Isole altrove

Collinas - 01/01/2013 : 28/02/2013

Si tratta di una mostra collettiva con dieci artisti internazionali che hanno voluto donare al Museo le loro opere.

Informazioni

Comunicato stampa

ISOLE ALTROVE

MOSTRA INTERNAZIONALE
JAIME ARANGO CORREA . ERMENEGILDO ATZORI . MARIA VICTORIA GOMEZ
GIANLUCA NICOLETTI . SANDRA MIRANDA PATTIN . BIANCA LAURA PETRETTO
MAURIZIO RADICI . GIGI RIGAMONTI . TINEKE SMITH . MEI ZIQIAN
1 GENNAIO . 28 FEBBRAIO 2013

B&BArt Museo di Arte contemporanea Italia Colombia

via San Sebastiano, 12 Collinas

Italia
la mostra sarà aperta al pubblico per appuntamento

Con l’inizio del nuovo anno B&BArt Museo di arte contemporanea, a Collinas, in Sardegna, Italia, ospita
ISOLE ALTROVE con le opere di JAIME ARANGO CORREA, ERMENEGILDO ATZORI, MARIA VICTORIA

GOMEZ,GIANLUCA NICOLETTI, SANDRA MIRANDA PATTIN, BIANCA LAURA PETRETTO,
MAURIZIO RADICI, GIGI RIGAMONTI, TINEKE SMITH, MEI ZIQIAN.

Si tratta di una mostra collettiva con dieci artisti internazionali che hanno voluto donare al Museo le loro opere.
Un evento che vuole essere un omaggio all’arte e agli artisti, un modo per ringraziarli e per segnare la nascita
di un nuovo ciclo con l’arte e la creatività; un’azione concreta, di buon auspicio, per un anno produttivo, ricco
di energie, di trasformazioni e di movimenti con l’arte e gli artisti, per le persone che amano la bellezza, la
semplicità e la buona vita.
La mostra si può visitare tramite prenotazione dal 1 gennaio al 28 febbraio 2013.
E’ un’esposizione unica nel suo genere, un omaggio al nomadismo intellettuale e agli artisti che hanno
transitato a B&BArt lasciando traccia della loro arte con opere di pittura, grafica, scultura, fotografia, videoarte,
performance art e mixed media.
Isole altrove è il segno tangibile di un’esperienza che si ripete ogni anno, una scommessa sulla possibilità di
aprire spazi accoglienti e decentrati all’arte internazionale. Gli artisti si sono confrontati, scontrati, messi a
nudo, nello spazio del Museo che è diventato casa, studio, laboratorio, piazza, ma soprattutto conoscenza e
vita. Ognuno ha lasciato il proprio segno e ha portato via qualcosa. Isole altrove è il gesto, il pensiero, la traccia
di ciascun artista lasciata in un luogo dove l’arte contemporanea è una strada possibile per tutti, da scoprire nel
quotidiano.
I visitatori possono dormire tra le opere d’arte, mangiare, oziare e sentirsi in uno spazio del pensiero libero,
passeggiare in un borgo antico tra le colline del medio campidano a un passo dalle terme e da una serie di siti
archeologici e incontrare qualcuno degli artisti che lavora a contatto con la natura e vive in una casa che è un
museo, un luogo dove si mostra, appunto, e si gode la bellezza, la ricchezza e la vicinanza dell’arte.

Le opere di ISOLE ALTROVE sono gli oli erotici di Jaime Arango Correa, i nidi di saggina, le sculture di granito, i
bozzoli neri e la grafica di Ermenegildo Atzori, le foto pitture di corpi e ferite di Maria victoria Gomez.
Il viaggio di sola andata nelle provocanti opere di Gianluca Nicoletti, le opere intime e rituali di Sandra Miranda
Pattin, dal videoarte Versus Nomas alle pitture oniriche e alle fotografie atlantidee.
Il pozzo dei desideri di Bianca Laura Petretto racconta simbolicamente un viaggio di gesti e di segni non detti
nelle immagini di un videoarte, quelli che si perdono con le figure pittoriche e grafiche di animali improbabili di
Maurizio Radici. E ancora il viaggio tra nuvole e pitture concrete di Gigi Rigamonti, e il viaggio descritto in punta
piedi dalla danza grafica o tra le rughe delle pietre nei lucidi di Tineke Smith e poi, tra gli scatti di struggente
umanità, svelata dalle opere fotografiche di Mei Ziqian.