Ivan Pedretti – Atmosphere

Olbia - 25/07/2014 : 30/08/2014

In breve tempo riscopre i luoghi dell’isola sotto un'altra prospettiva: la luce notturna. Pedretti va alla ricerca di un paesaggio non ancora raccontato della sua Sardegna, scatta panoramiche sotto le stelle e con una tecnica che ormai è diventata uno stile personale dei suoi lavori.

Informazioni

  • Luogo: ART PORT CORNER
  • Indirizzo: - Olbia - Sardegna
  • Quando: dal 25/07/2014 - al 30/08/2014
  • Vernissage: 25/07/2014 ore 10,30
  • Autori: Ivan Pedretti
  • Curatori: Maria Assunta Fodde
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da lunedì a domenica ore 11-22

Comunicato stampa

ATMOSPHERE
I cieli stellati sopra la Sardegna
Art-Port Corner_Aeroporto Olbia Costa Smeralda

Comunicato stampa

OLBIA, 24 luglio 2014 – La Geasar ospita nell’Art-Port Corner il fotografo pluripremiato del 2014, Ivan Pedretti con la mostra fotografica “Atmosphere”. Cagliaritano e autodidatta, ha portato all’Aeroporto Olbia Costa Smeralda gli scatti più significativi del suo lavoro di esplorazione notturna della natura e della Sardegna. Le foto di Ivan Pedretti sono state scelte dalla geasar anche per rappresentare l’isola all’interno della Vip Lounge del Costa Smeralda



L’esposizione di fine luglio ha l’obiettivo di raccontare un’isola magica illuminata da un mare di stelle, quelle della Via Lattea, la galassia ben visibile da ogni punto della Sardegna e che nelle foto di Pedretti assume la sua naturale forma di spirale. Un cielo stellato è il filo conduttore delle sue foto, dentro la cornice luminosa appare la scena esaltata ed enfatizzata dalle ombre. L’altro elemento costante infatti è proprio il luogo che Pedretti sceglie, spesso località solitarie in mezzo alla campagna, ma anche baie e coste di giorno affollatissime. A Ivan Pedretti piace ritrarre il momento nel quale la natura si riprende il suo ritmo, la tranquillità dopo l’assalto del giorno, l’effetto della terra immobile sotto un’atmosfera che la rischiara con la sua energia.

Un grande balzo nell’attività di reportage notturno, che Pedretti produce da alcuni anni, è arrivato nel 2014, a seguito del riconoscimento della sua tecnica fotografica con il premio Sony Photography Awards nella categoria panoramiche. Immediatamente dopo è arrivato il secondo premio con il concorso Panobook 2014, come best panoramic photographer 2014. Da allora le riviste specializzate internazionali gli dedicano servizi e copertine e, quella sua passione per il birdwatching e l’esplorazione della natura selvaggia, diventa anche la direttrice sulla quale orientare il suo stile professionale diventato riconoscibile nel mondo della fotografia di landscape.

La foto in mostra nella parete del Corner ritraggono il sito archeologico del Tempio di Antas a Flumini Maggiore, il faro di Capo Spartivento a Chia, il Castello di Acquafredda a Siliqua, Cala Cipolla nel cagliaritano e la costa di Is Arutas nell’oristanese. A chiudere la selezione in aeroporto e fare una sintesi sulla tecnologia umana e lo spazio, una visione del radiotelescopio di San Basilio, uno scenario a metà tra il surreale e il fantastico.

“Ivan Pedretti, giovane fotografo cagliaritano, comincia da autodidatta ad appassionarsi alla fotografia naturalistica nel 2010. In breve tempo riscopre i luoghi dell’isola sotto un'altra prospettiva: la luce notturna. Pedretti va alla ricerca di un paesaggio non ancora raccontato della sua Sardegna, scatta panoramiche sotto le stelle e con una tecnica che ormai è diventata uno stile personale dei suoi lavori. I suoi must sono assenza di presenza umana e location particolari, tra le sue preferite ci sono i siti archeologici e i fari costieri: esplora con attenzione luoghi selvaggi e ridà luce e atmosfera a quelli blasonati. Nel 2014 ha vinto il prestigioso Sony Photography Awards nella categoria panoramiche con la foto “starry lighthouse”, l’arco della galassia Via Lattea sopra il faro di Capo Spartivento, esposta a maggio alla Somerset House di Londra.” [Testo critico Maf – Geasar]

La mostra curata dall’Art-Port Olbia Airport Corner sarà visitabile fino al 30 agosto 2013, al piano terra dell’Aeroporto Olbia Costa Smeralda, e l’ingresso è libero.