Jorinde Voigt – Liebe als Passion

Roma - 28/11/2013 : 31/03/2014

Per la sua prima mostra personale in un’istituzione pubblica italiana l’artista presenta un’installazione composta da una serie inedita di sedici lavori su carta di gradi dimensioni.

Informazioni

  • Luogo: MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA
  • Indirizzo: Via Nizza, 138 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 28/11/2013 - al 31/03/2014
  • Vernissage: 28/11/2013 ore 19
  • Autori: Jorinde Voigt
  • Curatori: Maria Alicata
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a domenica, ore 11.00-19.00 / sabato: ore 11.00-22.00 (la biglietteria chiude un’ora prima). Da martedì a domenica dalle ore 11.00 alle ore 21.00 apertura dei cancelli (via Nizza 138 e via Reggio Emilia 54) per accedere agli spazi liberi: foyer, Hall, ristorante, caffetteria, terrazza e spazio Area.
  • Biglietti: Tariffa intera: non residenti 12,50 €, residenti 11,50 €. Tariffa ridotta: non residenti 10,50 €, residenti 9,50 €.
  • Email: macro@comune.roma.it
  • Uffici stampa: ZETEMA, MARIA BONMASSAR

Comunicato stampa

Dal 29 novembre 2013 al 9 marzo 2014, il MACRO presenta la mostra Liebe als Passion dell’artista tedesca Jorinde Voigt, protagonista emergente della scena artistica contemporanea internazionale, a cura di Maria Alicata.
Per la sua prima mostra personale in un’istituzione pubblica italiana l’artista presenta un’installazione composta da una serie inedita di sedici lavori su carta di gradi dimensioni.
Ogni disegno, come suggerisce il titolo della mostra, si riferisce a un capitolo o un estratto del libro di Niklas Luhmann Amore come passione, 1985, Laterza (titolo dell’edizione originale: Liebe als Passion. Zur Codierung von Intimität, 1982, Suhrkamp Verlag)

Fedele alla teoria sistemica, l’autore traccia un quadro generale dell'evoluzione della semantica dell'amore che è innanzitutto un codice, un mezzo di comunicazione della sfera più intima e profonda della persona.
Partendo dall’analisi del testo, Jorinde Voigt indaga a sua volta il processo di cognizione e comunicazione delle immagini interiori, individuali e collettive che risultano dal sentimento. L’artista disegna dei modelli di pensiero, delle mappe concettuali, tramite una struttura di coordinate spazio-temporali e categorie, come la posizione e il movimento del soggetto, i punti cardinali, la velocità del vento e molte altre.
Sui grandi fogli di carta si intersecano linee a matita e tratti d’inchiostro, zone marcate da pastelli colorati, collage di carta e foglia d’oro; intervalli di spazi vuoti si uniscono a segni derivanti dal linguaggio musicale, numerico e cartografico, fino a formare complesse costruzioni diagrammatiche, eterogenee, in continua mutazione, strutturate con un ritmo quasi musicale.
Jorinde Voigt si distingue come un’eccezione tra gli artisti della sua generazione: fin dagli esordi ha operato infatti quasi esclusivamente con il disegno, divenuto per lei strumento immediato per misurare la realtà, sviluppando sulla carta un proprio linguaggio visuale, una sorta di codice astratto, profondamente soggettivo, anche se sottomesso a rigide regole. Oltrepassando il confine tra scienza e arte, Jorinde Voigt analizza – attraverso notazioni e partiture – strutture sociali, trasformazioni politiche, eventi culturali, molteplici fenomeni naturali e anche sistemi di comunicazione, come quello dell’amore.
La mostra sarà accompagnata da un catalogo in doppia lingua, italiano – inglese, edito da MACRO-Quodlibet che conterrà una conversazione di Maria Alicata con l'artista, altri contributi critici e un ricco apparato iconografico.
Si ringrazia la Galleria Marie-Laure Fleisch per la collaborazione.




Biografia
Jorinde Voigt è nata a Francoforte nel 1977. Attualmente vive e lavora a Berlino. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive oltre ad eventi artistici internazionali, fra cui si segnala: ZKM Museum für Neue Kunst (Karlsruhe, Germania, 2013); Centre Pompidou - Musée National d´Art Moderne (Parigi, 2013); Langen Foundation (Neuss, Germania, 2013); Kupferstichkabinett (Berlino, 2013); Nevada Museum of Art (Reno, USA, 2013); Royal Ontario Museum, (Toronto, 2012); Weizmann Institute of Science (Rehovot, Israele, 2012); Bonnefantenmuseum ‘Buitenshuis’ (Maastricht, 2012); Museum of Contemporary Art (Oslo, 2012); 54. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, Palazzo Papadopoli (Venezia, 2011); Pinchuk Art Center (Kiev, 2011); Von der Heydt-Museum (Wuppertal, Germania, 2011); Museum der Bildenden Künste Leipzig (Lipsia, 2010); Gemeentemuseum (L’Aia, 2010); Byrd Hoffman Watermill Foundation (New York, 2009); Martin-Gropius Bau (Berlino, 2008); Museum Folkwang (Essen, 2008). Le opere di Jorinde Voigt si trovano in numerose collezioni pubbliche, tra cui si ricordano: Art Institure Chicago; Museum of Contemporary Art, Oslo; Centre Pompidou – Musée National d’Art Moderne, Parigi; MoMA – Museum of Modern Art, New York; Leal Rios Foundation, Lisbona; Bundeskunstsammlung, Bonn; Kupferstichkabinett, Berlino; Kunstmuseum Stuttgart, Stoccarda; PIN – Freunde der Pinakothek der Moderne e.V., Monaco di Baviera. Nel 2012 vince il Daniel & Florence Guerlain Contemporary Drawing Prize.