Lisa Batacchi – Victoria’s Secret

Pisa - 07/12/2014 : 07/01/2015

Il titolo "Victoria's Secret" si riferisce alla celebre catena di negozi di indumenti intimi americani che contiene in nuce l’immagine della donna occidentale emancipata e consumista, ma allo stesso tempo gioca sul nome del Royal Victoria Hotel di Pisa, scelto come location dove progettare un intervento specificamente pensato per la XVIII edizione del Festival Nessiah di musica e cultura ebraica.

Informazioni

Comunicato stampa

VICTORIA'S SECRET

un progetto di Lisa Batacchi
a cura di Federica Forti

per Nessiah Festival di musica e cultura ebraica
www.nessiah.it
presso Royal Victoria Hotel, Lungarno Pacinotti 12, Pisa

5 dicembre - laboratorio di cucina con l'artista
7 dicembre - inaugurazione della mostra


Il progetto nasce da una precedente ricerca di Lisa (Kupferberg) Batacchi con cui l'artista ripercorse la storia della propria famiglia, partendo dalla memoria culinaria.
Una ricerca nata in una dimensione intima e privata, quella della cucina della propria madre, che in questa occasione diventa laboratorio condiviso



OPEN CALL

5 Dicembre 2014_ laboratorio di cucina "Victoria's recipes":
inizio ore 12:00

Solo su prenotazione scrivere a
[email protected]

Durante i laboratori verranno preparati 2 differenti tipi di dolci:
- Coconut Macaroons (dolce italo-francese adottato dagli ebrei per la Pasqua)

2- Rugelach (cugino del croissant francese, che letteralmente significa "piccole torsioni" in Yiddish)

Lisa (Kupferberg) Batacchi propone un originale laboratorio di pasticceria dalla tradizione ebraica come momento di condivisione dei saperi e delle tradizioni. Le ricette scelte dall'artista sono legate ad eventi storici come guerre e rivoluzioni, che hanno implicato scambi tra culture.



7 Dicembre 2014_ opening della mostra "Victoria's secret" ore 17:30 presso Royal Victoria Hotel, Pisa


Il titolo "Victoria's Secret" si riferisce alla celebre catena di negozi di indumenti intimi americani che contiene in nuce l’immagine della donna occidentale emancipata e consumista, ma allo stesso tempo gioca sul nome del Royal Victoria Hotel di Pisa, scelto come location dove progettare un intervento specificamente pensato per la XVIII edizione del Festival Nessiah di musica e cultura ebraica.

Il progetto si focalizza sul ruolo centrale della figura femminile colta nella vita domestica di tutte le culture, partendo ora da quella ebraica. E’ la donna a trasmettere l’ebraicità ai figli ed è attraverso l'atto intimo del cucinare che vengono assimilate fin da piccoli storia e tradizioni.

La mostra espone le prime carte da forno realizzate dall'artista nel 2011 e note col titolo While waiting for something to change I'm having fun. Realizzati per l'occasione anche il libro d'artista e la progettazione di un forno comunitario pensata appositamente per la città di Pisa sulle tracce delle prime esperienze autonome di forni comunitari nell'Inghilterra Vittoriana, a cui l'affascinante storia del Royal Victoria Hotel è legata.