Gli artisti che allestiranno nel corso dell’anno gli spazi della sede del Gruppo Saottini, durante 2 incontri, si confronteranno con imprenditori e personaggi del mondo della cultura sul tema del presente, su come capirlo e viverlo.

Informazioni

  • Luogo: GRUPPO SAOTTINI
  • Indirizzo: via C. Fenzi 1 - Brescia - Lombardia
  • Quando: dal 12/04/2012 - al 27/09/2012
  • Vernissage: 12/04/2012 ore 18.30
  • Generi: arte contemporanea, incontro – conferenza, collettiva
  • Email: anna.leopaldo@arteingenua.it

Comunicato stampa

LIVE ART

L’arte nelle sue diverse forme può rappresentare uno strumento straordinario per ritrovare quell’aria di innovazione, oggi così necessaria, per tradurre in pensieri e comportamenti positivi l’azione per nuove relazioni al fine di creare insieme il nostro futuro.

Partendo da questo concetto il GRUPPO SAOTTINI realizza questo nuovo progetto in collaborazione con l’Associazione ARTEINGENUA a sostegno della giovane Arte



4 parole - 4 artisti - 4 personalità del mondo della cultura e della cultura d’impresa

Equilibrio, Dettaglio, Racconto, Ricerca …in estrema sintesi il know how del Gruppo Saottini: quattro parole che sono i capisaldi del pensiero imprenditoriale e della sensibilità, condivisi anche dagli Artisti protagonisti.
Live Art nasce per mettere in contatto il mondo degli artisti e quello degli imprenditori, è l’inizio di un percorso che vede il linguaggio dell’arte come aiuto per decodificare una quotidianità sempre più complessa ispirandosi anche a modelli comportamentali innovativi. Si cercherà quindi di giocare sulla lettura della nostra società così articolata, considerando due punti di vista, apparentemente lontani, come il mondo dell'impresa e quello dell'arte per giungere a una sintesi costruttiva.

IL PROGETTO
Paolo Ceribelli, Guido Azzalin, Camilla Rossi e Francesco Levi sono gli artisti che allestiranno nel corso dell’anno gli spazi della sede del Gruppo Saottini in via Fenzi 1 a Brescia e, durante i 2 incontri di Giovedì 12 Aprile e Giovedì 27 Settembre 2012, si confronteranno con imprenditori e personaggi del mondo della cultura sul tema del presente, su come capirlo e viverlo.
Veri e propri eventi per offrire un’esperienza emotiva che vada a toccare le corde della sensibilità di tutti coloro che saranno interessati a condividere insieme questi momenti particolari.

MODALITA’ DI VOTAZIONE DEL PERCORSO ARTISTICO PREFERITO
Fino alla fine dell’anno i Clienti del Gruppo Saottini, gli amanti dell’arte, gli utenti del web saranno chiamati ad esprimere una preferenza rispetto al lavoro di ricerca dei quattro artisti sia tramite il sito del Gruppo sia durante gli incontri.
A Dicembre l’artista maggiormente votato riceverà un riconoscimento economico da parte del Gruppo Saottini, un supporto concreto per continuare il suo percorso artistico.







GLI INCONTRI – APERITIVI

“Per leggere la contemporaneità e poter immaginare il futuro dobbiamo conoscere più linguaggi in modo da poter interpretare meglio i cambiamenti, sempre anticipati dall’arte. In un momento come questo di incertezza proporremo al pubblico strumenti per cercare di orientarsi, avere un ventaglio di possibili letture del mondo che possano aprire orizzonti nuovi e contribuire ad una nuova coscienza collettiva. È come se il mondo dell’impresa, generalmente troppo appiattito sui temi della produttività e del profitto, potesse attingere dall’universo intellettuale degli artisti ottenendone una chiave di lettura capace di riportare il nostro Paese verso una fase di crescita e di rinnovata speranza... Arte “come albero di trasmissione” con il mondo, come ingrediente innovativo del nostro fare impresa, come antidoto al declino". Beatrice Saottini

