L’età d’oro di Milano

Milano - 21/05/2015 : 28/06/2015

Quindici minuti di luci e colori, musica e proiezioni per raccontare - in forma libera e poetica – lo splendore del Quattrocento milanese.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO REALE
  • Indirizzo: Piazza Del Duomo 12 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 21/05/2015 - al 28/06/2015
  • Vernissage: 21/05/2015 ore 21.30
  • Generi: serata – evento, new media
  • Orari: dalle 21:30 alle 24:00
  • Email: paola@casiumani.it

Comunicato stampa

E’ di pochi giorni fa la dichiarazione del Finalcial Times, secondo il quale Milano sta vivendo un nuovo Rinascimento: un’inattesa metamorfosi della città che si mostra “protesa verso una nuova identità”. Ma il primo Rinascimento, la prima, vera “Età d’oro” di questa città è stato il Quattrocento, il secolo che rese famosa la città in Europa sotto il ducato prima dei Visconti e poi degli Sforza e che si vuol celebrare attraverso un’opera urbana multimediale nel cuore di Milano: Palazzo Reale



Dal 21 maggio al 21 giugno 2015, sulla facciata di Palazzo Reale sarà proiettata L’ETÀ D’ORO DI MILANO, quindici minuti di luci e colori, musica e proiezioni per raccontare - in forma libera e poetica – lo splendore del Quattrocento milanese.
L'iniziativa è promossa dal Comune di Milano - Cultura, Palazzo Reale e AGON con il contributo di SNAM e con INTERNI come mediapartner.

L'iniziativa fa parte di Expo in città, il palinsesto d’iniziative che accompagnerà la vita culturale della città durante il semestre di EXPO 2015.

La serata inaugurale prevede uno spettacolo di performer dal vivo, con musiche e proiezioni. Nelle altre serate, dalle ore 21.30 alle 24.00, l’opera sarà presentata in forma d’installazione attraverso le proiezioni non stop sulla facciata di Palazzo Reale.

Il progetto – ideato da CASTAGNARAVELLI ed AGON, e da quest’ultimo prodotto – non ha finalità didattiche, bensì evocative.
Si snoda attraverso quattro temi, i quattro focus che connotavano la città nel Quattrocento e che definiscono, ancora oggi, il DNA di Milano:
Raffinatezza, eleganza e cultura nella vita di corte (= cultura, moda e design, nella Milano di oggi);
Conquiste territoriali ed egemonia nel Nord della penisola (= leadership commerciale e aziendale che Milano ancora conserva nell’Italia di oggi);
Assistenza ai malati e agli indigenti, come la costruzione della Ca’ Granda e del Lazzaretto dimostrano (= ancora oggi, Milano è la capitale italiana del volontariato);
Rinnovamento urbanistico e architettonico, con le grandi fabbriche del Duomo, del nuovo Castello Sforzesco, della Ca’ Grande, del Lazzaretto, di Santa Maria delle Grazie (= la grande tradizione architettonica della Milano moderna e contemporanea), e vitalità commerciale e industriale, con produzione di tessuti, argenterie, armi (= Milano, anche oggi, dialoga commercialmente coi principali mercati europei).

“Questo progetto multimediale, che fa parte del palinsesto di Expo in Città, è un modo straordinario per raccontare, attraverso le immagini e la musica, lo splendore di un’epoca della storia dell’arte e della cultura di Milano e per collegarla idealmente al momento straordinario che la nostra città sta vivendo in questi mesi in occasione di Expo – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Filippo Del Corno – Milanesi e turisti potranno vedere la capacità evocativa che l’arte possiede in un luogo proprio nel cuore della città”

Snam ha offerto il suo sostegno all’evento nell’ambito delle iniziative di promozione della Mostra “Leonardo 1452-1519. Il disegno del mondo”, che si tiene proprio a Palazzo Reale e che vede Snam stessa tra i principali sostenitori con l’obiettivo di valorizzare ulteriormente la cultura e la memoria storica di Milano, cui la Società è legata sin dalla sua fondazione.


Le grandi immagini proiettate, ispirate all’iconografia dell’epoca (tarocchi, miniature, affreschi, disegni leonardeschi etc.), scelte ed elaborate da CASTAGNARAVELLI, cercano di suggerire il “clima” dell’epoca, pur con richiami al mondo di oggi, soprattutto nel finale. del video, in cui il mondo di ieri e di oggi convivono in una giostra festosa.


Grande attenzione è stata dedicata alla musica, ispirata alle composizioni, agli strumenti, alla vocalità dell’epoca, ed anche ad elementi del paesaggio sonoro tipico della città nel XV secolo. Una rielaborazione attenta al linguaggio contemporaneo per la composizione del sound design e della musica, originata da un Sanctus di Franchino Gaffurio, maestro di cappella del Duomo di Milano ritratto da Leonardo in un suo celebre dipinto. e curata per AGON, da Roberto Andreoni, Pietro Pirelli, Antonello Raggi e Giorgio Sancristoforo.


La Regia del suono sarà curata da Massimo Marchi, mentre drammaturgia e regia visiva da Paolo Castagna.




L’ETA’ D’ORO DI MILANO XV
THE GOLDEN AGE OF MILAN XV
opera urbana per musica e immagini

Piazzetta Reale.
dal 21 maggio al 21 giugno 2015,
dalle 21:30 alle 24:00.


