La chiave contemporanea del Liberty

Cernobbio - 16/05/2014 : 08/06/2014

Il progetto va a realizzare un armonioso concerto delle arti, ricordando il periodo Liberty e facendo convivere in un solo ed unico evento pittura, scultura, architettura, arredamento e diversi oggetti di uso quotidiano che saranno esposti in mostra grazie alla collaborazione con l’Associazione culturale Ars Restauro di Merone .

Informazioni

  • Luogo: MUSEO DI VILLA BERNASCONI
  • Indirizzo: Via Regina - Cernobbio - Lombardia
  • Quando: dal 16/05/2014 - al 08/06/2014
  • Vernissage: 16/05/2014
  • Curatori: Lucia Magatti, Roberta Macchia
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: lunedì dalle 14 alle 19 martedì, mercoledì, giovedì e domenica 10.30-13 / 14-19 venerdì e sabato 10.30-13 / 17-23
  • Biglietti: ingresso libero
  • Patrocini: Evento a sostegno della Fondazione onlus PUPI Sponsored by: New Must Deutsche bank Crotto dei Platani Ars Restauro Associazione Agenti Immobiliari Forte dei Marmi Pasticceria Mignon Associazione Guide turistiche di Como e Provincia Imatfelco Sistema Como 2015 Como 2105 – Il canto della terra Cultmedia e communication Radio Ciao Como LakeApp Non solo Como Galleria Estense Arte

Comunicato stampa


Dal 16 maggio all’8 giugno 2014 si svolgerà l’evento culturale “La chiave contemporanea del Liberty” a Cernobbio presso l’elegante complesso di Villa Bernasconi. Il progetto va a realizzare un armonioso concerto delle arti, ricordando il periodo Liberty e facendo convivere in un solo ed unico evento pittura, scultura, architettura, arredamento e diversi oggetti di uso quotidiano che saranno esposti in mostra grazie alla collaborazione con l’Associazione culturale ARS RESTAURO di Merone . La prestigiosa location è un fantastico esempio di architettura liberty e probabilmente uno degli edifici italiani che rappresenta al meglio l’art nouveau

Chi deciderà di visitare la mostra, infatti, si accorgerà facilmente di quanto l’intero percorso espositivo rimandi, seppur in chiave contemporanea, al periodo storico in cui venne edificata la location a noi concessa.
Il progetto, dunque, è mirato all’accostamento delle scoperte che gli stessi artisti avranno modo di fare, studiando lo stile Liberty e "vivendo" la villa nei momenti che precederanno l’esposizione. Una manifestazione che coniuga in modo coerente il progetto artistico, il novecentesco progetto architettonico ed il contesto storico e sociale in cui è nato ed oggi continua ad esistere e che sicuramente non mancherà di suscitare interesse da parte dei visitatori.
Gli artisti trarranno ispirazione da essa e da ciò che in essa è contenuto, non riproducendone fedelmente i dettagli, ma curandone soltanto alcuni elementi con la piena libertà di andare oltre il periodo storico a cui la villa appartiene.
L’ambiziosa volontà delle curatrici è quella di portare avanti il progetto al fine di realizzare una mostra d’arte in cui esporranno affermate personalità del mondo artistico quali Matteo Galvano e Marco Minotti , che porteranno le loro innovative e moderne ricerche pittoriche a creare un totale contrasto con il contesto storico, ma che tuttavia si rispecchieranno nelle particolarità delle opere stesse con il linguaggio del passato, poichè unite da un saldo filo culturale al pensiero Liberty. Inoltre saranno presenti in mostra le opere del noto artista e designer comasco Giulio Mantovani e della fotografa Sara Piazza, che ha realizzato per l’occasione anche i ritratti degli artisti presenti in mostra.
La mostra “La chiave contemporanea del Liberty” non si limita a far conoscere al pubblico l’operato di questi grandi artisti, ma vuol far vivere ai visitatori il periodo liberty nel territorio lariano. Prestigiose collaborazioni fanno da contorno a quest’importante evento. Una serata sarà dedicata al restauro ed una serata alla danza. Una mostra che saprà sorprendervi in tutto perfino nella realizzazione del catering curato dalla pasticceria Mignon di Lurate Caccivio ed in collaborazione con gli studenti del corso di pasticceria del CFP di Como. La mostra sarà ad ingresso libero e a sostegno della Fondazione Pupi. Il progetto è sviluppato grazie alla collaborazione del Comune di Cernobbio.
Durante la mostra sono in programma anche eventi collaterali dedicati al restauro, alla danza, alla poesia.