Il Problema degli N-corpi

Bologna - 24/01/2014 : 26/01/2014

Il Problema degli N-corpi è un problema di origine fisica, che interessa però un largo numero di studi multidisciplinari. In sostanza, è un tentativo di analizzare le interazioni fra le masse celesti, considerate attraverso la loro forza di attrazione gravitazionale, in modo da capirne il moto nello spazio.

Informazioni

  • Luogo: CHECKPOINT CHARLY
  • Indirizzo: Via dei Rosaspina 7/a, - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 24/01/2014 - al 26/01/2014
  • Vernissage: 24/01/2014 ore 19
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: venerdì 24 gennaio, ore 19 – 23 Apertura sabato 25 ore: 10 – 24; domenica 26 e lunedì 27 ore: 10 – 22

Comunicato stampa

Il Problema degli N-corpi è un problema di origine fisica, che interessa però un largo numero di studi multidisciplinari.
In sostanza, è un tentativo di analizzare le interazioni fra le masse celesti, considerate attraverso la loro forza di attrazione gravitazionale, in modo da capirne il moto nello spazio.
Ci sono approssimazioni, generalizzazioni, ma in sostanza ancora il Problema degli n-corpi si ricerca e si discute nella fisica del sistema solare, della meccanica celeste, nella matematica legata alla teoria del caos e ai sistemi non lineari.
Lo stesso tipo di problema si presenta in questa mostra, sotto forma artistica


L'Associazione Culturale Dioniso Nella Botte ha voluto creare un sistema in cui interagiscono tra loro differenti corpi, non celesti ma umani, anatomici, estetici. Come luogo ideale per attivare l'esperimento, è stato scelto il Checkpoint Charly, uno spazio espositivo che è anche un laboratorio, da cui provengono molteplici esperienze e in cui quotidianamente giovani artisti si confrontano tra loro.
Diversi autori sono stati chiamati a dare la propria visione e interpretazione del corpo; la dinamica che si istituisce fra le composizioni , le relazioni, le attrazioni e repulsioni, sono come il problema fisico: troppe variabili rendono il risultato non prevedibile.
Il sistema diventa più ampio con la partecipazione del visitatore, che entrando nello spazio con il proprio corpo stabilisce nuove dinamiche, introduce un ennesimo n-corpo, variando le relazioni e gli elementi di un sistema non calcolabile.