Interplay 2013

Torino - 22/05/2013 : 18/06/2013

Iil festival che trasforma Torino nella capitale della giovane danza europea ritorna per offrire al pubblico la selezione degli spettacoli più interessanti della scena performativa nazionale e internazionale.

Informazioni

Comunicato stampa

INTERPLAY‚ il festival che trasforma Torino nella capitale della giovane danza europea ritorna dal 22 maggio al 18 giugno per offrire al pubblico la selezione degli spettacoli più interessanti della scena performativa nazionale e internazionale.

L’edizione 2013 viene realizzata dall’Associazione Mosaico nonostante il drastico taglio di alcuni finanziamenti pubblici che ha seriamente compromesso la programmazione del Festival costringendo la direzione artistica a ridurre le giornate di spettacolo

La notizia giunge poco dopo l’annuncio della vincita del prestigioso Bando Europa Cultura 2007/2013 che permetterà ad Interplay‚ a maggio 2014‚ di presentare un nuovo progetto all’interno del festival‚ realizzato in collaborazione con i partner Francesi‚ Olandesi e Inglesi e con il Canada.
Interplay/13 ha quindi deciso di reinventarsi privilegiando una programmazione con serate long format.

La tredicesima edizione del Festival‚ considerato uno degli appuntamenti principali per scoprire i futuri talenti della danza contemporanea internazionale‚ offrirà una selezione degli spettacoli più innovativi della scena europea. Sui numerosi palcoscenici di questa edizione saliranno giovani coreografi che hanno fatto della ricerca il fulcro centrale del loro lavoro‚ regalando al pubblico una nuova prospettiva della danza d’autore.

I luoghi principali del festival saranno i prestigiosi palcoscenici del Teatro Astra e delle Fonderie Teatrali Limone ma non mancheranno come al solito luoghi meno convenzionali con gli interventi site specific in Piazza Vittorio a Torino e con la presentazione dei progetti speciali in Barriera di Milano (quartiere di Torino) e all’Hub Multiculturale Cecchi Point.
presentazione completa...


mercoledì 22 maggio
ore 20.00 / Teatro Astra
SPIC&SPAN \ short version
FOSCARINI:NARDIN:DAGOSTIN (I)

“Loro sono loro. Loro sono belli. Loro sono ok. Loro sanno di essere guardati. Loro non sanno. Loro non guardano. Loro hanno un corpo. Loro non ce l’hanno.
Loro sono vuoti. Loro sono uno due tre. Loro sono uno. Loro sono tre.
Che cosa vogliono nascondere? Mentono o dicono la verità? Che cosa non è come sembra? [...]”

leggi tutto...


FOSCARINI
NARDIN
DAGOSTIN
mercoledì 22 maggio
ore 21.30 / Teatro Astra
¿HASTA DÓNDE...?
COMPAÑÍA SHARON FRIDMAN (IL/E)

¿Hasta dónde...? è una lotta tra due lati, le facce interne che appartengono a tutti noi in un certo qual modo. La manipolazione che pratichiamo su noi stessi per spingersi ... fino a che punto? Fino a che punto possiamo trasmettere, quanto si può soffrire, fino a che punto ci si può gettare o essere gettati?

leggi tutto...


COMPAÑÍA SHARON FRIDMAN
mercoledì 22 maggio
ore 22.00 / Teatro Astra
TAO TE
FERENC FEHÉR (H)

TAO TE è tratto dal leggendario saggio cinese, famosa opera LaoTze, il Tao Te Ching - il sentiero della virtù. Nel titolo, Tao fa riferimento al percorso, la via, la legge universale, e Te si riferisce alla virtù - il potere attraverso il quale si manifesta tao. Il compito è quello di mantenere l'armonia.

leggi tutto...


FERENC FEHÉR
venerdì 24 maggio
ore 21.00 / Teatro Astra
HAY UN NO SÉ QUE NO SÉ DONDE
ELISABETTA LAURO & CESAR AUGUSTO CUENCA TORRES (I)

L'incertezza dei primi passi si evolve e si trasforma e diviene un corpo che urla. Poi il silenzio. E una domanda. A volte é necessario perdersi per potersi ritrovare.

leggi tutto...


