Lalla Ramazzotti Morassutti – Dolomiti

Trento - 24/04/2014 : 11/05/2014

In occasione della 62° edizione del Trento Film Festival, l’Associazione Culturale Villa Buzzati San Pellegrino - Il Granaio propone una mostra personale delle opere pittoriche di Lalla Ramazzotti Morassutti.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO TRENTINI
  • Indirizzo: Via Manci, 27 - Trento - Trentino Alto Adige
  • Quando: dal 24/04/2014 - al 11/05/2014
  • Vernissage: 24/04/2014 ore 11
  • Autori: Lalla Morassutti
  • Curatori: Valentina Morassutti, Carlo Marcello Conti
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal 26 aprile al 5 maggio, ore 10.00-13.00, 14.00-19.00 dal 6 all’11 maggio, ore 10.00-12.00, 14.00-18.00

Comunicato stampa

In occasione della 62° edizione del Trento Film Festival, l’Associazione Culturale Villa Buzzati San Pellegrino - Il Granaio propone una mostra personale delle opere pittoriche di Lalla Ramazzotti Morassutti. Curata da Valentina Morassutti e da Carlo Marcello Conti, questa mostra vuole essere un viaggio attraverso le montagne e la vita dell’artista


La mostra è composta di due sezioni: la prima interamente dedicata alla montagna, alle Dolomiti, con le opere che ci conducono alle pareti, alle cime, alle guglie, alle nubi e ai valloni; la seconda è un piccolo viaggio/racconto attraverso il mondo di Lalla, per scoprire da dove nasce questo legame così profondo e unico per la montagna.
Lalla, nasce a Milano nel 1925. Da sempre ha un legame davvero speciale con il mondo alpino, in particolare con le Dolomiti, le montagne che ha conosciuto e amato più di qualsiasi altra montagna. Fin da ragazzina Lalla ha la fortuna di condividere questa passione prima con il padre Eppe Ramazzotti e poi con lo Zio Dino (Buzzati), arrampica, cammina, passeggia e sogna in questo meraviglioso paesaggio, le Dolomiti, oggi giustamente riconosciute al mondo come Patrimonio dell’Unesco.
L’opera pittorica di Lalla Ramazzotti Morassutti ci regala una complessità di pensiero, celato però dal segno, espresso e risolto al punto da ottenere grande armonia e poesia, semplicità di emozioni, incanto.
Queste montagne, le Dolomiti, già per natura così straordinarie, così difficili da rappresentare, così assolutamente impossibili da riprodurre e quindi inevitabilmente interpretate, assumono nel segno di Lalla un pensiero che conduce alla purezza e al mistero della natura.
In collaborazione con Fondazione Dolomiti Unesco