Lucio Perini – Color life

Trieste - 22/06/2015 : 22/07/2015

Mostra dell'artista veneto LUCIO PERINI del GRUPPO78. L'evento nasce infatti da una collaborazione tra la Lux Art Gallery e la storica associazione triestina attestata sull'arte contemporanea e sarà presentato da Maria Campitelli.

Informazioni

  • Luogo: LUX ART GALLERY
  • Indirizzo: via Rittmeyer 7/D trieste - Trieste - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 22/06/2015 - al 22/07/2015
  • Vernissage: 22/06/2015 ore 19
  • Autori: Lucio Perini
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Lunedì 22 giugno s'inaugura alle ore 19, alla LUX ART GALLERY la mostra COLOR LIFE dell'artista veneto LUCIO PERINI del GRUPPO78. L'evento nasce infatti da una collaborazione tra la Lux Art Gallery e la storica associazione triestina attestata sull'arte contemporanea e sarà presentato da Maria Campitelli.
COLOR LIFE è un omaggio al colore, alla sua capacità vivificante e di trasformazione e si compone di una serie di coppie di gigantografie : c'è la foto originariain b/n e la sua traduzione cromatica che la interpreta e modifica anche con la complicità del computer

E' interessante osservare come la forza del colore travolga l'immagine originaria sotto l'onda emotiva che attraversa l'attività creativa di Lucio Perini.
La mostra si arricchisce anche di un altro omaggio, all'artista russo Kazimir Malevic, di cui quest'anno ricorre il centenario del suo celebre quadro : "Quadrato nero su fondo bianco" che rientra nel progetto astratto-suprematista perseguito dall'artista russo un secolo fa. Anche qui l'onda cromatica investe e vanifica il rigore asettico dell'opera astratta per infondervi pulsioni di vita e di sentimenti, estranee alla radicale ricerca di Malevic.
Infine, in una saletta appartata, sotto il titolo di "Self portrait" l'artista, in quanto autore di specifici prodotti visuali esibiti in questa mostra, rivela se stesso, la propria esperienza esistenziale, quasi a ricercarvi un nesso tra l'abbondanza creativa, la pluralità dei media - immagini fisse alterate, immagini mobili - e il difficile percorso quotidiano, tra la fragilità del corpo e l'irriducibile impulso della mente.