Lecture room – Susan Meiselas

Roma - 27/04/2017 : 27/04/2017

Nella lecture room dell’American Academy in Rome la fotografa Susan Meiselas racconterà con sguardo nuovo una serie di fotografie che lei stessa ha scattato nei tardi anni ’70 intitolata Prince Street Girls, una narrazione nuova, al femminile degli Italoamericani di New York negli anni ‘70.

Informazioni

  • Luogo: AMERICAN ACADEMY IN ROME
  • Indirizzo: Via Angelo Masina 5 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 27/04/2017 - al 27/04/2017
  • Vernissage: 27/04/2017 ore 18,30
  • Autori: Susan Meiselas
  • Generi: incontro – conferenza
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Il 27 aprile alle 18,30 nella lecture room dell’American Academy in Rome la fotografa Susan Meiselas racconterà con sguardo nuovo una serie di fotografie che lei stessa ha scattato nei tardi anni ’70 intitolata Prince Street Girls, una narrazione nuova, al femminile degli Italoamericani di New York negli anni ‘70.
Come l’artista stessa spiega, nel 1975, quasi 35 anni fa, stavo andando in bicicletta nel mio quartiere a Little Italy quando sono stata accecata da un lampo di luce per un attimo

La “sorgente” era un gruppo di ragazzine che stava giocando con uno specchietto, cercando di farmi andare la luce negli occhi. È stato in quel giorno che ho incontrato “the Prince Street Girls”, - questo il nome con cui ho battezzato questo gruppo di ragazze che sostava all’angolo della strada quasi ogni giorno -. Queste ragazze provenivano da piccole famiglie italoamericane ed erano quasi tutte parenti tra loro. Io ero la straniera che non apparteneva a nessuno. Little Italy era solo per italiani allora.

Il progetto fotografico nasce perciò da incontri fortuiti. Le ragazze chiedevano alla Meiselas di fare loro una fotografia. Inizialmente le accontentai solo per avere un contatto con loro. Se mi incontravano ad un supermercato o alla pizzeria, mi presentavano con fare riluttante ai loro genitori e non fui mai invitata nelle loro case. Ero una amica segreta e il mio appartamento divenne una specie di rifugio, in cui si recavano una volta avuto il coraggio di attraversare la strada (cosa che i loro genitori avevano proibito). Una delle Prince Street Girls, Pebbles, si è trasferita da New York a Napoli e ora ha un sacco di nipoti. Grazie a lei ho cominciato a rivisitare il progetto.