Iurilli – 1192

Polignano a Mare - 22/04/2017 : 22/04/2017

Sarà proiettato, presso la Fondazione, il docufilm Iurilli - 1192, regia di Alessandro Piva, prodotto dalla Seminal Film, che racconta la poetica dell’artista Iginio Iurilli.

Informazioni

Comunicato stampa

Il 22 aprile alle ore 19, infatti, sarà proiettato, presso la Fondazione, il docufilm Iurilli – 1192, regia di Alessandro Piva, prodotto dalla Seminal Film, che racconta la poetica dell’artista Iginio Iurilli.

Iurilli – spiega la sinossi del docufilm – è partito negli anni sessanta con la pittura. Dopo un periodo di sperimentazione di nuove tecniche e materiali, realizza i primi bassorilievi in legno intagliato ricoperti di sale, di polvere di marmo o di sabbia di deserto e i grandi ricci di mare, per i quali ha conosciuto notorietà in Italia e all’estero

Il regista Alessandro Piva segue l’allestimento di due importanti mostre dell’autore, a partire dai momenti riflessivi della ricerca fino alla realizzazione delle sculture e l’allestimento nei musei.

Iurilli, inoltre, si confronterà in una conversazione, introdotta dalla direttrice del Museo Pino Pascali Rosalba Branà, con il regista e con i critici Christian Caliandro e Roberto Lacarbonara, autori insieme allo storico dell’arte Alfonso Panzetta dei saggi introduttivi del nuovo catalogo dedicato allo scultore. Intitolato L’Eco della Memoria il catalogo è ideato da Nicola Miulli Creations ed è stampato in tre colori differenti: verde, rosa, celeste. 60 copie recano sulla copertina un intervento dell’artista eseguito con varie tecniche comprendenti pittura, scultura, disegno a pastello e a inchiostro di china.

L’intento, spiega Iurilli, era quello di proporre una sintesi delle mie esperienze espressive che hanno caratterizzato il mio percorso creativo dagli esordi a tutt’oggi. All’interno del catalogo sono rappresentate opere ed installazioni dal 2009 ad oggi, molte delle quali inedite.

Sarà inoltre presentata “Art Bag – Rivista d’artista con sorpresa”.

La serata si svolge nell’ambito della mostra a White Tale prorogata fino all’11 giugno nel Salone centrale del Museo e che vede in dialogo lo scultore Iginio Iurilli e il fotografo Francesco Bosso, intorno al concetto di ‘bianco’, inteso come assoluto, trascendente, spirituale. La mostra è a cura di Antonio Frugis.