Luca Caccioni – Drawings overlaps

Milano - 28/02/2013 : 30/03/2013

La galleria Marcorossi artecontemporanea, ha il piacere di presentare, come prima mostra del 2013, il ciclo di disegni realizzati da Luca Caccioni appositamente per la mostra al Cabinet de Dessin del Museo d'Arte Moderna di St Etienne, conclusasi lo scorso mese di settembre.

Informazioni

Comunicato stampa

La galleria Marcorossi artecontemporanea, ha il piacere di presentare, come prima mostra del 2013, il ciclo di disegni realizzati da Luca Caccioni appositamente per la mostra al Cabinet de Dessin del Museo d'Arte Moderna di St Etienne, conclusasi lo scorso mese di settembre.
I disegni, realizzati su acetato, materiale che l’artista da sempre privilegia, presentano diversi colori, dal bruno della terra al verde dilavato, al rosso, al nero, e una serie di segni, forme tridimensionali, figure che ritroviamo in tutto il lavoro pittorico di Caccioni.
Scrive W

Guadagnini nell’ampio testo in catalogo: “Non esiste, in effetti, forse alcun elemento figurale, oggetto o corpo che sia, che non provenga da un'immagine preesistente; le fonti sono pressoché infinite, vanno dalla cultura alta a quella bassissima, dall'immaginario privato a quello collettivo, da ogni disciplina artistica e da ogni mezzo espressivo, dalla realtà e dalla sua riproduzione (...). Parti di un archivio immaginario e infinito, dal quale estrarre di volta in volta non l'immagine in quanto tale, ma le suggestioni che essa provoca, e così ridarle nuova vita, nuovo senso. Non ostentazione vana di cultura, ma dichiarazione d'amore per l'immagine e la sua magia(...).
Altro elemento ricorrente nella poetica dell’artista è la pratica della scrittura che ritroviamo anche in questi ultimi lavori: “Caccioni scrive perché così si appropria delle forme che dipinge e che disegna, li fa suoi (...). Le parole diventano segno arabesco, creano un ulteriore spazio rispetto alla realtà ma anche alla temporalità rimandando “alle esperienze letterarie dello stream of consciousness e della scrittura automatica...Questi fogli dimostrano tutta la necessità o per meglio dire l’ineluttabilità e insieme il desiderio e la gioia di dipingere di Caccioni.”

Luca Caccioni nasce nel 1962 a Bologna, dove attualmente vive e lavora. Frequenta il Liceo Artistico e poi l’Accademia di Belle Arti della sua città dove si diploma in Pittura nel 1985. Dal 1988 parallelamente all’attività artistica ed espositiva, insegna Pittura e Arti Visive. E’ stato Docente titolare della Cattedra di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Palermo e a Brera. Oggi tiene la Cattedra di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Dagli anni Novanta ad oggi ha esposto in importanti spazi in Italia e in Europa: nel 1990 alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna, successivamente alla Galleria Studio La Città di Verona, da Gentili a Firenze, e alla Galleria Marconi di Milano. Nel 1997 espone una personale alla Palazzina dei Giardini di Modena, nel 1996 e nel 2004 viene invitato e partecipa alla Quadriennale d’Arte di Roma. Negli stessi anni espone all’Accademia Tedesca a Villa Massimo a Roma e in mostre personali alla Galleria Sales di Barcellona e alla Greene Gallery di Ginevra; nel 1998 è con una personale allo Spazio Aperto della GAM di Bologna. Successivamente espone da Lorenzelli a Milano, Carzaniga+Ueker a Basilea, Otto Gallery a Bologna. Nel 2004 tiene una personale alla Galleria Oredaria di Roma. Il MART di Trento e Rovereto nel 2005 lo invita a partecipare alla Mostra Per Esempio, opere dalla Collezione Unicredit. Dal 2006 collabora con la Galleria Marcorossi artecontemporanea (Milano, Pietrasanta, Verona, Monza).