Identità Profonda

Roma - 27/05/2015 : 05/10/2015

Identità Profonda è un progetto d'arte contemporanea che da forma ad un dialogo, reso possibile grazie alle opere di quattro artiste cilene.

Informazioni

Comunicato stampa

L’inaugurazione della mostra "Identità Profonda" si terrà presso l’Ambasciata del Cile dal 27 maggio al 12 agosto 2015.

Identità Profonda è un progetto d'arte contemporanea che da forma ad un dialogo, reso possibile grazie alle opere di quattro artiste cilene: Marcella Bonfanti, Lorena Pedemonte, Katerina Gutierrez e Rosa Velasco.

Presenta la trasformazione tramite le esperienze acquisite dalle quattro artiste in Italia, in Cile e nel mondo

Si intende sperimentare un nuovo modo di percepire la forma, considerando le singole identità costitutive dell'insieme mostrandone contemporaneamente la frammentazione per ricostruire un nuovo spazio, una nuova e profonda identità che considera fortemente la relazione, l'energia degli individui che guardano al futuro nella trasformazione di se stessi, nel mondo in cambiamento con le sue contraddizioni, senza dimenticare le radici.

Si tratta di un progetto d'arte contemporanea complesso, visionario, urgente e determinato che presenta la trasformazione tramite le esperienze acquisite da quattro artiste cilene in Italia, in Cile e nel mondo, nelle due città in cui operano: Milano e Santiago e ovunque, mostrando quattro poetiche in dialogo nel pluralismo dei linguaggi, segni e immagini in relazione a esistenza, spazio, tempo, memoria e nuove percezioni.

Si intende sperimentare e indagare un nuovo modo di percepire la forma, all'interno e al di là di essa, considerando le singole identità costitutive dell'insieme mostrandone contemporaneamente la frammentazione per ricostruire un nuovo spazio, una nuova e profonda identità che considera fortemente la relazione, l'energia degli individui che guardano al futuro nella trasformazione di se stessi, nel mondo in cambiamento con le sue contraddizioni, senza dimenticare le radici.

E' un modo libero di concepire e proporre l'arte come matrice universale: una necessità profonda e urgente che tende a far partecipare e collegare il pubblico italiano e internazionale al Cile nel mutamento e rigenerazione delle idee.