José Molina – A hero never dies

Milano - 07/11/2019 : 12/11/2019

Gli “eroi” dell’arte, della storia, della politica, della musica e della cultura sono protagonisti della nuova collezione dell’artista spagnolo, creata all’insegna del colore e della leggerezza in collaborazione con la Galleria Deodato Arte.

Informazioni

  • Luogo: DEODATO ARTE
  • Indirizzo: Via Santa Marta 6 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 07/11/2019 - al 12/11/2019
  • Vernissage: 07/11/2019 ore 18,30
  • Autori: Josè Molina
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a sabato 10.30 - 14 e 15 -19

Comunicato stampa

La Galleria Deodato Arte presenta una mostra con gli eroi di José Molina, artista dalla straordinaria padronanza tecnica applicata ai linguaggi della pittura e del disegno.
La collezione A HERO NEVER DIES, ispirata a personaggi del mondo della cultura, della politica, alle icone pop e ai capolavori dell’arte occidentale, è una novità assoluta nell’ambito della produzione artistica di Molina e sarà presentata in anteprima il 7 novembre alle 18.30 negli spazi della galleria in Via Santa Marta 6 a Milano, dove rimarrà esposta fino al 12 novembre



Le opere di Molina sono sempre state caratterizzate da una ricerca introspettiva di fondo e dall’esplorazione degli aspetti più reconditi dell’animo umano. Per raccontare queste storie ed esprimere queste condizioni l’artista ha utilizzato prevalentemente il bianco e nero, il segno virtuoso e deciso.
Oggi José propone per la prima volta una nuovissima collezione, all’interno della quale non utilizza il consueto linguaggio dai toni profondi e intensi del bianco e nero, ma le sfumature più giocose e leggere del colore, senza però rinunciare ad un potente linguaggio figurato visivo.
Come dice l’artista stesso, la nostalgia per il gioco, la sfida di provare nuovi linguaggi, una certa voglia di spensieratezza hanno ispirato la creazione di questo nuovo ciclo di lavori.

A HERO NEVER DIES risponde inoltre ad una delle più importanti funzioni dell’arte secondo l’artista, ovvero tenere accesa la memoria, facendo rivivere attraverso l’immagine icone del passato o del presente, personaggi che hanno influenzato o stanno influenzando le nostre vite. La sua vuole essere una rilettura, talvolta per omaggiare, talvolta per criticare in modo leggero ma penetrante. L’idea di reinterpretare capolavori dell’arte Occidentale e personaggi del nostro tempo attraverso il gioco è il suo modo di proporre un’arte accessibile a tutti, stabilendo un contatto più diretto con il suo pubblico. Alcuni esempi? Le opere dedicate a Picasso e a Salvador Dalì, entrambi spagnoli, sono un tributo a due personaggi che Josè considera in qualche modo suoi maestri.

Il titolo A HERO NEVER DIES non vuole proiettare queste figure in una dimensione che non ci appartiene in quanto umani, ma piuttosto farli sentire più vicini a noi attraverso uno sguardo di tenerezza o ironia a volte più pungente. Se da un certo punto di vista la collezione rappresenta una sfida e una novità assoluta nella produzione di Molina, dall’ altro strizza l’occhio al passato dell’artista, al mondo del design e dell’immagine corporate, che lo ha visto protagonista in passato quando collaborava con diversi brand internazionali.

Nelle parole del gallerista Deodato Salafia, alcuni spunti per comprendere il nuovo ciclo di Molina: “Le opere della collezione A HERO NEVER DIES vanno viste sotto due direttrici. La prima riguarda la questione pop e tecnica. Siamo stati abituati al fatto che le opere pop siano cariche di contenuto ma non necessariamente ricche di tecnica e Molina ha scelto di entrare in questo mondo alla sua maniera labour-intensive, e questo aspetto oggi diventa anche concettuale. Se ci riflettiamo buttare ore di lavoro per raccontare qualcosa per cui sarebbe bastato photoshop pare da insani di mente, e in questo vi è celato il messaggio moliniano. La seconda direttrice è quella storica: Molina mette nello stesso piano personaggi come Wonder Woman, Picasso o Freddy Mercury, in questo ha scelto il cuore del messaggio popolare, fin qui nulla di nuovo, ma ognuno di questi personaggi è in osservazione. Notate bene la postura e lo sguardo, uniti ai dettagli che compongono la scena; ogni personaggio ci guarda in modo indagatore, ci interroga da una parte chiedendoci cosa pensiamo di lui, se ha fatto bene o male, mentre dall’altra ci interroga chiedendoci se noi stiamo facendo bene o male alla storia della umanità”.




