Il mozzo e la sua ciurma

Bologna - 08/04/2022 : 08/04/2022

Galleria de Foscherari in collaborazione con Xing presentano il disco di Giampiero Cane e Daniela Cattivelli, Postfantamusicologia, (Xong collection – dischi d’artista) in compagnia di Giordano Montecchi e Claudio Scannavini.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA DE' FOSCHERARI
  • Indirizzo: Via Castiglione 2B - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 08/04/2022 - al 08/04/2022
  • Vernissage: 08/04/2022 ore 19
  • Generi: presentazione

Comunicato stampa

Galleria de Foscherari in collaborazione con Xing presentano il disco di Giampiero Cane e Daniela Cattivelli, Postfantamusicologia, (Xong collection – dischi d’artista) in compagnia di Giordano Montecchi e Claudio Scannavini.



Postfantamusicologia è una creazione sonora basata su testi e voce di Giampiero Cane, manipolati dalla compositrice Daniela Cattivelli, che li ha proiettati elettronicamente in un flusso caotico. Il disco è uno special dedicato alla figura eccentrica di Cane: musicologo, docente, giornalista, scrittore e sportivo, a cui piace stare dalla parte del torto





Xong è il nome della collana di dischi d'artista, prodotta da Xing, di personalità - italiane e non – legate al variegato mondo della performatività. La collana esplora e traccia una geografia di artisti che intendono il campo sonico come una delle piattaforme in cui espandere i loro mondi e la loro immaginazione. "Lo spazio del disco" è la scena su cui focalizzare e amplificare la propria poetica come fenomeno sonico e fisico, lo spazio da performare. Xong è un progetto unico nel suo genere che disegna nuovi contorni per produrre una diversa comprensione del performativo, delle live arts, e del loro potenziale. Ogni disco è in edizione numerata. Il vinile accoglie la solidificazione del gesto, ma non documenta alcunché. Nell'insieme colleziona una serie di creazioni originali che costituiscono una rassegna a lungo termine. Xong si sedimenta anche come testimonianza storica alla fine della società della prossimità. Onda su onda, Xong è una collana di “Musica-Non-Musica” per attualizzare l’immaginazione.



Giampiero Cane critico musicale e scrittore, ha insegnato Musica moderna e contemporanea e Civiltà musicale afro americana al DAMS dell’Università di Bologna per un ventennio, ha lavorato per la RAI tv e radio, e ha scritto dagli anni '60 per quotidiani e riviste fra le quali Il Manifesto e Alias. E’ autore di diversi libri, tra i quali Sade, Rossini, Leopardi. Tre deformazioni dolorose; Canto nero. Il free jazz degli anni Sessanta; Duke Ellington. Dalla White house a Dio; Monkcage. Il Novecento musicale americano; Con-fusa-mente il Novecento; D’unghie ed altro.



Daniela Cattivelli è sound artist, compositrice di musica elettroacustica, performer, con base a Bologna. Nei suoi lavori esplora le molteplici sfaccettature della dimensione sonica approfondendo aspetti relativi alla fisica del suono, la progettazione di dispositivi d’ascolto non convenzionali, l’indagine attorno a ‘contesti sonori’, ovvero ambiti in cui il fatto musicale è strettamente allacciato ad una pratica o ambiente culturale. Ha realizzato sound performance, installazioni sonore, live-set audio-video e live electronics per prestigiosi contesti in Italia e all’estero. Ha collaborato e suonato con noti musicisti e improvvisatori della scena sperimentale internazionale: Fred Frith, Barry Guy, Alvin Curran, Zeena Parkins, Charles Hayward, Butch Morris, Jon Rose, Margareth Kammerer, Stevie Wishart, Stefano Pilia, Clementine Gasser, Carol Robinson, John Oswald, Luciano Maggiore, Alvin Curran; e col critico musicale Giampiero Cane. Nel campo delle arti visivi ha collaborato con Cristian Chironi, Marcello Maloberti, Luca Trevisani, Michaela Grill. Ha inoltre composto musica per il teatro e la danza, per le compagnie italiane di ricerca più rappresentative: Michele di Stefano / MK, Fabrizio Favale Le Supplici, Daniele Albanese, Simona Bertozzi, Giorgio Barberio Corsetti, Teatro Valdoca, Laminarie, Kinkaleri e per artisti internazionali tra cui i coreografi William Forsythe (per il Padiglione Germania alla Biennale Architettura Venezia 2014), Yoko Higashino-Baby-Q, Raquel Silva. Affianca all’attività artistica quella didattica. Dal 2014 al 2018 è stata docente del corso di sound design presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Attualmente insegna Interpretazione ed esecuzione della musica elettroacustica al Conservatorio di Bologna e Sound design all’Accademia di Belle Arti di Carrara e di Avellino. Dal 2012 ha avviato una stretta collaborazione con TEMPO REALE, il centro di ricerca e produzione musicale fondato a Firenze dal compositore Luciano Berio.



Giordano Montecchi da ragazzo sognava di diventare un pianista jazz. Ma il critico musicale che covava in lui ha detto: "Lascia perdere". Meglio così forse, per tutti. Ma la musica è stata, ed è tuttora, una malattia incurabile. Così, per oltre trent'anni ha insegnato in Conservatorio e, per pochi anni, all'Università: Storia della musica, Estetica musicale, Musica e discografia, e via discorrendo. Nel frattempo il critico musicale si sfogava sulle pagine della fu Unità. Per gli scritti rivolgersi a Google.



Claudio Scannavini , compositore, ha iniziato gli studi di pianoforte e composizione presso il Conservatorio della sua città con il Mo Zecchi, per trasferirsi poi a Milano dove ha studiato con Donatoni e Sciarrino. Ha inoltre frequentato corsi con Stockausen e Ligeti e Reich.

Fin dai suoi primi lavori ha elaborato una poetica connessa allo studio dei fenomeni percettivi cui, anche in seguito al periodo di lavoro trascorso all’IRCAM a Parigi, ha unito le possibilità offerte dall’informatica musicale. Allontanandosi progressivamente dalla sperimentazione sonora largamente predominante fra gli anni '70 egli anni '80, ha rivolto via via i suoi interessi all’iterazione e a materiali di netta derivazione modale, organizzati secondo items percettivi predefiniti.

Le sue musiche sono state eseguite in numerose rassegne, festival ed Enti teatrali, ricordiamo principalmente: Nuova Ricerca Musicale di Reggio Emilia, Festival di Città di Castello, Incontri di Musica Contemporanea Gulbenkian di Lisbona, Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, Action Melbourne New Music, Semaine de Musique Contemporaine italienne di Villeneuve d’Ascq, Teatro Comunale di Bologna, Teatro la Fenice, Teatro Coccia, Teatro Eliseo di Roma, Orchestra Haydn di Bolzano.

E' docente di composizione presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena.