Il silenzio opaco

Bologna - 28/01/2012 : 16/03/2012

Sarà presentato il libro Il silenzio opaco, un racconto di Paolo Crepet ispirato a 14 tavole dell’artista Matteo Massagrande. In galleria verranno esposte le opere originali riprodotte nel libro e saranno presenti gli autori a raccontarci il loro incontro artistico.

Informazioni

Comunicato stampa

Sabato 28 gennaio 2012 alle ore 20.30 presso la Galleria Stefano Forni di Piazza Cavour 2 in occasione di Art White Night la Notte Bianca dell’Arte per Arte Fiera 2012 sarà presentato il libro Il silenzio opaco, un racconto di Paolo Crepet ispirato a 14 tavole dell’artista Matteo Massagrande. In galleria verranno esposte le opere originali riprodotte nel libro e saranno presenti gli autori a raccontarci il loro incontro artistico


Saranno esposte inoltre alcune opere recenti recensite da Edward Lucie-Smith in occasione dell’ultima personale londinese di Massagrande e che hanno suscitato l’interesse del noto critico Roderick Conway Morris che ha riservato all’artista la prima pagina dell’inserto speciale dedicato all’arte del International Herald Tribune (New York Times).

Il progetto del libro nasce da un’idea di Silvia Forni che conoscendo l’amicizia che lega da tempo i due autori ha pensato di farli incontrare, ognuno con la propria arte, in un connubio di parole ed immagini. Nasce così “Il silenzio opaco”, un racconto di Paolo Crepet che si è lasciato ispirare dalla pittura e dalle atmosfere di quattordici opere di Matteo Massagrande appositamente realizzate per il progetto.
Il libro è impreziosito anche da una edizione speciale di cento copie che contengono una incisione originale dell’artista padovano.

“Poteva aprire gli occhi e scommettere sulla tonalità di verde che seguiva il corridoio stretto prima di finire sul balcone e la balconata arrugginita. Percepiva i disegni geometrici di piastrelle sbeccate e tristi come meandri di illusioni, tracce di ragnatele dipinte e delicate.
Ritornato sui passi tentati, girato l’angolo, aveva accelerato l’incedere per fermarsi, infine. Mancava qualcosa, la stanza rossa. Sapeva perfettamente dove trovarla, non poteva mancarla. La stava aspettando da un tempo infinito. Non poteva essere molto lontana, soltanto altri due corridoi, oltre la grande sala con il materasso abbandonato come un pachiderma sulla sabbia.”

Paolo Crepet, estratto dal libro Il silenzio opaco


Per Art Off (Arte Fiera Bologna 2012)

Presenza
Al Museo Davia Bargellini (Strada Maggiore, 44) saranno esposte due opere di Matteo Massagrande.