idDante – Il Volto di Dante per una traduzione contemporanea

Ravenna - 18/09/2016 : 23/10/2016

La mostra mira a riunire, seguendo il perfetto schema metrico della Commedia, un insieme di 33 artisti +1 diversissimi gli uni dagli altri.

Informazioni

Comunicato stampa

Dante è il Poeta assoluto e la grandezza della sua opera ha indubbiamente cancellato la possibile distanza cronologica. Il Sommo Poeta non tramonterà mai perché risulta tuttora estremamente presente nella contemporaneità. Colui che ha studiato così profondamente l'essenza dell'animo umano mostrandone le passioni, le contraddizioni e l'amore, fornisce infatti temi, ispirazioni e sfumature per percepire il mondo intero che non possono essere temporalizzate né tanto meno spazializzate. Da questo assunto Bonobolabo di Marco Miccoli con la curatela di Maria Vittoria Baravelli lancia un progetto annuale dedicato a Dante Alighieri che culminerà nel 2021, settimo centenario dalla morte del poeta


La mostra, in programma dal prossimo 18 Settembre al 23 ottobre, mese in cui l’intera città di Ravenna ricorda il poeta, mira a riunire, seguendo il perfetto schema metrico della Commedia, un insieme di 33 artisti +1 diversissimi gli uni dagli altri. Dalla grafica al fumetto, dal mosaico all’uso del Technogel, dal pane fino ad arrivare alla Tape art, il plurilinguismo dantesco viene riproposto in un orizzonte d’arte contemporaneo. Con il titolo della mostra “Il Volto di Dante, per una traduzione contemporanea”, si cerca quindi di valorizzare una nuova identità fisionomica ma soprattutto intellettuale del poeta lontano dall’accademismo tradizionale più radicato.
La sede scelta per questa iniziativa culturale è la Biblioteca di Storia Contemporanea “Alfredo Oriani”, situata in via Corrado Ricci, 26. Biblioteca che vanta oltre 170 mila volumi dedicati alla storia, alla sociologia e alla economia contemporanea.
Le sale in cui le opere saranno esposte, in passato furono costruite sotto forma di un lungo e luminoso corridoio con lo scopo di facilitare le persone a mirare la tomba di Dante Alighieri che si trova difronte. In queste stanze, dal 2014, è possibile visionare l’opera dantesca che l’artista No Curves ha donato al Comune di Ravenna grazie al festival di street art Subsidenze; un volto del poeta estremamente moderno creato attraverso l’utilizzo di linee rette di nastro adesivo colorato ad angoli retti e a 45 gradi.
INSTALLAZIONE
Per tutta la durata della mostra il giardino della Biblioteca ospiterà le rondini giganti di Cracking Art. Il gruppo attraverso la vendita di piccole sculture raffiguranti rondini in volo lancerà una raccolta fondi il cui ricavato sarà devoluto per la digitalizzazione di testi danteschi di inizio novecento, oggi di difficile consultazione. Una operazione che si inserisce nel loro progetto “l’arte che rigenera l’arte”.
STREET ART
Lo Street Artist brasiliano Kobra, famoso per i suoi graffiti colorati di Miami, Tokyo e Chicago dopo il murales “Todos somos um” realizzato in occasione delle Olimpiadi di Rio 2016 giunge a Ravenna per la creazione di un murales dantesco in prossimità della tomba del poeta.
All’interno del progetto idDante, nel corso dell’anno, saranno infine realizzati altri murales dedicati a Dante Alighieri ad opera degli Street Artist Max Petrone e Pixel Pancho.
PUBBLICAZIONE
Sarà pubblicato un catalogo edito dalla casa Editrice Longo comprensivo di tutte le opere presentate dai singoli artisti seguite da testi più specificatamente orientati alla figura intellettuale di Dante. Il catalogo verrà distribuito nelle librerie e biblioteche del circuito nazionale e internazionale che collaborano con la casa editrice Longo.
STUDI
In Collaborazione con il Prof. Giorgio Gruppioni del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna (Campus di Ravenna), sarà esposta all’interno della mostra la ricostruzione fedele del Volto di Dante Alighieri, resa possibile in seguito alla prima ricognizione scientifica attuata dallo studioso Fabio Frassetto nel 1921. L’antropologo bolognese, violando il divieto di Corrado Ricci, allora direttore generale delle antichità e delle belle arti, realizzò segretamente un calco del cranio del poeta più tradotto nel mondo.

ARTISTI IN MOSTRA
Ale Giorgini, Alessandro Pautasso, Alessandro Ripane, Alex Angi - Pablo Bermudez, Basik, Camilla Falsini, Carlos Atoche, Carolina Ricciulli, Daniele Tozzi, Diavù, Davide Fabbri, Francesco Poroli, Giovanni Manzoni Piazzalunga, Giuseppe Gep Caserta, Il Pistrice, Kicco Cracking, LRNZ , Luca Barberini, Marco Sodano, Marco Veronese, Max Petrone, Massimo Giacon, Matteo Lucca, Nemo’s, No Curves, Pao, Pixel Pancho, Renzo Nucara, Riccardo Guasco, Rita Petruccioli, Simone Massoni, Stefano Babini, Stefano Perrone, Van Orton design.
Special guest: Kobra
COLLABORAZIONI E WORSHOP
In collaborazione con l'Associazione Cutlurale Twitteratura verrà proposta, per il lancio della mostra, una lettura e riscrittura secondo il "Metodo TwLetteratura, della canzone "Donne ch'avete intelletto d'amore". Ogni giorno, su Twitter e Betwyll, la piattaforma di social reading sviluppata dall'Associazione, lettori e amanti del Sommo poeta potranno confrontarsi con il Dante oulipiano seguendo l'Hashtag #stilnovo e le istruzioni che verranno diramate dal sito www.twletteratura.org
18 settembre – 23 ottobre
IL VOLTO DI DANTE
PER UNA TRADUZIONE CONTEMPORANEA
Inaugurazione domenica 18 settembre ore 18:00
PROPRIETÀ DEL PROGETTO: Bonobolabo
INGRESSO : gratuito
GRAFICA DI COPERTINA : Alex Raso
VISITE GUIDATE ESTERNE:
In collaborazione con Museo TAMO dal titolo “Il volto di Dante tour”, partenza ore 16:00 da via Rondinelli, 2 e arrivo alla mostra idDante. Per informazioni e prenotazioni: [email protected]
In collaborazione con il Papavero & Abaco guide turistiche dal titolo “Street Art, un’arte fuori strada: viaggio attraverso la fisiognomica dei protagonisti della storia ravennate”. Partenza ore 17:00 dal sagrato di Santa Maria Maggiore via Galla Placidia, 10 e arrivo alla mostra idDante. Per informazioni e prenotazioni: [email protected]