La natura: lo sguardo dell’illuminista e dell’artista

Navelli - 14/07/2012 : 26/08/2012

85 volumi sette- e ottocenteschi della “Storia naturale” di Georges-Louis Leclerc aprono l’Estate navellese.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO SANTUCCI
  • Indirizzo: borgo di Navelli - Navelli - Abruzzo
  • Quando: dal 14/07/2012 - al 26/08/2012
  • Vernissage: 14/07/2012 ore 18
  • Generi: documentaria
  • Orari: dal mercoledì alla domenica (mattina 10,30 -12,30; pomeriggio 17,00 - 19,30).
  • Biglietti: ingresso libero
  • Email: cristina@modiv.it
  • Patrocini: della Regione Abruzzo, della Provincia dell’Aquila e dell’Accademia delle belle arti di Roma

Comunicato stampa

Con la mostra “La natura: lo sguardo dell'illuminista e dell'artista”, il 14 luglio 2012 alle 18 la Pro Loco e il Comune di Navelli inaugurano il calendario dell’“Estate navellese” nella splendida cornice rinascimentale di Palazzo Santucci.
Ottantacinque prestigiosissimi volumi sette- ed ottocenteschi della “Storia Naturale”, la traduzione italiana dell’enciclopedia “Histoire naturelle, générale et particulière” di Georges-Louis Leclerc, conte di Buffon (1707 - 1788), sono stati infatti messi a disposizione dai fratelli pescaresi Giampiero e Fabio Verna per un allestimento affiancato dalle interpretazioni artistiche della designer aquilana di gioielli Martina D’Anastasio e della pittrice Silvia Valeri


L’esposizione è realizzata con il patrocinio della Regione Abruzzo, della Provincia dell’Aquila e dell’Accademia delle belle arti di Roma; è visitabile fino al 26 agosto 2012, ad ingresso gratuito, dal mercoledì alla domenica (mattina 10,30 -12,30; pomeriggio 17,00 - 19,30).

Il carattere precursore delle ricerche del conte di Buffon sui mondi animale, vegetale e minerale un secolo prima di Darwin, unito alla magia delle incisioni e delle illustrazioni (realizzate nella maggior parte dei casi sulla sola base di descrizioni, ma non per questo meno verosimili), è godibile fino in fondo nell’allestimento a Palazzo Santucci, in cui vengono accostate quattro diverse edizioni italiane della “Storia naturale” appartenenti alla collezione privata Verna. L’enciclopedia testimonia l'interesse verso la natura, lo stadio della sua conoscenza e la diffusione durante l’Illuminismo francese. È costituita da 36 volumi, otto dei quali postumi; venne pubblicata tra il 1749 e il 1789 e comprende un catalogo sistematico di zoologia, mineralogia e supplementi. Tra le edizioni in mostra c’è anche quella pubblicata nel 1782 dal tipografo, editore e libraio Antonio Zatta di Venezia.

«L’esposizione vuole porre l'accento sul nesso sempre presente e sempre mutevole tra indagine scientifica e interpretazione artistica della natura – spiega Rosa Rossi, presidente della Pro Loco di Navelli – dando rilievo, da una parte, alle riproduzioni dei vari aspetti del mondo della natura indagati dal Buffon, e dall’altra, focalizzando l'attenzione sull’operato di giovani artisti che pongono il mondo della natura al centro del loro lavoro e dei loro studi accademici».