Il Circo a Parigi

Tarquinia - 25/11/2011 : 11/12/2011

L'esposizione di materiale d'epoca: manifesti, stampe, disegni, fotografie dedicati al circo, alla fiera e alla festa popolare parigina.

Informazioni

  • Luogo: BIBLIOTECA COMUNALE
  • Indirizzo: Via Umberto I (01016) Tarquinia - Tarquinia - Lazio
  • Quando: dal 25/11/2011 - al 11/12/2011
  • Vernissage: 25/11/2011 ore 18
  • Generi: documentaria, disegno e grafica
  • Orari: 16,30-19
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Si inaugura Venerdì 25 novembre alle 18,00 nella Sala Grande della Biblioteca Comunale di Tarquinia, incastonata nella storica Barriera San Giusto, la mostra "Il Circo a Parigi".
Il Circo è visto dai grandi illustratori francesi fra cui spiccano artisti come Toulouse-Lautrec, Chéret, Raffaëlli, Pal. La mostra è promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tarquinia , dal Museo Parigino a Roma con il patrocinio dell’Ambasciata di Francia in Italia e del Comune di Grenoble ed è curata da Cesare Nissirio



L’esposizione, ricca, coloratissima, accoglie unicamente materiale d'epoca: manifesti, incisioni, stampe cromolitografiche, cartoline, disegni, programmi, fotografie interamente dedicati al Circo, alla Fiera e alla festa popolare parigina, ormai praticamente scomparsa o evolutasi in termini talmente diversi da far rimpiangere la poesia di un vecchio organino con tanto di scimmietta dispensatrice di oroscopi accattivanti.

Parigi ha sempre dedicato molto spazio alla festa, che fosse quella paludata, di corte, in onore di un Delfino di Francia o che fosse quella più dimessa ma spontanea del popolo amante del lazzo e del buon vino. La Fiera vanta un'antica tradizione a Parigi. Occasione comune di acquisto, di incontro e scambio, essa nel tempo si è evoluta offrendo ai parigini l'opportunità di divertirsi con svaghi e spettacoli. Tra le più antiche fiere si possono annoverare: la Foire aux Jambons et à la Ferraille, nata sul sagrato di Notre-Dame e oggi trasferitasi all'XI quartiere della città. Dedicata alla norcineria ed agli oggetti in ferro; la Foire aux pains d'épices o Foire du Trone, nata nel 957 quando Lotario III concesse ai monaci dell'Abbazia di Saint-Antoine-des-Camps di vendere pani di segale imbevuti di miele; la Foire Saint-Germain, nata nel 1176 ad ovest di Parigi e trasferita da Filippo il Bello alle Halles nel 1286.

La fiera fu successivamente trasferita a Saint-Germain da Luigi XI. Luogo di piaceri per l'occhio e per la gola, questa fiera ha accolto fra le prime il circo, gli spettacoli teatrali, gli chansonniers, oltre alle marionette, ai buffoni e ai saltimbanchi; la Foire Saint-Ovide, nata nel 1764 nella Place Louis-le-Grand, oggi Place Vendome, dedicata ad una sorta di moda ante litteram - i coiffeurs vi esponevano parrucche da capogiro - fu incendiata nel 1787 e mai più ripristinata. Nel 1749, proprio nella Foire Saint-Germain, apparvero i primi animali ammaestrati come le scimmie, orsi, leoni e tigri, e, per la prima volta in Francia i rinoceronti, insieme a nani e donne barbute che sembravano preannunciare il circo Barnum.

L'Amphithéatre Anglois fu il nome del primo circo parigino sorto nel 1783, succursale di quello fondato nel 1770 a Londra dallo scudiere del re Philip Astley. Successivamente i Fratelli Franconi faranno sorgere il Cirque Olympique. Nel 1841 Louis Dejean fondava un suo circo che prenderà il nome di Cirque d'Eté des Champs-Elysées. Qualche tempo dopo, nel 1851, fonderà anche il Cirque d'Hiver, uno dei luoghi più celebri del divertimento parigino. Questi ultimi due circhi accoglieranno varie forme di spettacolo e di divertimento anche nel nuovo secolo. Insomma una coloratissima carrellata di immagini in cui spiccano altresì quelle del Circque Amar, Buglione, Pinder, Cinque de Paris, un autentico piacere dell'occhio!