Lira Gallery Rome – Liudvikas Buklys & Benjamin Hirte

Roma - 06/10/2015 : 21/11/2015

Lira Gallery Rome presenta il progetto espositivo Half real, Half fiction realizzato dagli artisti Benjamin Hirte e Liudvikas Buklys.

Informazioni

Comunicato stampa

A metà tra realtà e finzione
Le cose non possono fare a meno di muoversi e nel raffigurarsi un movimento, bisogna trovare uno schema, la logica secondo il quale esso si sviluppa, un metodo che lo classifichi.
Lo si può fare includendone un possibile futuro, con una previsione in grado di creare una qualche forma concreta di presente, ovvero una realtà e un ambiente affidabili coi quali interagire. Si tratta di un insieme variegato di sistemi di classificazione e di accumulo costituiti da fasi e modalità di procedere, pagine, link, colori, vettori, cloud e anche vere e proprie nuvole

In questo spettacolo i termini realtà e finzione non sono né intuitivi né speculativi. Si tratta di risolvere dei problemi navigando a vista, passo dopo passo. I termini hanno a che fare col mondo della scultura, coinvolgono lo spazio e gli oggetti che da esso emergeranno... come un Nudo che Scende le Scale.
E' uno spettacolo che coinvolge diversi materiali e anche diverse persone, fra cui: l'Istituto Meteorologico Lituano, Metallguss, Loderer, Obi, un amico tipografo di Vilnius, una rivendita di gomma nel X distretto a Vienna, un negozio di pattini nel centro città, Sauro, Emanuel, Flavio e Ilaria.

(english version)

half real, half fiction
Things can’t help but move. Visualizing a movement you have to find a pattern, a logic of developement, a method to sort it. One can help by including its possible future. A forecast, to create some kind of practical present, a reliable reality and environment to deal with. There is all kinds of sorting and hoarding systems: steps, pages, links, colours, vectors, clouds. In this show the terms real and fiction are neither perceptive nor speculative, it’s about solving problems, driving by sight, spoon to mouth. They are sculptural terms dealing with space and objects, involving the seconds to come. Like a nude descending a staircase.
This show involves various materials, and people: The Lithuanian Metereological Institut, Metallguss Loderer, Obi, a printer friend from Vilnius, the rubber store in the 10th District and a skate shop in the city center of Vienna, Sauro, Emanuel, Flavio and Ilaria.