Ufficio Stampa
Andrea Amato
347 4012610
[email protected]

Paola Conforti
02 54020212
[email protected]


Ufficio stampa Comune di Milano
Elena Conenna
[email protected]

































L’ETA’ D’ORO DI MILANO XV
THE GOLDEN AGE OF MILAN XV
opera urbana per musica e immagini

da un’idea di
CASTAGNARAVELLI
MASSIMO MARCHI

una produzione
AGON

regia video
PAOLO CASTAGNA

Ideazione musicale e sound design
ROBERTO ANDREONI
PIETRO PIRELLI
ANTONELLO RAGGI
GIORGIO SANCRISTOFORO
da Sanctus di Franchino Gaffurio

voce
MARIA ELENA ROMANAZZI

strumenti a fiato
MARIO ARCARI

ghironda
NICOLA CICERALE

regia del suono
MASSIMO MARCHI

realizzazione video
THE FAKE FACTORY

responsabile di produzione
MANUELA BOTTEGA

ufficio stampa e comunicazione
ANDREA AMATO
CASI UMANI

traduzioni
ELYSE RESNICK

si ringrazia
ALESSANDRA CHIARELLO per i dati forniti sulla Ca’ Granda


AGON

Centro di produzione fondato a Milano nel 1990, rappresenta un punto di riferimento per l’utilizzo delle tecnologie in campo musicale e artistico-multimediale. Opera principalmente nello spettacolo dal vivo, sperimentando nuovi linguaggi e proponendo forme innovative di rappresentazione attraverso la multidisciplinarietà, l’interattività, le performing arts. Ha realizzato oltre 350 produzioni: concerti, spettacoli di teatro-musica, video-opere, opere radiofoniche, installazioni multimediali interattive, progetti site specific, colonne sonore per film e video, eventi celebrativi. Alcuni lavori:
eventi site specific (Sassi di Matera, Cividale del Friuli, Stadio di San Siro, Parco Nord di Milano);
l’inaugurazione del Centenario del Futurismo con una grande installazione sulle facciate di Palazzo Reale e la piazza antistante, commissionata dal Comune di Milano e vincitrice del Best Event Award 2009;
audioscanMILANO, il suono della città, mappa sonora di 1.580 strade e piazze di Milano che, dopo l’esposizione al Palazzo Reale di Milano, ha sonorizzato “Milan Creativity City” all’EXPO 2010 di Shanghai;
attività concertistica per numerose istituzioni e festival, tra cui: IRCAM di Parigi, STEIM di Amsterdam, Orchestra Sinfonica della RAI, Electronic Music Stockholm, Festival Musica de Strasbourg, Ravenna Festival, Fondazione Benetton Iniziative Culturali, MITO Settembre Musica;
colonne sonore per il cinema, attraverso la collaborazione con il regista Ermanno Olmi e il musicista Fabio Vacchi; tra le realizzazioni quella per Il mestiere delle armi, premiato David di Donatello per le musiche;
lo spettacolo multimediale TURING a staged case history, in scena nella stagione 2012-13 del Piccolo Teatro di Milano e inserito nel contesto celebrativo mondiale del Turing Centenary Advisory Commitee, in occasione del centenario di Alan Turing (1912-1954), considerato uno dei padri dell’informatica.
Le installazioni interattive di AGON sono state presenti alla Biennale di Venezia, al Festival dei Due Mondi di Spoleto, al Palazzo Reale e alla Triennale di Milano, alla Luminale di Francoforte, in India, Israele, in Corea del Sud.


STUDIO CASTAGNARAVELLI

Lo Studio CastagnaRavelli si occupa di illuminazioni scenografiche, installazioni urbane e spettacoli.
Paolo Castagna, regista teatrale, è stato per dieci anni aiuto di Luca Ronconi; Gianni Ravelli, architetto e scenografo, è docente alla Scuola del Design del Politecnico di Milano. Progetti realizzati a Milano, Roma, Spoleto, Torino, Verona, Beirut, Grenoble, Londra, Los Angeles, New York, Tokio. E con Altagamma, Bloomberg, Brioni, CEA Grenoble, con i Comuni di Milano e di Roma, Electa-Mondadori, Gianfranco Ferré, Fondazione Intesa San Paolo, Fontana Arte, “Interni”, iGuzzini, McArthurGlen, Philips, Solidère, Piccolo Teatro, Teatro di Roma, Teatro alla Scala, 24 Ore Cultura, Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, oltre a molti altri marchi della moda e del design.
Un pannello di grandi dimensioni realizzato dallo studio è l’unica opera contemporanea esposta in permanenza al Colosseo di Roma, dove, nel 2013/14 lo studio ha curato l’illuminazione di due mostre. Fra i lavori più recenti: l’illuminazione interna ed esterna della Nuova Galleria Sabauda di Torino, in accordo con il progetto architettonico dello Studio Albini.

Lo studio ha conquistato il PREMIO LED Festival Internazionale della Luce 2009 per l’illuminazione delle vetrate del Duomo di Milano e il PREMIO Best Event Awards Italia 2009 per “Luci futuriste”, installazione urbana sul Futurismo, realizzata insieme ad AGON, per la quale è stato anche inserito nella SELEZIONE INDEX COMPASSO D’ORO 2010.