La ricerca di Imago quest’anno attraversa le dimensioni multiple dell’identità, esplorando i nuovi confini della contaminazione artistica. La terza edizione è all’insegna di una mutazione che ridisegna gli stessi contorni del festival, configurandolo come una nuova esperienza di esplorazione.

Informazioni

Comunicato stampa

MAGO 3
Music and Visual Experience
7, 14, 28 Giugno 2015 - Bologna

ideato e prodotto da Associazione Pursuit col patrocinio del Comune di Bologna e la collaborazione dell'Istituzione Bologna Musei, inserito all'interno di bè bolognaestate 2015, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna

Lorenzo Senni è il nuovo act annunciato per la serata conclusiva di IMAGO 3
L’artista ravennate che si è reso protagonista negli ultimi anni in alcuni dei migliori festival internazionali di musica elettronica si esibirà nel Claustro VI del Cimitero Monumentale della Certosa

Craig Leon costretto a riunciare al mini-tour in Italia
Rinviate le due date previste a Bologna e Foligno a causa di problemi di salute dell’artista anglo-americano

N.B. Per annullare la prenotazione già effettuata e/o ottenere il rimborso del biglietto d’ingresso già acquistato è sufficiente scrivere alla mail: [email protected]

Press kit completo di IMAGO 3 a questo link

Imago è una rassegna di arti sonore e visive che presta una particolare attenzione alla sperimentazione di nuove pratiche di produzione e diffusione di contenuti artistici e culturali, che ha avuto luogo nei giorni del 7 e del 14 giugno presso il cortile e il loggiato del Museo Civico Medievale di Palazzo Ghisilardi, e si concluderà il 28 giugno prossimo presso il Cimitero Monumentale della Certosa di Bologna.

Il festival registra un cambio in corsa nel programma della serata conclusiva, dovuto alla defezione per cause di salute dell’artista anglo-americano Craig Leon (al quale Pursuit porge l’augurio per una pronta ripresa) che avrebbe dovuto presentare per la prima volta in Italia il capolavoro Nommos e annuncia oggi l’esibizione di Lorenzo Senni, erede designato a raccoglierne il testimone alla luce della sua instancabile e costante sperimentazione sonora che lo ha portato negli anni a divenire un punto di riferimento nel panorama mondiale della musica elettronica.

Lorenzo Senni presenterà il suo toccante live act a una settimana di distanza dall’esibizione al Sònar di Barcellona e a qualche mese dalle apparizioni al CTM di Berlino e all’Art Basel di Hong Kong. Posta nella bellissima cornice del Claustro VI, la performance di Senni sarà preceduta da quella di OoopopoiooO, progetto frutto del sodalizio artistico fra Vincenzo Vasi e Valeria Sturba. Le loro esibizioni saranno introdotte da un percorso sonoro che attraverserà i più suggestivi spazi della Certosa, con le performance in solo di Edoardo Marraffa nella Sala delle Tombe e di Enrico Malatesta nella Sala del Colombario.

Le performance musicali saranno impreziosite dalle tecniche installative del collettivo Orthographe (già noto per diversi progetti e residenze artistiche, inclusa la collaborazione con lo stesso Senni nell’esperienza “Paradoxes”), realizzate a conclusione del relativo workshop promosso all’interno del cartellone di IMAGO e finalizzato alla progettazione di un allestimento scenico non convenzionale e alla creazione di disegni luci tridimensionali negli spazi della Certosa.

La serata conclusiva del festival segna la chiusura di una rassegna nata come una nuova esperienza d’ascolto e visione, che da una parte ha proposto le suggestioni sonore di generi diversi quali ambient, jazz, techno sperimentale ed elettronica d’avanguardia mettendole in dialogo con l’elemento visivo; dall’altra, ha condotto il proprio pubblico in due spazi storici della città felsinea facendo di questi i luoghi di una spontanea contaminazione all’insegna della contemporaneità.

IL PROGRAMMA
Imago 3 — Music and Visual Experience (evento conclusivo)
Bologna // 28 Giugno 2015 c/o Cimitero Monumentale della Certosa
via della Certosa, 18 – www.museibologna.it/risorgimento
apertura porte ore 21, ingresso 15 euro — prenotazioni alla mail: [email protected]
Lorenzo Senni (IT)
Ooopopoiooo (IT)
Enrico Malatesta (IT)
Edoardo Marraffa (IT)
stage design a cura del collettivo Orthographe (www.orthographe.it)
GLI ARTISTI
Lorenzo Senni (Italia, Boomkat / Editions Mego)
L’artista ravennate è ciò che si può definire un ricercatore infaticabile all’interno dei meccanismi della dance music. I suoi lavori recenti, che gli hanno conferito una posizione privilegiata nel panorama mondiale della musica elettronica contemporanea — “Superimpositions” (2014, Boomkat), seguito del già acclamato “Quantum Jelly” (2012, Editions Mego), è stato inserito nella Top 100 Records of the Decade di FACT Magazine —, nascono proprio dalla decostruzione delle componenti fondamentali della cultura rave/dance degli anni ‘90. Lavorando sui concetti chiave di ripetizione e isolamento, Senni ricontestualizza gli elementi in gioco per condurre l’esperienza sonora verso un approdo introspettivo, senza mai intaccarne — semmai enfatizzandone — gli aspetti emotivi e drammatici. Partendo da un’idea basica di ripetizione, la sua musica evolve in una spirale potenzialmente infinita e inarrestabilmente contagiosa di percussioni e melodie arpeggiate.
Le performance di Lorenzo Senni sono state inserite nei cartelloni dei migliori festival internazionali dedicati all’elettronica sperimentale, quali il CTM di Berlino, l’Unsound di Cracovia, il Sònar di Barcellona, Club To Club a Torino, oltre ad essere ospitate in importanti luoghi dell’arte contemporanea in giro per il mondo come il Centre Pompidou a Parigi, la Casa da Musica di Oporto, l’Auditorium Parco dellla Musica di Roma e all’interno dell’ultima edizione di Art Basel a Hong Kong. Negli ultimi mesi ha preso parte a una residenza d’artista presso il prestigioso EMS Elektronmusikstudion di Stoccolma; a febbraio si è esibito presso l’Auditorium Rai di Torino per RAI NuovaMusica – The Future Sound of Classical, la rassegna annuale di musica contemporanea dell’Orchestra Sinfonica Nazionale.
Fondatore dell’influente etichetta Presto!? Records, che ha pubblicato lavori di artisti del calibro di Florian Hecker, Carsten Holler, Dj Stingray e molti altri, Lorenzo Senni è noto anche per l’altro progetto personale a nome Stargate, oltre che come membro del trio One Circle.

