I linguaggi dell’arte da indossare e gustare

Bologna - 26/01/2013 : 28/01/2013

Mostra collettiva

Informazioni

  • Luogo: TEATRO S.SALVATORE
  • Indirizzo: via Volto Santo, 1 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 26/01/2013 - al 28/01/2013
  • Vernissage: 26/01/2013 ore 20-24
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: 26 gennaio dalle ore 20 alle ore 24 - 27 gennaio dalle ore 17 alle ore 21 - 28 gennaio dalle ore 11 alle ore 17 27 gennaio Cocktail dalle ore 19
  • Sito web: http://www.goandlink.com

Comunicato stampa

In occasione di Arte Fiera - Fiera Internazionale di Arte Contemporanea Art City e White Night Q-ITALIA- Salotto Italiano d’Autore LINGUAGGI DELL’ARTE DA INDOSSARE E GUSTARE CLAUDIO MACCARI, Step by Step GIGI MARIANI, Gioielli di Ricerca Contemporanea FONDERIA DELL’ORO, Double Face YESEY, Cappello Introduttivo all’Arte POLSELLA e FATTORIA DEL BIANCHETO, Oro Verde Teatro S

Salvatore, via Volto Santo, 1 Bologna (Centro Storico) ORARI 26 gennaio dalle ore 20 alle ore 24 - 27 gennaio dalle ore 17 alle ore 21 - 28 gennaio dalle ore 11 alle ore 17 27 gennaio Cocktail dalle ore 19 Teatro S.Salvatore Via Luogo Santo,1 CONTACT Presentazione degli Artisti e delle Installazioni ( in ordine alfabetico) CLAUDIO MACCARI presenta Step by Step Web site: www.claudiomaccari.eu Contact: [email protected] Claudio Maccari è un’artista senese: i suoi quadri e le sue sculture parlano di quella terra, della solidità e al contempo leggerezza delle sfumature, della sua potenza sempre adombrata da una, solo apparente, leggiadria. “Nascere e vivere in un paradiso come la terra senese comporta l’assunzione di qualche responsabilità. I suggerimenti che ti arrivano dalla splendida e placida natura, dall’architettura elegante e ancora incredibilmente contemporanea, pur nella sua classicità fuori dal tempo, i vividi colori dei pittori primitivi, i fondi oro, le sculture lignee, tutto congiura contro la liberazione di una personalità creativa”. Queste le parole di un artista che ha sognato di diventare un’anima metropolitana. Poi però, grazie a quello strano meccanismo che “ti fa lentamente riconoscere quello che ti circonda come se fosse del tutto nuovo”, comincia a guardarsi intorno e si accorge che quel “suo” mondo esercita su di lui un irresistibile fascino, ne scopre le strutture e i codici e, con questi, si misura. È a questo punto che entra in gioco la responsabilità: finalmente, così riassume Maccari: “si accettano e, anzi, si condividono quei ‘segni’ che ti hanno accompagnato da sempre. I colori, la materia, le distanze, le contaminazioni”. L’ installazione Step by Step è composta da scatole di cartone bianco e scotch e vari materiali. Un'accumulazione ordinata che si erge come una rovina romantica ma, anche il tentativo architettonico di un bimbo, ispirato, che odora di deposito bagagli, di attese, di partenze mai avvenute...Gradini che salgono, ma che non possono essere saliti e possono soltanto costituire le basi per piccole sculture ambulanti: borse. GIGI MARIANI presenta Gioielli di Ricerca Contemporanea Web Site: www.gigimariani.it Contact: [email protected] Il lavoro di Gigi Mariani – così come lui stesso racconta – si suddivide in due momenti, uno progettuale e tipico dei lavori dell’oreficeria e l’altro, più informale e personale, necessario a donare spessore all’oggetto e a caratterizzarlo attraverso l’utilizzo di antiche tecniche come l’applicazione in modo materico del Niello (che cambia l’aspetto dei gioielli e li rende unici) o la Granulazione oppure le ossidazioni. Le sue originali e visibili texture quasi nascondono ”la preziosità del gioiello” realizzato solitamente con metalli di valore; il gioiello infatti, viene” usato come base” , esattamente come il pittore utilizza la tela per creare la sua opera e questo perchè Gigi Mariani, da anni, coltiva la passione per la pittura informale segnica, materica con colori o segni che ben rappresentano un’emozione o un particolare stato d’animo. Così come un pittore davanti alla sua tela, Gigi Mariani, “sperimenta “ in modo pittorico e informale l’arte dell’oreficeria, caratterizzandola con le tecniche del Niello, della Granulazione e delle ossidazioni. FONDERIA DELL’ORO presenta con Double Face Web site:www.fonderiaoro.com Contact: [email protected] A Città della Pieve, nel loro laboratorio-atelier in versione eco, Ivano Ghinelli e Gioia Clavenzani creano gioielli eclettici, ricchi di riferimenti e omaggi alla scultura e alla pittura del novecento. Al gusto per la forma uniscono il grande amore per i cambiamenti della materia: argento e oro strappati, stirati, modificati dal calore, ed esaltati dalle pietre. Gli originalissimi pendenti-spille “Double Face”, i girocolli e i ciondoli presenti a Bologna, sono realizzati completamente a mano con tecniche artigianali miste in argento con rame e pietre, intrecci di fili di cotone e argento, radica di mogano e antichi merletti. YESEY presenta Cappello Introduttivo all’Arte Web site: www.yesey.it Contact: [email protected] YESEY, ovvero, Dana Virginia Jauker, rappresenta il meglio di quella preziosa e rara Arte della modisteria fatta di sapiente maestria artigianale e di materiali pregiati di ricerca. Il marchio, nato nel 2009 per merito del talento e della lunga esperienza nel settore di Dana Virginia Jauker, si ispira ed è felicemente contaminato dal mondo della musica, della cultura, dell’arte e del cinema. YESEY è distribuito nelle migliori boutiques in Italia e all'estero e vanta al suo attivo collaborazioni con importanti marchi della moda internazionale. A Bologna YESEY si presenta con alcuni preziosi portacappelli dei primi del Novecento che espongono esclusive acconciature in feltro e panno con piume etc. POLSELLA e FATTORIA DEL BIANCHETO presenta Oro Verde Web site: www.fattoriadelbiancheto.com Contact: [email protected] L’oro Verde presente e partner d’eccezione a Bologna proviene dal Frantoio Fattoria del Biancheto: 20 ettari di oliveto specializzato, diviso per cultivar con frantoio aziendale tecnologicamente avanzato nella lavorazione delle olive. Dal 1995, situato in Toscana nelle meravigliose colline intorno a Cetona, il Frantoio Fattoria del Biancheto produce un olio di grande qualità ( gli olivi di questa area del Monte di Cetona infatti non vengono sottoposti a trattamenti antiparassitari per cui l’olio non contiene residui tossici) . Tutto questo grazie ad una conduzione agricola attenta e rispettosa della natura e ai territori “verdi” in cui i grandi boschi coprono il 30% della superficie totale ed in cui sono assenti i grandi insediamenti industriali. La “degustazione” dell’ oro verde toscano – arte da assaggiare- per ospiti e visitatori della mostra collettiva bolognese, presenta due tipi di olio: Frantoio Fattoria del Biancheto -un blend di tre cultivar- e, Polsella - blend di due cultivar. Riconoscimenti: 1° premio Eccellenza per l'annata 2012 su “ I Love Olive OIL”, la guida internazionale delle eccellenze; 2° classificato al Concorso oleario internazionale Armonia Eccellenza anno 2008 e 2009; Q-Italia - Salotto Italiano d’Autore Daniela Canè cell. +39 366 3680856 Patrizia Giò Golfarelli della Massa cell. +39 335 344297 Info su Q-Italia Q-ITALIA è un gruppo di ricerca “selezionatore di qualità”, formato da professionisti marketing, P.R., giornalisti, professori universitari e critici d’arte che, con attente e specifiche attività, si occupa di selezionare e proporre il meglio dell’artisticità e della creatività italiana attraverso eventi mirati, servizi ed iniziative varie sul territorio italiano ed internazionale.