Lecture – Franco Rella

Firenze - 10/01/2013 : 10/01/2013

Al di là delle manipolazioni a cui oggi i corpi sono sottoposti, il corpo resta un enigma. Il corpo è enigma ma anche l’unica via d’accesso alla sua misteriosa verità.

Informazioni

Comunicato stampa

CCC STROZZINA
ORE 18:30 LECTURE / Franco Rella
(filosofo)
Figure del corpo e figure del sapere

INGRESSO LIBERO

Al di là delle manipolazioni a cui oggi i corpi sono sottoposti, il corpo resta un enigma. Il corpo è enigma ma anche l’unica via d’accesso alla sua misteriosa verità. È la via che hanno percorso le arti e la poesia, esplorando eros e malattia (Schiele e Thomas Mann), la scarnificazione (Giacometti e Beckett), la sua eccedenza (Bacon)

Con Bacon ci troviamo di fronte alla costruzione complessa di un vero e proprio dispositivo, che da un lato apre il corpo (attraverso la sfigurazione, e attraverso i suoi varchi) e dall’altro lo chiude dentro uno spazio quasi a contenere, a delimitare il male o la sofferenza che esso contiene. Nell’analisi del filosofo, la corporeità può essere indagata da poesia e arte attraverso il pathos, uno strumento che non appartiene a scienza e filosofia.

Franco Rella è docente di Estetica presso la Facoltà di Design e Arti dello IUAV di Venezia. Ha collaborato con numerose istituzioni museali internazionali in veste di membro e coordinatore di comitati scientifici (MART), nella realizzazione di progetti espositivi e come saggista all’interno di numerosi cataloghi. Ha inoltre curato collane per case editrici (Bertani, Feltrinelli, Cluva, Pendragon) e rubriche in riviste e quotidiani (La Repubblica, L’Unità). Tra i suoi scritti più recenti ricordiamo L’enigma della bellezza (2006) e Ai confini del corpo (ripubblicato nel 2012).