Con il collettivo Orthographe condivide l’esperienza “Paradoxes” giunta al quarto anno, esibita di recente anche al Planetario di Milano con una commovente doppia replica all’interno del circuito di eventi di Terraforma.
www.prestorecords.com/sennihome.html
https://boomkat.com/vinyl/1093885-lorenzo-senni-superimpositions

OoopopoiooO (Italia, Tremoloa Records)
L’ultima creatura dei polistrumentisti Valeria Sturba e Vincenzo Vasi. Il loro è un progretto trasversale che ha come protagonista il theremin e si pone a cavallo tra pop e sperimentazione sonora.
Vincenzo Vasi, polistrumentista e compositore versatile dallo stile surreale – suona infatti basso, theremin, marimba, vibrafono, elettronica, giocattoli e voce, è considerato uno dei musicisti più eclettici nell’ambito delle musiche eterodosse e non. Il suo stile spazia trasversalmente toccando vari generi, dalla sperimentazione elettronica sino al pop d’autore. Attivo sin dal 1990 nell’ambito della musica di ricerca con diversi progetti tra i quali, Trio Magneto, Ella Guru, OoopopoiooO, Gastronauti, Switters, Orchestra Spaziale, Etherguys, il suo nome compare in più di sessanta incisioni discografiche. Collabora stabilmente con Vinicio Capossela, Mike Patton, Remo Anzovino, Mauro Ottolini e Sousaphonix, Roy Paci.
Valeria Sturba – polistrumentista e compositrice – suona violino, theremin, voce, elettronica, looper, effetti. I suoi orizzonti musicali spaziano dalla musica d'autore al rock al tango, dall'improvvisazione all'elettronica, conservando una forte propensione per il minimalismo. Ha preso parte a incisioni discografiche, rimusicazioni di film muti, registrazioni di colonne sonore, reading e attualmente fa parte della "Grande Abarasse Orchestra" di John De Leo.
www.tremoloarecords.com

Enrico Malatesta (Italia/ Presto!? Records, Senufo Editions)
Enrico Malatesta è un artista multidisciplinare attivo nel campo della ricerca sperimentale posto tra sound art, musica e performance; la sua pratica esplora le relazioni tra suono, spazio e movimento con particolare attenzione alle possibilità multimateriali degli strumenti a percussione. Il suo percorso di ricerca è caratterizzato da un forte accento sulla capacità di produrre informazioni multipla con azioni semplici, il movimento e la definizione delle esperienze di ascolto e la sostenibilità della presenza del performer. Pur essendo principalmente attivo su progetti solisti, collaborazioni passate e presenti comprendono musicisti come Giuseppe Ielasi, Nicola Ratti, Renato Rinaldi, Attila Faravelli e tanti altri. Dal 2010 sviluppa progetti educativi e workshop su ascolto attivo e sul rapporto tra spazio, movimento e il corpo che sono stati presentati in istituzioni come, tra gli altri, CTA Centro Teatro Ateneo, Sapienza Università di Roma, il Politecnico di Milano, l'Università degli Studi di Udine, il Dipartimento di Studi Umanistici, Seoul Fondazione per l'Arte e la Cultura-Mullae Art Space / Corea del Sud, Accademia di Belle Arti di Brera, Accademia di Belle Arti di Bologna. Enrico Malatesta ha presentato il suo lavoro dal vivo in giro per l’Europa, il Nord America, il Giappone e la Corea del Sud.
www.enricomalatesta.com

Edoardo Marraffa (Italia)
Sassofonista particolarmente attento all’improvvisazione e alla trasformazione (in acustico) del suono del proprio strumento, che diventa così polifonico e fonte di cambiamenti timbrici continui. Insegna sax e musica d’insieme alla Scuola Popolare di Musica Ivan Illich i Bologna.
www.soundcloud.com/edoardo-marraffa

Orthographe (Italia)
Orthographe nasce nel 2004 a Ravenna da Alessandro Panzavolta e Angela Longo. Il percorso del gruppo si colloca fra arti visive, performance e teatro. Il lavoro di ricerca sui dispositivi ottici applicati alle arti visive e teatrali porta alla realizzazione di spettacoli, installazioni e laboratori per camera ottica (Orthographe de la physionomie en mouvement 2005, Tentativi di volo 2007, Un posto sulla terra 2008, Camera obscura workshop 2014) e alla fantasmagoria musicale e visiva (Controllo remoto 2009). Orthographe cura, in collaborazione con il musicista Lorenzo Senni, la rassegna di live performance di musica elettronica per planetario Paradoxes. Nel 2013 nasce il progetto Erano Ariani . Un'operazione artistica e diplomatica che attraverso il recupero della memoria storica crea nuovi percorsi di turismo culturale per la candidatura di Ravenna a Capitale della cultura 2019.
www.orthographe.it