Liliana Cossovel – Sincerely Yours

Gradisca d'Isonzo - 07/10/2011 : 11/03/2012

Dopo la mostra "Spazzapan a Torino. Le collezioni Accati e Villa", che ha messo in luce gli aspetti meno noti della vicenda artistica e umana di Spazzapan, è ora la volta della rassegna dedicata a Liliana Cossovel, artista goriziana che seguendo idealmente l'esempio di Spazzapan ha sempre operato all'insegna dell'avanguardia, impegnandosi in una ricerca viva, incessantemente in movimento e rivolta al futuro.

Informazioni

Comunicato stampa

Un anno fa la Galleria Spazzapan veniva riaperta dopo un importante intervento di ristrutturazione e ampliamento degli spazi espositivi che ha proiettato la Galleria nel cuore del centro urbano dando sostanza fisica alla centralità simbolica che l'istituzione ha sempre avuto sul territorio


Oggi, a distanza di un anno, l’impegno congiunto e sempre più incisivo dei tre enti che partecipano alla gestione – Provincia di Gorizia, Comune di Gradisca d’Isonzo e Fondazione Carigo - sostenuto e sollecitato dal lavoro di un valido comitato scientifico indipendente - Maria Masau Dan, Isabella Reale e Raffaella Sgubin - vuole dare nuova forza e vigore a una politica culturale tesa a valorizzare le espressioni più innovative della cultura contemporanea.
Così, dopo la mostra "Spazzapan a Torino. Le collezioni Accati e Villa", che ha messo in luce gli aspetti meno noti della vicenda artistica e umana di Spazzapan, è ora la volta della rassegna dedicata a Liliana Cossovel, artista goriziana che seguendo idealmente l'esempio di Spazzapan ha sempre operato all'insegna dell'avanguardia, impegnandosi in una ricerca viva, incessantemente in movimento e rivolta al futuro. Composta prevalentemente da opere pittoriche se non per qualche sconfinamento nella grafica, la mostra si compone di 63 lavori che ripercorrono l’itinerario artistico della Cossovel, dalle prime esperienze veneziane fino alla produzione più matura.
Curata da Annalia Delneri, Conservatore della Galleria, la mostra intende dare la giusta collocazione nel panorama dell’arte regionale all’opera di Liliana Cossevol, un desiderio che la stessa artista aveva esplicitamente espresso in alcune lettere datate 1981 e indirizzate alla Galleria Spazzapan. Una volontà condivisa anche da Toni Follina, nipote della Cossovel. Che nel catalogo così si esprime: “Il mio desiderio e ora una felice realtà, perche Liliana Cossovel troverà un posto nella cultura del territorio dov’è nata e dove verrà finalmente riscoperto il suo ruolo di artista d’avanguardia. Partita ventitreenne da Gorizia, si è formata artisticamente a Venezia, ma nel suo lavoro la memoria del paesaggio carsico ritorna, soprattutto nei dipinti materici dei primi anni sessanta, dove il tema è la pietra, e anche se si tratta di una pittura astratta i titoli evocano inequivocabilmente l’attaccamento ai luoghi natali. E’ una memoria ed è un messaggio”.
Liliana Cossovel Sincerely Yours affida così alla Galleria Spazzapan il ruolo che le è stato proprio fin dai primi anni di attività, quello di collettore dell’attività “di quasi tutti i più importanti artisti regionali del secondo '900, contribuendo a creare una bibliografia su questo periodo dalla quale oggi non si può prescindere. Questa è la forza attuale della Galleria che, dunque, rinasce con un nuovo assetto, con una struttura più adeguata ai tempi e con immutato prestigio” come dichiarato dal Comitato Scientifico della Galleria.