Itinéraire de réfugiés de la survie à la renaissance

Torino - 23/05/2018 : 30/06/2018

Un progetto fotografico realizzato da BSF Bibliothèques Sans Frontières nei campi profughi in Grecia e presentato in Alliance Française di Torino con la collaborazione del Liceo Regina Margherita di Torino.

Informazioni

  • Luogo: ALLIANCE FRANCAISE TORINO
  • Indirizzo: Via Saluzzo 60 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 23/05/2018 - al 30/06/2018
  • Vernissage: 23/05/2018 ore 18,30
  • Generi: fotografia

Comunicato stampa

Inaugura mercoledì 23 maggio alle 18.30, con l’intervento di Amandine Fourleignie-Duc, direttrice della comunicazione di Bibliothèques Sans Frontières (BSF), la mostra Itinéraire de réfugiés, de la survie à la renaissance, un progetto fotografico realizzato da BSF nei campi profughi in Grecia e presentato in Alliance Française di Torino con la collaborazione del Liceo Regina Margherita di Torino

La mostra presenta 18 fotografie che ripercorrono il cammino di rifugiati arrivati in Grecia, dando spazio alla speranza che sostiene i migranti nel loro viaggio, con un focus sull’uso delle mediateche in kit “Ideas box” proposte da BSF per dare accesso alla cultura e per permettere la creazione di legami sociali e condivisione.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Bibliothèques Sans Frontières e Alliance Française sono partner per favorire lo sviluppo di strutture educative nel mondo, attraverso le biblioteche mobili “Koombook” nell’ambito del programma “Alliance Française 3.0”.

Creata nel 2007 dallo storico Patrick Weil, Bibliothèques Sans Frontières (BSF) opera affinché tutti, nel mondo, possano vivere con dignità e realizzarsi attraverso un accesso facilitato, libero e aperto alle biblioteche, all’informazione e all’educazione, nella promozione costante della diversità culturale. BSF è attualmente presente in tutti i continenti con uffici regionali e lavora in una trentina di paesi. BSF lavoro con più di 500 partner in tutto il mondo, creando ponti fra strutture esistenti e popolazioni vulnerabili. Si fa anche portatore di campagne di sensibilizzazione come “Rapprochons les bibliothèques” nel 2017.