Lamberto Correggiari – L’Arte Brucia. Opere 1979-2010

Roma - 10/10/2017 : 31/10/2017

La Fondazione Ducci, da sempre impegnata nella promozione dell’arte dei protagonisti più influenti dello scenario contemporaneo, è lieta di organizzare la personale di Lamberto Correggiari «L’Arte Brucia. Opere 1979-2010».

Informazioni

Comunicato stampa

La Fondazione Ducci, da sempre impegnata nella promozione dell’arte dei protagonisti più influenti dello scenario contemporaneo, è lieta di organizzare la personale di Lamberto Correggiari «L’Arte Brucia. Opere 1979-2010» che, inaugurata il 10 Ottobre, rimarrà in esposizione fino al 31 ottobre 2017 presso la splendida cornice di Palazzo Cisterna sita in via Giulia 163 a Roma.
La mostra, presentata dal Prof. Claudio Strinati – Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione – propone una rassegna di opere atte ad indagare l’universo espressivo di un artista complesso quale è Lamberto Correggiari, mediante la selezione di alcune delle più importanti opere dell’artista


Lamberto Correggiari nasce a Pieve di Cento (BO) nel 1941. Nel 1966, giovanissimo, è insignito del premio per la “Giovane Arte in Italia” dal Comune di Ferrara e nello stesso anno progetta e realizza un negozio di cartapesta in cui si dedica , insieme al fratello Giorgio, alla creazione di una moda originale e anticonformista.
La fine di questa esperienza da avvio a una fase di intensa produzione artistica a cui risalgono i primi progetti ispirati dall’intenzione di ridefinire il rapporto tra arte e pubblico, individuo e ambiente, in una continua ricerca di un dialogo con la realtà.
Nel tempo si va delineando la natura dell’arte di Correggiari in quanto atto poetico per eccellenza. Per l’artista è l’interiorità a far scaturire le immagini, così come la leggerezza del segno e la profondità fisica della materia concorrono nell’espressione della dimensione fortemente psicologica e psicanalitica di un’immagine ambivalente. Trasmutazione e mescolanza surreale fra realtà eterogenee, le opere di Correggiari spaziano da figurazioni fitografiche a suggestioni tragico-grottesche che traggono ispirazione dal complesso universo dell’umano.
Artista coltissimo, formidabile e incessante disegnatore, fine incisore calcografico, lucido e razionale nel progetto dell’installazione, Correggiari mostra chiaramente, nelle sue diverse stagioni e opere, di aver saputo leggere e assimilare, con accenti personali, una vasta eredità culturale del modernismo.

La Fondazione Ducci è lieta di presentare una selezione di opere che illustrano la complessità dell’evoluzione espressiva dell’artista, indagando il suo universo attraverso cinque serie di opere ed installazioni realizzate tra il 1979 e il 2010.