Luca De Silva – Il Selvatico Sensibile

Siena - 21/06/2015 : 30/09/2015

La mostra “Il Selvatico Sensibile” di Luca De Silva, presentata dall’architetto paesaggista Anna Lambertini e dalla storica dell’arte Alessandra Frosini, consiste in un percorso formato da una serie d'installazioni dell'artista Luca De Silva, pensate appositamente per lo spazio dell’Orto Botanico dell’Università di Siena.

Informazioni

  • Luogo: ORTO BOTANICO
  • Indirizzo: Via P. A. Mattioli, 4 - Siena - Toscana
  • Quando: dal 21/06/2015 - al 30/09/2015
  • Vernissage: 21/06/2015 ore 10
  • Autori: Luca De Silva
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

La mostra “Il Selvatico Sensibile” di Luca De Silva, presentata dall’architetto paesaggista Anna Lambertini e dalla storica dell’arte Alessandra Frosini, consiste in un percorso formato da una serie d'installazioni dell'artista Luca De Silva, pensate appositamente per lo spazio dell’Orto Botanico dell’Università di Siena.

Il giorno dell’inaugurazione il percorso artistico sarà guidato dalla dott.ssa Alessandra Frosini, che commenterà le installazioni e dalla dott.ssa Ilaria Bonini che illustrerà il paesaggio botanico. Il percorso sarà costellato da performance musicali in coincidenza di alcune installazioni e si concluderà con un'azione diretta dell'artista Luca De Silva con l'opera dell'ultima installazione



Con la partecipazione di

Stefano Bartolini – sassofono, Francesco Pinzani – voce / Maurizio Piccioli – chitarra, Cristiano De Silva – musica video.

A chiusura del percorso sarà offerto a tutti i partecipanti un buffet.



Per raggiungere l’Orto Botanico di Siena da Firenze:

Prendere la Superstrada e uscire a Siena – Sud – Porta Tufi. Seguire sempre indicazione Porta Tufi. Arrivati alla Porta, entrare e dopo pochi metri prendere a destra in direzione del parcheggio. Poco dopo entrare nel parcheggio interno sulla sinistra. Parcheggiata l’automobile salire le scale e prendere a destra verso l’uscita. Uscire e prendere la strada a destra, dopo alcuni metri sulla sinistra c’è il cancello dell’Orto Botanico.