Ida Barbarigo – Erme e Saturni

Venezia - 18/12/2015 : 01/05/2016

Discendente di un’illustre famiglia di artisti, presenti a Venezia da più di tre secoli, Ida Barbarigo. presenta a Palazzo Fortuny, a cura di Daniela Ferretti, una selezione accurata di opere appartenenti a due serie realizzate nell’arco di due decenni, tra il 1980 e la fine degli anni Novanta.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO FORTUNY
  • Indirizzo: Campo San Beneto (San Marco) 3958 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 18/12/2015 - al 01/05/2016
  • Vernissage: 18/12/2015 ore 11 su invito
  • Autori: Ida Barbarigo
  • Curatori: Daniela Ferretti
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: 10.00 - 18.00. La biglietteria chiude un’ora prima. Chiuso martedì, 25 dicembre e 1 gennaio
  • Biglietti: Intero: € 12. Ridotto: € 10

Comunicato stampa

Discendente di un’illustre famiglia di artisti, presenti a Venezia da più di tre

secoli, Ida Barbarigo. presenta a Palazzo Fortuny, a cura di Daniela Ferretti,

una selezione accurata di opere appartenenti a due serie realizzate nell’arco di

due decenni, tra il 1980 e la fine degli anni Novanta.

Le Erme e i Saturni sono gli enigmatici testimoni di un complesso percorso

compiuto dall’artista attraverso la pittura.

La tela, i colori, gli acidi, i pennelli, i punteruoli sono semplici strumenti

attraverso i quali la visione prende corpo, svelandosi nella concretezza

dell’opera



Seducente ed enigmatica, Ida ama raccontare con semplicità il suo costante e

appassionato impegno nell’ambito della pittura, come perfettamente emerge

dallo splendido saggio a cura di Luca Massimo Barbero presente nel catalogo

della mostra.

Nata a Venezia nel 1920 - sua madre, Livia Tivoli, era pittrice e poetessa, suo

padre il pittore Guido Cadorin - Ida continua la tradizione umanista di una

famiglia in cui per secoli si sono alternati scultori, architetti, pittori, studiosi e

letterati. Nel 1949 sposa Zoran Music con il quale condividerà la grande

passione per l’arte.

Vive e lavora a Venezia,

Catalogo Fondazione Musei Civici di Venezia, a cura di Daniela Ferretti, con

saggio di Luca Massimo Barbero.