperimentale su larga scala. Tra gli altri progetti si segnala il design integrale del lungomare di Spalato, Croazia. Oltre a queste importanti realizzazioni, il gruppo ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali per il proprio lavoro nei campi della scenografia e del design industriale.

DOMINIC WILCOX
Londra, Gran Bretagna
www.dominicwilcox.com
Dominic Wilcox è un designer inglese impegnato sul fronte della ricerca. Studi presso l’Edinburgh College of Art, dopo una trasferta in Giappone completa la formazione con un Master presso il Royal College of Art di Londra. Dal 2002, Wilcox collabora con importanti aziende come Nike, Vipp ed Esquire. Tra i suoi progetti, pubblicati ed esposti in tutto il mondo, si segnalano: “Speed Creating”, trenta prototipi realizzati in trenta giorni con un budget massimo di 10 sterline, “Comfortably Oblivious”, in mostra per “The Sitting Man and Unrequited Handshake” presso Phillips de Pury London e il blog “Variations on Normal”.

CRITICALCITY UPLOAD
Milano, Italia
www.criticalcity.org
CriticalCity Upload è una delle più note startup degli ultimi anni: si tratta di un pervasive game che, attraverso una piattaforma web, mette in moto "un gioco di trasformazione urbana, un virus che porta le persone a incontrarsi e a conoscersi per strada, a svolgere missioni e a cambiare le città". Il motore di Upload è Focus, alias Augusto Pirovano, laurea in Economia per le Arti, la Cultura e la Comunicazione presso l’Università Bocconi di Milano, e Matteo Uguzzoni, laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Ferrara. Dalla data di lancio, CriticalCity ha raccolto numerosi riconoscimenti internazionali in qualità di migliore startup innovativa, tra cui si segnalano: Kublai Award – Ministero dello Sviluppo Economico, 100 Talents Prize – Comitato delle Regioni Europee, TechGarage 2009 - Public Choice Award/Wired Geek Award/1°Premio della Giuria.

DEMIAN CONRAD
Losanna, Svizzera
www.demianconrad.com
Demian Conrad è un designer svizzero. Nel 2007 fonda il suo studio a Losanna dove lavora principalmente con istituzioni culturali e sociali e per marchi storici. Caratterizzato da un approccio orientato verso alla ricerca, l’interesse di Demian si concentra sulle modalità di relazione tra tecnologia e processi, forma e significato. Esploratore di metodi alternativi che utilizzano sia la stampa tradizionale sia nuove e avanzate tecniche di stampa digitale, ultimamente sta lavorando a un progetto segreto di inchiostri organici a base di banana. Nel 2009 e nel 2010 ha vinto il premio “100 Beste Plakate” e, sempre nel 2010, ha ricevuto un’onorificenza dal Presidente della Confederazione Svizzera per un francobollo disegnato per le poste nazionali.

ANDREA VALLE
Torino, Italia
www.fonurgia.unito.it
Compositore e improvvisatore, il suo lavoro si concentra su metodologie algoritmiche, in ambito elettro-acustico e strumentale. Con i suoi progetti ha partecipato a numerosi eventi in Italia e all’estero. Con IVVN (ex AMP2), collettivo dedicato all’improvvisazione elettronica, ha pubblicato “Hopeful Monster (Die Schachtel)”. Per Marcel Lì Antunez Roca ha firmato le musiche del lungometraggio “Cotrone”. Dottore di Ricerca in Semiotica presso l'Università di Bologna, è ricercatore presso il Centro Interdipartimentale di Ricerca sulla Multimedialità e l’Audiovisivo e docente nel corso di laurea in Multimedialità e Discipline Artistiche, Musicali e dello Spettacolo (MultiDAMS), entrambi dell’Università di Torino.

NATASCIA FENOGLIO / CIBOH
Milano, Italia
www.ciboh.com
Natascia Fenoglio è il motore nascosto del collettivo/progetto Ciboh, che agisce come uno studio di progettazione che fa ricerca investigando e sperimentando le potenzialità del cibo, gli alimenti, il loro potere aggregativo, la loro duttilità come materiale e le infinite soluzioni estetiche che essi possono evocare. Trattando l’alimento nelle sue caratteristiche tecniche e meccaniche, il progetto cerca di creare mondi curiosi, allestimenti, oggetti commestibili fondendo il linguaggio dell’arte con quello del gioco e del food design. Ciboh lavora facendo interagire ambiti, capovolgendo situazioni, cambiando materiali e funzioni delle cose.

LOVE DIFFERENCE
Biella, Italia
www.lovedifference.org
Love Difference - Movimento Artistico per una Politica InterMediterranea - è un’associazione fondata da Michelangelo Pistoletto, attiva nella creazione di una rete di cooperazioni, alimentata dall'arte, impegnata nella promozione del dialogo interculturale, in sinergia con diverse associazioni dell’area mediterranea. Svolge azioni di ricerca e diffusione di metodologie che valorizzano la creatività del singolo nel collettivo. Realizza progetti che coinvolgono gruppi di persone in pratiche che fanno emergere punti di vista alternativi e che fondano processi di crescita culturale.



Profilo azienda
Logotel è l’azienda italiana che progetta e implementa soluzioni finalizzate ad accrescere l’efficacia dell’azione commerciale e organizzativa delle imprese in uno scenario di forte cambiamento. Con un team composto da oltre 120 persone, ha sede a Milano nell’edificio dell’ex stabilimento Faema dove, nei suoi 2.000 mq di spazi organizzati secondo uno stile innovativo, ospita le numerose attività di business; l’azienda ha all’attivo 50 clienti e con essi sta sviluppando oltre 70 progetti. Nel 2011 Logotel ha coinvolto oltre 5.000 persone in progetti formativi, ha progettato e gestisce 22 community, che permettono la connessione a oltre 40.000 persone. Nel 2011 l’azienda ha fatturato 7,5 milioni di euro.