Joan Saló / Giorgio Morandi – In Ascolto

Monza - 10/05/2018 : 16/06/2018

La galleria Maurizio Caldirola Arte Contemporanea è lieta di annunciare la seconda mostra personale dell'artista Joan Saló.

Informazioni

Comunicato stampa

La galleria Maurizio Caldirola Arte Contemporanea è lieta di annunciare la seconda mostra personale dell'artista Joan Saló.
Joan Saló nasce a Igualada, Spagna, e nel 2006 decide di iscriversi all’Accademia di Belle Arti di Bologna, città che lo ha messo in contatto con i grandi nomi dell’arte italiana e, in particolare, gli ha fatto conoscere le opere di Giorgio Morandi


Il Maestro bolognese è diventato un punto di riferimento importante nello sviluppo e nella ricerca del linguaggio pittorico di Saló che, in questa fase della sua attività artistica, è riuscito ad individuare i punti di contatto con il proprio mentore e ha avvertito l’esigenza naturale di un confronto più serrato.
Questo ha portato alla realizzazione di un nuovo ciclo di opere e all'ideazione di un progetto espositivo che vede l’installazione di questi ultimi lavori in dialogo con un’acquaforte di Morandi.
In ascolto, il titolo della mostra, sottolinea quindi l'atteggiamento di attenzione del giovane artista spagnolo per l'opera incisoria del grande Maestro del novecento, a cui si è ispirato, e fa riferimento all'interesse di entrambi gli artisti per l'elemento grafico della linea che da semplice segno formale diviene, nelle rispettive ricerche, elemento poetico e conoscitivo.
Scrive Federico Mazzonelli nel testo critico che accompagna la mostra: “Nonostante non vi sia nulla, a parte il ricorso all’elemento grafico e formale della linea e del tratto, che accomuni il lavoro di Joan Salò alla produzione incisoria di Giorgio Morandi, le opere che costituiscono l’ultimo ciclo del giovane artista spagnolo, ad una lettura più attenta, sembrano tuttavia trovare con la ricerca del grande pittore italiano affinità ben più sostanziali, rispetto a quelle che potrebbero sembrare sulle prime semplici operazioni citazioniste o didascaliche filiazioni visive. La ricerca di Salò è infatti rivolta fin dagli esordi ad un processo di attenta e sensibile trasfigurazione della materia, grazie ad un lento e paziente attraversamento della superficie della tela, la cui trama, ricalcata, ri-percorsa, ricreata cromaticamente e percettivamente, consente all’artista di rifondare, in ogni nuova opera, la propria azione. Salò, partendo dalla fisicità della tela, ne disegna lentamente la superficie come un campo tridimensionale di energie, di luce in espansione, un luogo assieme immaginario e reale, sospeso nel tempo eppure in divenire, astratto ma irriducibile. Se non si può certo parlare di una pittura austera, poiché anche quando si affidano a gradazioni monocrome di grigi-neri-bianchi i suoi dipinti sono sempre attraversati da un’ambigua tensione visiva, Salò sembra lavorare alla costruzione di spazi dai quali la confusione (del mondo) resta esclusa. Ogni suo lavoro nasce da una elaborazione e da una prassi specifica; eppure, ogni opera sembra annullare lo sforzo compiuto, come se la trama di linee, interruzioni e ripartenze, fosse emersa spontaneamente dal fondo della tela. (...) Come le incisioni di Morandi (come la sua pittura) le opere di Salò, sembrano trovare nella reiterazione di un soggetto e nella riproposizione di un lento ed ostinato modus operandi, la possibilità di compiere un’esperienza conoscitiva la cui intensità si basa sulla dilatazione del fare e dell’osservare.”

Testo critico a cura di Federico Mazzonelli
________________
Joan Saló Armengol
Igualada, Spain, 1983
Lives and works in Berlin and Barcelona
EDUCATION
2006-07 Course in painting at Academia di Belle Arti di Bologna - IT
2006 Bachelor in Fine Arts by University of Barcelona - ES
2004-05 Exchange course in Fine Arts University of Seville - ES
SOLO SHOWS
2016 “Hic-Stans”, N2 Gallery, Barcelona - ES
2015 “Nunc-Stans”, Maurizio Caldirola Gallery, Monza - IT
2014 “Quidquid latine dictum sit, altum videtur”, CCA Espai, Andratx - ES
2013 “Radiance”, N2 Gallery, Barcelona - ES
2010 “Monadism”, Mustang Art Gallery, Elx - ES
2007 “Cromo-zona”, Kgallery, Milan (Legnano) - IT
SELECTED GROUP SHOWS
2017 JCE Biennale, Le Beffroi, Montrouge - FR
"Between the Lines", Michele Mariaud Gallery, NYC- NY
2016 “Espectros Visibles”, Combustión Espontánea, Madrid - ES
2015 “10th anniversary”, N2 Gallery, Barcelona - ES
“Open Call”, Griffin Gallery, London - UK
“Above and Below”, Galerie Derouillon, Paris - FR
2014 “Premio Lissone”, Lissone Contemporary Art Museum, Lissone - IT
“Entangled” with Yotaro Niwa, Vesselroom, Berlin - DE
“Nit de l’Art” in collaboration with CCA, Andratx - ES
“Nit de l’Art” in collaboration with CCA, Palma de Mallorca - ES
“Shuffle"Kreuzberg Pavillon, Berlin - DE
“Artelateral”, Lateral Velázquez, Madrid - ES
“Group show” Invaliden 1, Berlin - DE
2013 PictoBcn, Hangar, Barcelona - ES
”XV International Call”Luis Adelantado Gallery, Valencia - ES
Rioja Parliament, Logroño – ES*
“Catalan Contemporary art Biennial”, Itinerary group show - ES
2012 “The Stream of no unconciousness”, Kreuzberg Pavillon, Berlin - DE
“Group show”, Rotebetkunst, Berlin - DE
“Catalan Contemporary art Biennial”, Itinerary group show - ES*
V.A.M. with oficina36, Barcelona - ES
2011 “Wallpaper”, AD Gallery, Barcelona - ES
“Sans Soleil”, SIM Gallery, curated by Pablo Marte, Berlin - DE
“Random”, 48 Stunden Neukölln, Berlin - DE
2010 “Trazos”, N2 Gallery, Barcelona - ES
Subsuelo Atelier, Berlin - DE
2009 “New Traditions”, Stone Gallery, Dublin - IE
2008 Museu del Montsià, Amposta - ES
Centre d’art Tecla Sala, Barcelona - ES
2007 NewCity Art Gallery, Long Island City, NYC - NY