Io sono un astratto con qualche ricordo

Roma - 25/11/2012 : 25/11/2012

Fabiana Mendia, la storica dell’arte e giornalista che ha ideato e sviluppato il progetto per Arte In Diretta, proporrà “Io sono un astratto con qualche ricordo”, un’inedita chiave di lettura alla fruizione della mostra “PAUL KLEE E IL VIAGGIO IN ITALIA”, attualmente esposta alla Galleria Nazionale di Arte Moderna, Roma.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO DELL'ARA PACIS
  • Indirizzo: Lungotevere in Augusta - 00186 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 25/11/2012 - al 25/11/2012
  • Vernissage: 25/11/2012 ore 11 presso l'auditorium via di Ripetta, 190
  • Curatori: Fabiana Mendia
  • Generi: incontro – conferenza
  • Biglietti: ingresso libero fino a esaurimento posti
  • Sito web: www.arteindiretta.it
  • Email: arteventilibera@gmail.com

Comunicato stampa

Nuovo appuntamento di OLTRE LA MOSTRA per “Racconti di Storia dell’Arte”, con la “storia dell’arte” al centro di una nuova iniziativa di divulgazione culturale dedicata a studiosi, appassionati e curiosi di arte.


Domenica 25 novembre alle ore 11.00 presso l’Auditorium dell’Ara Pacis, Fabiana Mendia, la storica dell’arte e giornalista che ha ideato e sviluppato il progetto per Arte In Diretta, proporrà “Io sono un astratto con qualche ricordo”, un’inedita chiave di lettura alla fruizione della mostra “PAUL KLEE E IL VIAGGIO IN ITALIA”, attualmente esposta alla Galleria Nazionale di Arte Moderna, Roma



Il “racconto” della Mendia sarà accompagnato dalla lettura di alcuni brani critici e letterari, interpretati da Antonio Merone, tra cui P. Klee, H.L. Jaffè, W. HAftmann, G. Cortenova, W. Gropius.
Seguirà la proiezione del filmato “Il gioco dell'astrazione”.

Il passaggio di Klee dalla figurazione all'astrazione avviene dopo alcuni viaggi, in Tunisia e in Italia, dove Klee ha modo di conoscere le pitture pompeiane, e in Francia dove conosce Robert Delaunay e si interessa alle teorie sul colore. L'elemento cromatico è il punto di partenza per approfondire un mondo irrazionale e creativo, che si può esprimere in composizioni astratte,basate sulla realizzazione di tasselli geometrici di colore o in cui sono ancora riconoscibili le sintesi formali di elementi naturali, geometrici o derivanti dalla mistica, come la stella di David.
Klee stilizza la figura fino alla sintesi estrema che ricorda i manichini dei laboratori del Bauhaus e che testimonia la capacità di Klee di passare con grande libertà dall'astrazione completa a una figurazione completamente antinaturalista. Nel 1920 inizia a insegnare alla Bauhaus nella sede di Weimar, dedicandosi all'incisione e al disegno.







I PROSSIMI “RACCONTI” DI OLTRE LA MOSTRA:

Domenica 2 dicembre
Le ragioni dell’antico
Incontro di approfondimento sulla mostra “ANTONIO CANOVA. IL SEGNO DELLA GLORIA”, Museo di Roma in Palazzo Braschi, Roma (5 dicembre 2012 - 7 aprile 2013)

Domenica 16 dicembre
Il mondo dei vizi e delle virtù, delle stagioni, degli uomini e delle utopie
incontro di approfondimento sulla mostra “BRUEGEL. MERAVIGLIE DELL’ARTE FIAMMINGA” , Chiostro del Bramante, Roma (18 dicembre 2012 - 2 giugno 2013)


RACCONTI DI STORIA DELL’ARTE è promosso da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico - Sovraintendenza ai Beni Culturali, la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù e Zètema Progetto Cultura, in collaborazione con il Dipartimento di Storia, Culture e Religioni dell’Università “La Sapienza” di Roma e Arte In Diretta.