Klaus Filip/Agnes Hvizdalek

Bologna - 16/01/2013 : 16/01/2013

Xing e Sant'Andrea degli amplificatori presentano a Raum il duo Klaus Filip/Agnes Hvizdalek, esponenti della scena impro elettro-acustica viennese.

Informazioni

  • Luogo: RAUM
  • Indirizzo: Via Ca' Selvatica 4/D - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 16/01/2013 - al 16/01/2013
  • Vernissage: 16/01/2013 ore 22
  • Autori: Klaus Filip/Agnes Hvizdalek
  • Generi: performance – happening, serata – evento
  • Email: pressoff@xing.it

Comunicato stampa

Mercoledi 16 gennaio alle 22.00 Xing e Sant'Andrea degli amplificatori presentano a Raum il duo Klaus Filip/Agnes Hvizdalek, esponenti della scena impro elettro-acustica viennese.

Pioniere del laptop, Klaus Filip è fortemente influenzato dalla tecnologia e dalle possibilità espressive offerte dal computer, con cui improvvisa dal vivo dal 1993

La sua ricerca attuale è incentrata sull’uso di onde sinusoidali e sulla loro sovrapposizione e distribuzione nell’ambiente circostante: il range di sonorità delle sinewaves è indagato in modalità aperte e dinamiche in relazione a ogni progetto, dai set noisy con Chulki Hong, fino alle esplorazioni della soglia dell’udibile con Radu Malfatti. Nel live di Bologna lo affianca Agnes Hvizdalek, improvvisatrice di origine austriaca, che utilizza voce e microfono come strumenti principali. Anche la sua formazione di vocalist è profondamente immersa nell'ambiente viennese: l’insegnamento di Franz Hautzinger e l’incoraggiamento di Otomo Yoshihide e Radu Malfatti hanno avuto un ruolo cruciale nel suo percorso, mentre Junko ha contribuito a focalizzare le sue ricerche sulle sonorità vocaliche radicali, che si esprimono al meglio nelle sue performance non amplificate. Negli ultimi anni ha autonomamente sviluppato un repertorio di tecniche personali che la portano a esplorare le estremità delle possibilità fisiche e vocaliche.

Klaus Filip, oltre che laptop performer, compositore e programmatore, è anche sviluppatore del freeware ppooll (noto in precedenza con il nome di lloopp), una collezione in rete di una varietà di moduli ampiamente utilizzata da musicisti di tutto il mondo per l’improvvisazione dal vivo. Ha realizzato musiche per cortometraggi, teatro, danza e ha all’attivo collaborazioni con numerosi musicisti internazionali fra cui Werner Dafeldecker, Dieb13, Christian Fennesz, Jason Kahn, John Butcher, Mattin, Taku Unami, Taku Sugimoto, Sabine Marte, Toshimaru Nakamura, Tim Blechmann, Burkhard Stangl, Eddie Prevost, John Tilbury, Jean-Luc Guionnet, Seijiro Murayama e Katharina Klement. Fra i suoi progetti attuali: Los Glissandinos (duo con Kai Fagaschinski), Taus (duo con Tim Blechmann), Ease (duo con Arnold Haberl) e il duo con Radu Malfatti. Il suo lavoro è edito da Another Timbre, Hibari Music, Earstwhile, L’innomable, Creative Sources, Grob Records 651 e Trost. Vive a Vienna, dove insegna alla Universität für angewandte Kunst.
losglissandinos.klingt.org/klaus2.html

Agnes Hvizdalek, vocalist viennese, ha studiato improvvisazione, antropologia sociale e culturale e arts management a Vienna, per poi spostarsi a Oslo nel 2008, dove ha proseguito gli studi in musicologia, fonetica e amministrazione culturale. Le sue ricerche recenti si sono concentrate sulle relazioni fra strutture musicali e organizzative nei collettivi di improvvisazione dimostrando la necessità di una interpretazione post-eroica della leadership nella dimensione artistica altamente idealistica della free improvised music. Oltre ai suoi progetti in solo, è interessata a percorrere le diverse strade dell’interazione nell’improvvisazione e a condividere con altri artisti l'interesse per il ruolo della musica nella società. Dal 2008 performa in duo con il veterano del noise Harald Fetveit, mentre nel 2010 ha fondato ÖNCZkekvist, una piattaforma di scambio e collaborazione composta da 30 musicisti della nuova scena dell’improvvisazione austriaca, norvegese e ceca. Ha lavorato con Kristin Andersen, Sejiro Murayama, Klaus Filip, Bonnie Jones, Manon Liu Winter, Burkhard Stangl e Mia Göran. Fra i festival ha cui ha partecipato: All Ears, Strange Art Festival, Happy Nordic Music Days, Støypå landet, il festival di sound art Manual for the Construction of a Sound in Norvegia, e Cable# a Nantes, Francia.

Sant'Andrea degli amplificatori, 'a small place for contemporary music', è una organizzazione indipendente che si occupa di musiche di ricerca, privilegiando nuove figure autoriali della scena italiana e internazionale per creare processi e terreni fertili alla discussione attorno a fenomeni culturali liminali. Attiva a Bologna dal 2007 ha organizzato una lunga serie di micro-set in una cantina in Via del Pratello, per poi spostarsi al Teatro San Leonardo – Centro di ricerca musicale, e approdare per la stagione 2012/2013 a Raum.