Le opere

La collezione A HERO NEVER DIES è composta dagli originali, ovvero pezzi unici realizzati con la tecnica ad olio e acrilico e da opere a tecnica mista su carta, dove convivono due codici distinti, il gioco e la classicità.
Gli sfondi delle opere sono la vera e propria narrazione, sono le storie che vive il personaggio in primo piano.

Alcune opere esposte durante l’esclusiva preview del 7 novembre:
WANDERING WONDER WOMAN: racconta di come i miti americani rischino di farci perdere il collegamento con il nostro passato, con le nostre origini. L’intento dell’artista in questo caso non è l’esaltazione del mito ma il recupero della nostra cultura attraverso un linguaggio più accessibile.

PICASSO E LE SUE PASSIONI: ragioni affettive per gli stessi natali che condividono i due artisti insieme al grande rispetto che Molina nutre per questo genio indiscusso dell’arte hanno dato vita a sedici opere ognuna delle quali racconta i temi e le passioni che hanno influenzato l’esperienza umana e artistica di Pablo Picasso.

PORTRAIT OF GIOVANNA: Domenico di Tommaso Bigordi, detto il Ghirlandaio, iniziò la carriera come orefice, ma non piacendogli il mestiere, divenne pittore. Josè nato a Madrid, da giovane studente dell’Accademia di Belle Arti frequentava assiduamente il Prado e il Thyssen e studiava minuziosamente le opere delle figure più eminenti della storia dell'arte. La rivisitazione dell’opera del Ghirlandaio vuole essere un omaggio al maestro ma soprattutto a tutte le donne che sono sempre muse ispiratrici per l’uomo non solo nell’arte, ma soprattutto nella vita quotidiana.

Oltre ai personaggi sopra citati, in mostra anche Salvador Dalì, Batman, Joker, Enrico VIII, Super David, la Venere di Botticelli, Albert Einstein, Elton John, Freddie Mercury, Obama e Trump.

Pronti ad incontrare gli eroi di José Molina?

Josè Molina
José Molina nasce a Madrid nel 1965. All’età di undici anni ha inizio la sua formazione in diverse scuole d’arte. A diciotto anni inizia a lavorare in pubblicità e nel frattempo frequenta l’Università di Belle Arti di Madrid per due anni. Tiene la sua prima personale Morir para Vivir nel 2004 a Milano. Questa prima produzione pittorica è caratterizzata da una ricerca introspettiva molto intensa. Tra il 2005 e il 2007 Molina completa la sua seconda collezione Predatores dove sposta la sua analisi sulla relazione uomo-società. La collezione vive una ricca stagione espositiva, tra cui, a Milano una personale presso il Museo della Scienza a cura di Vittorio Sgarbi. Seguono altre personali presso la Fondazione Mudima, le gallerie Ca’ di Fra e Mc2, e a Roma presso la Galleria Romberg. Dopo tre anni di bianco e nero, nel 2010 Molina realizza Cosas Humanas, dodici opere a olio su tavola di grandi dimensioni. Il fil rouge che lega insieme questi progetti nasce dalla magna questio sulla persona umana in tutte le sue dimensioni, sociale, spirituale e naturale. Molina ha esposto le sue opere in prestigiose istituzioni: Triennale, Milano; Fondazione Stelline e Fondazione Mudima, Milano; Real Academia de España, Roma; Museo Poldi Pezzoli, Milano; Reggia di Caserta; Museo Civico di Bressanone; Palazzo Ducale di Modena. Le sue opere sono state esposte a New York presso la galleria Able Fine Art e a Miami presso Context Art Fair. Ha una presenza stabile e forte in Asia. L’artista vive ora sul Lago di Como.

Deodato Arte
Deodato Arte è un brand che racchiude gallerie d’arte con sedi a Milano, Como, Porto Cervo e Svizzera. Dal 2010 propone artisti moderni e contemporanei di fama internazionale quali Andy Warhol, Pablo Picasso, Damien Hirst e Christo con un forte focus rivolto alla cultura Pop, Street e Urban, cui sono state dedicate mostre monografiche e collettive con artisti come Romero Britto, Takashi Murakami, Mr.Brainwash. Deodato Arte, oltre a seguire mostre e progetti interni, crea sinergie con musei, brands dinamici e partecipa a fiere nazionali e internazionali. La galleria Deodato Arte opera in modo multimediale anche tramite il mondo web: www.deodato.gallery dedicato alle mostre e agli artisti, www.deodato.com, un esclusivo e commerce per i collezionisti e i social network costantemente aggiornati.