PRIMO INCONTRO
Giovedì 12 Aprile 2012 – ore 18.30
Sede del Gruppo Saottini, via C. Fenzi 1 – Brescia

Relatori
BEATRICE SAOTTINI – Presidente del Gruppo Saottini
FERDINANDO MAGNINO – Presidente dell’ Ass. Arteingenua

Artisti
GUIDO AZZALIN - FRANCESCO LEVI

Intervengono
MASSIMO TEDESCHI - Giornalista e responsabile del Corriere della Sera edizione Brescia
UMBERTA GUSSALLI BERETTA - imprenditrice, collezionista, impegnata nel sociale
BRUNO SANTORI – Direttore di Omnia Orchestra e Direttore stabile dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo
GIACOMO MANZONI – Gallerista (Galleria Manzoni, Milano)

LE PAROLE CHIAVE DELL’INCONTRO: Dettaglio e Racconto

Dettaglio
Un direttore d’orchestra e un musicista sono attenti al dettaglio, sia esso scritto, sentito o immaginato; infatti, le esecuzioni-interpretazioni musicali, si differenziano nei dettagli. Anche un artista di arti visive nel realizzare la sua opera deve saper porre attenzione ai dettagli fino alla fine del processo di creazione e la capacità di concentrazione durante l’esecuzione rimane l’aspetto fondamentale della pratica artistica. La gestione manageriale di una azienda o la realizzazione di un prodotto presuppongono anch’esse la capacità di osservare, percepire e interpretare i dettagli.

Racconto
Il racconto presuppone l’ascolto, per raccontare bisogna essere disponibili e immaginare o lasciarsi trasportare dalla realtà. Il racconto può riguardare un sentimento, una sensazione , una vicenda, per un giornalista che si occupa di quotidianità. Raccontare è un bisogno, per un artista è un’urgenza fondamentale. Raccontiamo perché abbiamo delle cose da dire e da mostrare, perchè vogliamo confrontarci e ascoltare i nostri interlocutori. Nel Mondo economico e del lavoro il racconto è uno strumento fondamentale per aggregare una comunità o per dar luogo ad una joint venture.


SECONDO INCONTRO
Giovedì 27 settembre 2012 – ore 18.30
Sede del Gruppo Saottini, via C. Fenzi 1 – Brescia

Relatori
BEATRICE SAOTTINI – Presidente del Gruppo Saottini
FERDINANDO MAGNINO – Presidente dell’ Ass. Arteingenua

Artisti
PAOLO CERIBELLI – CAMILLA ROSSI

Intervengono
BRUNO SANTORI – Direttore di Omnia Orchestra e Direttore stabile dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo
GIACOMO MANZONI – Gallerista (Galleria Manzoni, Milano)



LE PAROLE CHIAVE DELL’INCONTRO: Equilibrio e Ricerca


Equilibrio
L’equilibrio può essere stabile o instabile, l’artista, il coreografo e il danzatore, attraverso l’espressione del corpo, creano e spezzano continuamente gli equilibri. Si può danzare con il corpo, con le parole, con le idee e si può far danzare un pennello sulla tela o le mani sulla tastiera. Nella danza contemporanea diventa fondamentale l’interazione con lo spazio e tra i danzatori stessi, attraverso l’improvvisazione ogni ballerino ricerca il proprio specifico linguaggio per diventare l’autore di se stesso. In questo momento delicato anche nella nostra quotidianità dovremmo sentirci, se non danzatori, o artisti, i protagonisti delle nostre vite.

Ricerca
Un artista, spesso per tutta la vita, continua a cercare e ricercare possibili nuove strade, continua a sperimentare e mettere in discussione le proprie certezze per sviluppare inediti percorsi. nella cultura d’impresa, il termine ricerca rimanda alla parola sviluppo e indica la parte dell’azienda, siano uomini, mezzi e risorse, che viene dedicata allo studio dell’innovazione, anche tecnologica, per migliorare i prodotti, i processi di produzione e i servizi. Per entrambi la ricerca è un aspetto fondamentale della propria crescita e la risorsa da attuare per capire il presente e proiettare lo sguardo al futuro.