La Traversée a Saluzzo

Saluzzo - 17/10/2016 : 23/10/2016

Mostra Nazionale Artigianato - Fuori Mostra. Azione itinerante di boijeot.renauld nelle piazze e nelle vie pedonali del centro storico di Saluzzo, da Piazza Cavour all’ex caserma Musso.

Informazioni

  • Luogo: ANTICHE SCUDERIE FONDAZIONE AMLETO BERTONI
  • Indirizzo: Piazza Montebello 1 - Saluzzo - Piemonte
  • Quando: dal 17/10/2016 - al 23/10/2016
  • Vernissage: 17/10/2016
  • Generi: design, serata – evento
  • Orari: 24ore su 24
  • Sito web: http://www.zooart.it
  • Email: info@art-ur.it
  • Patrocini: L’iniziativa è organizzata dal Comune di Saluzzo e dall’Associazione Art.ur Con il patrocinio di: Regione Piemonte Con il sostegno di: Fondazione CRT Gli sponsor tecnici sono: CLEN, Fondazione Amleto Bertoni I Media partner sono: La Stampa, Unico Scenografia: 2m26 Grafica: egovitaminacreativa

Comunicato stampa

Dopo aver attraversato New York, Tokyo e Parigi, il famoso duo francese boijeot.renauld atterra nel centro di Saluzzo per costruire in piazza il necessario per vivere e occupare lo spazio pubblico 24 ore su 24, con tavoli, sedie, letti e caffettiere.
In concomitanza con l’inaugurazione della Mostra Nazionale Artigianato il 21, dal 17 al 23 ottobre, i due artisti abiteranno il centro di Saluzzo, accompagnati da chi vorrà lasciarsi coinvolgere in una temporanea e conviviale occupazione di strade e piazze


L’architetto Sebastien Renauld e il sociologo Laurent Boijeot hanno iniziato nel 2010 una serie di azioni, chiamate “Traversée” (traversata) che implicano la costruzione partecipata e pubblica e lo spostamento collettivo di tavoli, sedie e letti in legno. Tipico dell’ambiente domestico, il mobilio è costruito seguendo una progettazione semplice e facilmente riproducibile, che rievoca i principi d’auto-costruzione e le forme disegnate dal designer Enzo Mari negli anni ‘70.
Nel caso del duo, gli oggetti non sono solo funzionali all’abitare lo spazio pubblico 24 su 24. Costruire e trasportare in strada cose destinate all’ambiente di vita privato è prima di tutto un pretesto per attivare situazioni insolite e informali di condivisione e di discussione attorno al “fare insieme” nello spazio pubblico. Il tavolo, il letto, la sedia sono il minimo comune denominatore per infiltrare in città un set inconsueto e utopico che propone il mutuo scambio e l’incontro.
Nel 2012 boijeot.renauld hanno portato la Traversée alla Biennale di Architettura di Venezia e per 192 ore consecutive hanno costruito, vissuto e spostato in città decine di tavoli e sedie. Da allora, su invito o per iniziativa personale, il duo ha attivato la Traversée in diversi contesti urbani, tra cui Parigi, New York e Tokyo.

A Saluzzo, l’azione farà da preambolo alla tradizionale Mostra Nazionale Artigianato, che per due settimane, a partire dall’opening di venerdì 21 ottobre, promuoverà percorsi espositivi, conferenze e discussioni legate al lavoro artigianale del legno e al tema della musica.
Strumenti di parola come i tavoli o veicoli di beato silenzio come i letti saranno prodotti e accordati durante i primi tre giorni dell’azione, dal lunedì al mercoledì, in Piazza Cavour, nei pressi dell’ala mercatale. Il duo e chi vorrà unirsi a loro, presidierà il cantiere giorno e notte, mangiando e dormendo in loco, per arrivare alla costruzione di più unità abitative.

Lungi dall’essere naif, la proposta di far collassare la divisione tra pubblico e privato e di stimolare l’attraversamento collettivo dello spazio urbano, ben mantenendo una connotazione ludica, intende provocare un’inversione dei modi in cui ci si relaziona al prossimo sconosciuto nello spazio pubblico, attivare il muto aiuto e stimolare contro-forme

di rappresentazione nella città. Quello che boijeot.renauld sostengono è un’idea di architettura che è costruzione dinamica di spazi di vita attraverso il superamento di muri sociali e individuali. La messa in evidenza dell’esistenza di tali muri passa, per il duo, attraverso la rappresentazione, temporanea e gioiosa, della loro assenza.

Dal giovedì alla domenica, le unità saranno trasportate a spalla per le vie e le piazze del centro storico, tracciando un itinerario che sarà da scoprire giorno per giorno. Chiunque vorrà appropriarsi di un tavolo e di un letto e provare l’esperienza di invertire, anche se in modo temporaneo, ritmi di vita abituali e relazione consueta allo spazio pubblico sarà il benvenuto. La partecipazione all’azione sarà infatti aperta a tutti, giorno e notte.
La Traversée terminerà domenica 23 ottobre con un pic-nic in FAB, all’ex-caserma Musso, dalle ore 12.00.