ELISABETTA LAURO &
CESAR AUGUSTO CUENCA TORRES
venerdì 24 maggio
ore 21.30 / Teatro Astra
FOLK-S will you still love me tomorrow?
ALESSANDRO SCIARRONI (I)

Lo Schuhplattler è un ballo tipico bavarese e tirolese, significa “battitore di scarpe” e consiste letteralmente nel battere le mani sulle proprie gambe e calzature. In Folk-s, questa danza viene eseguita e concepita come indicazione di una forma preesistente e primitiva di pensiero. Il ballo come regola, dittatura, flusso di immagini che seguono il ritmo e la forma, non il contenuto.

leggi tutto...


ALESSANDRO SCIARRONI
sabato 25 maggio
dalle ore 17.30 / BLITZ METROPOLITANI in Piazza Vittorio Veneto
LANDS
ELÉONORE VALÈRE LACHKY (F)

Lands ha innanzitutto esplorato un ampio campo di movimenti possibili, per poi determinare un vocabolario fisico, i pensieri e le intenzioni sempre più specifiche. La danza di Lands è un dispiegarsi di strati narrativi del corpo danzante, dove le profondità e le superfici si confondono.

leggi tutto...


ELÉONORE VALÈRE LACHKY
sabato 25 maggio
dalle ore 17.30 / BLITZ METROPOLITANI in Piazza Vittorio Veneto
TE ODIERO
CANDELARIA ANTELO & ARTHUR BERNARD BAZIN (E)

[...] il punto di incontro tra l'amore e l'esasperazione che amplificano le relazioni e conducono ad alti e bassi sentimentali. Un luogo in cui i movimenti e i desideri si scontrano con la goffaggine dei corpi che abitano. Il confronto e l'unione si fondono e gli artisti intraprendono una danza abbagliante che è al tempo stesso volatile e unificatrice.

leggi tutto...


CANDELARIA ANTELO
& ARTHUR BERNARD BAZIN
sabato 25 maggio
dalle ore 17.30 / BLITZ METROPOLITANI in Piazza Vittorio Veneto
NO HABLA
ANDREA GALLO ROSSO E MANOLO PERAZZI (I)

“per vedere cosa c'e' sotto il proprio naso, occorre un grande sforzo”
George Orwell

leggi tutto...


ANDREA GALLO ROSSO E
MANOLO PERAZZI
sabato 25 maggio
dalle ore 17.30 / BLITZ METROPOLITANI in Piazza Vittorio Veneto
GOD BLESS YOU
DANIELE NINARELLO (I)

God Bless You riflette sull’enorme quantità di desideri che abbiamo, una moneta per ogni sogno che ci fa chiudere gli occhi e sperare, e allo stesso tempo riflette sulla figura dell’homeless, come custode di desideri inesauditi.

leggi tutto...


DANIELE NINARELLO
sabato 25 maggio
dalle ore 17.30 / BLITZ METROPOLITANI in Piazza Vittorio Veneto
TRAVERSE
SHANG CHI SUN (RC)

Traverse colpisce il pubblico prima di tutto con le sue variazioni, il suo ritmo, le stratificazioni del corpo e le sue condizioni, talvolta complementari, talvolta opposte. Si tratta della trascrizione in movimento di una presenza la cui forza, i cui desideri, impulsi, sono liberati e attraversano i suoi ricordi temporali.

leggi tutto...


SHANG CHI SUN
sabato 25 maggio
dalle ore 17.30 / BLITZ METROPOLITANI in Piazza Vittorio Veneto
TOYS?move on!
ANNA PIRATTI E SILVIA GRIBAUDI (I)

Ispirato all'articolo 4 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo: “Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma”. Molte donne e bambine in tutto il mondo sono trattate come merce, trafficate da un paese all'altro e vendute come fossero giocattoli: un business sempre fiorente anche in questo momento di crisi economica.

leggi tutto...


ANNA PIRATTI
E SILVIA GRIBAUDI
mercoledì 29 maggio
ore 19.30 / Fonderie Teatrali Limone - OUT
“TRANSPORTS EXCEPTIONNELS”
COMPAGNIE BEAU GESTE (F)

La macchina viene immagianta come un essere umano rude e imperfetto, come il Frankenstein di Boris Karloff o come la Bestia in La Bella e la Bestia. La piéce dà vita a un canto lirico e onirico quasi universale che può ricordarci anche l’infelice storia di Romeo e Giulietta.

leggi tutto...


