Incendiati

Venezia - 11/04/2013 : 11/04/2013

La storia di un uomo e di una donna alla ricerca l’uno dell’altro per scoprire, forse, che può esistere un’isola immune al fuoco distruttore di una civiltà in decadenza. Fuoco simbolo di distruzione/purificazione, ma anche e soprattutto di una passione che mentre brucia totalizza un amore disperato e al tempo stesso romantico espresso nella semplice e terribile frase: “Vuoi bruciare con me?” [Pierpaolo Comini]

Informazioni

  • Luogo: TEATRO CA' FOSCARI
  • Indirizzo: Calle Larga Santa Marta Dorsoduro 2137 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 11/04/2013 - al 11/04/2013
  • Vernissage: 11/04/2013 ore 20.30
  • Generi: teatro

Comunicato stampa

In occasione del debutto dello spettacolo Incendiati, tratto dal romanzo di Antonio Moresco “Gli incendiati” (ed. Mondadori), giovedì 11 aprile 2013, alle 16, presso la sala Morelli, al piano terra del complesso Malcanton Marcorà dell'Università Ca' Foscari (Venezia - Dorsoduro 3484/D), si terrà un incontro con l’autore.
L’incontro è organizzato in collaborazione con la rivista Blare Out. Parteciperanno Carmelo Alberti, Enrico Palandri, Tiziano Scarpa, Julian Zhara.

Alle 20.30, Incendiati è in scena al Teatro Ca’ Foscari. Adattamento e regia di Perpaolo Comini. Con Armando Comini, Paolo Mutti, Francesco Tozzi. Scene e luci Paolo Battistel. Assistente tecnico Andrea Valentini



ANCORA POSTI DISPONIBILI. PRENOTATE!


Tratto dal romanzo di Antonio Moresco “Gli incendiati” (ed. Mondadori), Incendiati è una storia d’amore sebbene particolare e fuori dagli schemi classici del genere. Ambientato nei più svariati inferni urbani e inurbani, narra la vicenda di un uomo che, disgustato dalla vita, si rifugia in una zona balneare in piena estate. Mentre infuria un incendio, trova una donna bellissima, di origini straniere, che, guardandolo, gli chiede: “Vuoi bruciare con me?”
La storia di un uomo e di una donna alla ricerca l’uno dell’altro per scoprire, forse, che può esistere un’isola immune al fuoco distruttore di una civiltà in decadenza. Fuoco simbolo di distruzione/purificazione, ma anche e soprattutto di una passione che mentre brucia totalizza un amore disperato e al tempo stesso romantico espresso nella semplice e terribile frase: “Vuoi bruciare con me?” [Pierpaolo Comini]