La Pietra Campanedda di Salemi / Nicola Figlia

Salemi - 18/10/2012 : 31/10/2012

Il 24 Maggio del 2012, all’Assessorato Regionale dei Beni Culturali ed Ambientali e dell’Identità Siciliana, la Commissione REI presieduta dall’Esimio Prof. Aurelio Rigoli Presidente del centro internazionale di etnostoria, ha iscritto nel Registro dei Beni Immateriali, Libro dei Saperi, la Pietra Campanedda di Salemi. Oltre alla conferenza è prevista la mostra di Nicola Figlia “Un’iconografia del volto” a cura della Prof.ssa AnnaMaria Ruta Critica e Storica dell’Arte.

Informazioni

Comunicato stampa

"LA PIETRA CAMPANEDDA”
di SALEMI

Iscritta nel Registro delle Eredità Immateriali dell’UNESCO


Il 24 Maggio del 2012, all’Assessorato Regionale dei Beni Culturali ed Ambientali e dell’Identità Siciliana, la Commissione REI presieduta dall’Esimio Prof. Aurelio Rigoli Presidente del centro internazionale di etnostoria, ha iscritto nel Registro dei Beni Immateriali, Libro dei Saperi, la Pietra Campanedda di Salemi.
La richiesta e tutta la documentazione occorrente è stata prodotta a cura di Irene Cavarretta e Mariella Barbera dell’Associazione Culturale ARCHETIPO, che dal 2011 segue l’iter amministrativo, precedentemente approvata dalla soprintendenza dei beni culturali di Trapani



La quasi totalità dei centri storici Siciliani è stata mirabilmente realizzato in pietra dalle sapienti mani di artigiani che nel corso dei secoli, stratificazioni su stratificazioni hanno realizzato monumenti e opere d’arte.

Non si sottrae a questa realtà Salemi, che con il suo prezioso centro storico, in gran parte salvato al dramma del sisma del ’68, che ha interessato tutti i paesi della valle del Belìce, sta cercando oggi di affrontare l’intervento volto alla tutela e alla salvaguardia del suo centro antico realizzato in pietra locale (Campanedda) estratta in cave e grotte situate nel territorio di Salemi.

Nell'intento di valorizzare Tutelare e Recuperare la cultura della Pietra “Campanedda” di Salemi, l' Associazione Culturale ARCHETIPO si è fatta promotrice dell’iniziativa “LA PIETRA CAMPANEDDA_eredità immateriale dell’UNESCO tra Artigianato e Restauro”.
Iniziativa patrocinata dal Comune di Salemi, dall'Assessorato Regionale dei Beni Culturali, dalla Soprintendenza dei Beni Culturali ed Ambientali di Trapani, dalla Commissione REI, dal Centro Internazionale di Etnostoria, dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Trapani, dalla Fondazione Federico II.
La conferenza è prevista negli spazi del Castello di Salemi per la data 18 Ottobre 2012 dalle 18:00,

Dopo i saluti
di

Leopoldo Falco
Presidente della Commissione Straordinaria
del Comune di Salemi

Apertura Irene Cavarretta Associazione Culturale Archetipo
Interverranno:

Aurelio Rigoli
Presidente della Commissione REI e del centro internazionale di Etnostoria

Paola Misuraca
Soprintendente pei i Beni Culturali ed Ambientali di Trapani

Ferdinando Maurici
Direttore del Comprensorio Archeologico di Monte Iato

Alberto Ditta Presidente dell’Ordine degli Architetti di Trapani

AnnaMaria Amitrano
Ordinario di Etnologia e di Etnostoria Ordinario di Storia delle Tradizioni Popolari Università di Palermo

Aurelio Pes
Segretario della Commissione Scientifica R.E.I.

Antonino e Giuseppe Scalisi
Artigiano e Cavatore di pietra Campanedda di Salemi

Baldo Gucciardi Consigliere Fondazione Federico II


Oltre alla conferenza è prevista la mostra di Nicola Figlia “Un’iconografia del volto” a cura della Prof.ssa AnnaMaria Ruta Critica e Storica dell’Arte.
La mostra prevista al piano primo del Castello di Salemi, sarà inaugurata il 18 Ottobre a conclusione della conferenza con la presentazione delle opere da parte dell’Autore e della Critica. La mostra sarà visitabile fino al 31 Ottobre 2012.