COMPAGNIE BEAU GESTE
mercoledì 29 maggio
ore 21.00 / Fonderie Teatrali Limone - IN
FLATLAND
MOR SHANI (IL/NL)

“Sono un’energia connessa con tutte le energie intorno a me. Siamo esseri di energia connessi l’uno all’altro come una grande famiglia. E proprio qui, proprio ora, siamo fratelli e sorelle su questo pianeta, qui per fare del mondo un posto migliore. E in questo momento siamo perfetti. Siamo un intero, una cosa sola. E siamo bellissimi.”

leggi tutto...


MOR SHANI
mercoledì 29 maggio
ore 21.30 / Fonderie Teatrali Limone - IN
THERE WE HAVE BEEN
JAMES COUSINS (UK)

“[...] Mentre l’inverno si andava irrigidendo, la trasparente chiarezza degli occhi di Naoko sembrava crescere. Era una chiarezza che non aveva un luogo in cui andare”

leggi tutto...


JAMES COUSINS
mercoledì 29 maggio
ore 22.00 / Fonderie Teatrali Limone - IN
A SMALL GUIDE ON HOW TO TREAT YOUR LIFETIME COMPANION
FRASCATI PRODUCTIES / JAN MARTENS (B)

Un ballo di coppia, nel senso più letterale del termine: senza mai lasciarsi reciprocamente, Martens Jan e Steefka Zijlstra mostrano i cinque momenti chiave in una relazione.

leggi tutto...


FRASCATI PRODUCTIES
JAN MARTENS
giovedì 30 maggio
ore 19.30 / Fonderie Teatrali Limone - OUT
O | proiezione dell'architettura ossea
NICOLA GALLI (I)

OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
Superficie vertebrale, rettilineo, salita e discesa.
Continua transizione tra due punti, arco di congiunzione.

leggi tutto...


NICOLA GALLI
giovedì 30 maggio
ore 21.00 / Fonderie Teatrali Limone - IN
FinCheMorte \ primo studio
TECNOLOGIA FILOSOFICA (I)

FinCheMorte è un’indagine sul tema del trapasso.
[...] le persone muoiono come sono vissute, l'importante è arrivare vivi alla morte.

leggi tutto...


TECNOLOGIA FILOSOFICA
giovedì 30 maggio
ore 22.00 / Fonderie Teatrali Limone - IN
PARKIN’SON
GIULIO D’ANNA (I/NL)

Cosa raccontano due corpi essendo, allo stesso tempo, l’uno l’idea del futuro e l’altro quella del passato?

leggi tutto...


GIULIO D’ANNA
sabato 8 giugno
ore 17.30 / Barriera di Milano > WORKSHOP + EVENTO SITE SPECIFIC
Add Up Streetscapes > Barriera Senza Confini
SENZA CONFINI DI PELLE (I)

Il progetto Add Up di Senza Confini Di Pelle è uno strumento di indagine sociologica sull’urbanizzazione di una data area, che sviluppa risorse artistiche proprie della danza urbana, della performance, dell’happening. [...] Add Up > Barriera si basa sul desiderio di coinvolgere attivamente gli abitanti del quartiere di Barriera di Milano in un procedimento artistico che conduca alla creazione di una performance itinerante di danza urbana [...].

leggi tutto...


SENZA CONFINI DI PELLE
martedì 18 e mercoledì 19 giugno
ore 21.30 / Mosaico Danza – St. Della Viola, 1bis
ore 21.30 / Cecchi Point – Via Antonio Cecchi, 17
CLASH \ SHARED CHOREOGRAPICH RESIDENCY
DANIELE NINARELLO (I) YUKO KOMINAMI (J/L) STEPHAN HERWIG (D)

La creazione realizzata dal lavoro collettivo dei tre giovani coreografi selezionati per la SHARED in Residenza, Daniele Ninarello, dall’Italia, Yuko Kominami dal Lussemburgo e Stephan Herwirg dalla Germania.