Ilaria Abbiento – Concetta dei fiori

Napoli - 02/03/2013 : 14/03/2013

Mostra personale nell'ambito del ciclo "Le Quinte Fotografiche".

Informazioni

Comunicato stampa




LE QUINTE FOTOGRAFICHE - 5 mostre fotografiche di 5 artisti emergenti
Missione
5 mostre fotografiche di 5 artisti emergenti
Descrizione
Il Teatro Bellini di Napoli, in collaborazione con NapolinVespa Tour e Spazio Tangram, inaugura una serie di iniziative artistiche e culturali presso il Bebís Bellinibistrot del teatro venerdi 18 gennaio 2013 alle ore 18:30. Tra gli eventi in programma si distingue la seconda edizione de "Le Quinte Fotografiche", cinque mostre fotografiche di cinque artisti emergenti napoletani



"Quello de Le Quinte Fotografiche è un grande evento", spiegano Dario Buonfantino e Michele Del Vecchio, curatori dell'intero ciclo di mostre, "un atto d'amore e rispetto nei confronti di una città dove cultura e arte sono sempre in continua evoluzione". "Il teatro Bellini", continua Buonfantino, "è un patrimonio per la nostra città, non solo Casa del teatro ma, oserei, della cultura soprattutto perché diretto dai fratelli Russo che, appassionati di teatro fin da piccoli ne sono diventati cultori sviluppando un forte legame con la città. La stima reciproca è stata la base di una sinergia rinnovata e guidata esclusivamente dalla voglia di creare uno spazio, quindi un'occasione, in cui napoletani e non solo, possano avere uno spunto per riflettere attraverso le storie raccontate dai cinque fotografi" conclude Buonfantino.

"Si tratta di cinque mostre fotografiche personali in cui ogni autore, attraverso la propria sensibilità artistica ed il proprio stile, illustrerà un mondo, racconterà una storia" spiega Michele Del Vecchio.
"Dai corpi ed i volti magistralmente ritratti da Francesca Errichiello, al racconto del paesaggio napoletano di Giuseppe D'Angelo, alla verità vista attraverso il velo nell'Aletheia di Giovanni Barba, passando per la commovente storia, immortalata da Ilaria Abbiento, di una dolce signora sordomuta che comunica col mondo fabbricando fiori di carta e l'assurdità del destino, interpretata da Serena Faraldo, di chi si trova, come qualcuno erroneamente e superficialmente afferma, al momento sbagliato nel posto sbagliato.
Cinque percorsi indipendenti in cui la fotografia è punto di partenza e di arrivo ma non senza contaminazioni artistiche in cui, ora con la poesia, ora con la musica, ora con la recitazione, varie forme d'arte si incontreranno nel foyer del Bellini che per il secondo anno diverrà agorà culturale. Un ambiente confortevole dove appagare la propria voglia di fare e fruire cultura" conclude Del Vecchio.

Gli artisti della seconda edizione de “Le Quinte Fotografiche” sono:

• Ven 18 gennaio - 30 gennaio: Francesca Errichiello
• Ven 1 febbraio - 13 febbraio: Giuseppe D'Angelo
• Ven 15 febbraio - 27 febbraio: Giovanni Barba
• Ven 2 marzo - 14 marzo: Ilaria Abbiento
• Ven 29 marzo - 11 aprile: Serena Faraldo

Tutte le mostre fotografiche saranno inaugurate con un vernissage ad ingresso libero alle ore 18:30.


Ilaria Abbiento
nasce a Napoli il 21 settembre 1975.

A soli 5 anni, grazie a uno zio fotografo, Ilaria entra nel favoloso mondo della camera oscura dove, tra viraggi, carte baritate, sali d’argento, e i dischi di
Lucio Dalla, si incanta a guardar sviluppare rullini e stampare fotografie in bianco e nero, appese a fili con le mollette come lenzuola stese al sole ad asciugare.
Un pomeriggio estivo, sotto la luce di una lampadina rossa, Ilaria vede apparire l’immagine di se stessa nel liquido di sviluppo in una bacinella di plastica.
Non può credere a quel prodigio ed ecco che accade la magia:
la piccola s'innamora perdutamente della fotografia.
Lo stesso zio, all'età di vent'anni, le regalerà l’ingranditore Durst 501 con cui comincerà a sperimentare le tecniche di stampa e di sviluppo della pellicola in bianco e nero.

Sin dall’ infanzia, risulta evidente la passione e la predisposizione verso le materie artistiche e alle arti visive.
Ilaria ama disegnare, colorare, con le macchinette “usa e getta” fotografa le fragole, le nuvole, le sue biglie di vetro, mamma e papà e il suo cagnolino, sviluppando un' attenta osservazione di ciò che la circonda.

Diplomata al liceo scientifico, si iscrive alla Facoltà di Architettura, ma dopo 3 anni si appassiona alla grafica pubblicitaria ritenendola più creativa del disegno geometrico, che studia presso la scuola Ilas di Napoli.
Apre uno studio in via Roma: Ikedea, dove lavora prima come grafica
e poi come Art Director, ma la passione per la fotografia che l’accompagna nel suo lavoro, nei suoi viaggi e nelle sue continue ricerche e sperimentazioni artistiche, un giorno prende il sopravvento su tutto.
Il desiderio di imprimere la sua visione del mondo su una pellicola e di raccontare così se stessa, rendono sempre più chiara e convincente la sua decisione di trasformare la sua grande passione nella sua unica professione.
Oggi Ilaria lavora come fotografa allo studio Icona a Napoli,
prediligendo la foto artistica.


ESPOSIZIONI

27 Maggio 2011
Mostra fotografica A’ juta a Montevergine
Palazzo De Angelis, Carinaro, Caserta

17 Giugno 2011
espone 2 foto per "Mostrami Napoli"
San Lorenzo Maggiore, Napoli

20 Giugno|20 Luglio 2011
Mostra fotografica A’ juta a Montevergine
IntraMoenia Piazza Bellini, Napoli

13|18 ottobre 2011
espone 3 foto per “Fotogrammi” Napoli Film Festival
Castel S.Elmo, San Martino, Napoli

5 gennaio 2012
Vince il Concorso fotografico “Scatta Majoca”
con il reportage del Mojoca Festival
Moio della Civitella, Salerno

Maggio 2012
Maggio dei Monumenti ,
Mostra fotografica A' Juta a Montevergine
sulle scale della Pedamentina di San Martino